Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Fablink182 condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Fablink182, aggiungilo agli amici adesso.

Fablink182

ha scritto una recensione su Observation

Cover Observation per PS4

Il panorama Indie sta prendendo sempre più piede, anno dopo anno possiamo quasi ritenere che le esperienze a basso Budget stiano andando a superare qualitativamente quelle ad alto Budget, ma non tutto è casuale, complice anche la passione che si trova in un ambiente in cui girano meno soldi.
Basti pensare che le grandi multinazionali stanno prendendo una linea sempre più ancorata al Multiplayer e le microtransazioni, mentre le piccole imprese pensano più a coinvolgere i giocatori con ricche Storyline.
E non a caso oggi parliamo di un titolo Indie: Observation. Observation è un Thriller Fantascientifico sviluppato dai ragazzi di No Code e pubblicato da Devolver Digital (nota Software House che sta prendendo sempre più piede).

LE MACCHINE DOMINANO SULL’UOMO (?)
Observation è ambientato nello spazio, dove la dottoressa Emma Fisher e il suo equipaggio pensano di essere vicini a Marte, ma bruscamente vengono smentiti dalla realtà dei fatti: qualcosa o qualcuno li ha portati lontano dal loro obiettivo e per di più sono con la nave in condizioni critiche e lei si ritrova da sola.
In questa avventura noi saremo una I.A. artificiale di nome Sam e il nostro ruolo sarà quello di riavviare l’intera nave ormai fuori uso grazie alle indicazioni della dottoressa Emma Fisher e riuscire a tornare sulla terra.
Ma non tutto è così facile come sembra, infatti durante la nostra avventura capiteranno diversi imprevisti che per forza di cose andranno a complicare la riuscita della missione.
Sam all’inizio sarà abbastanza basilare come I.A. ma con il proseguio delle vicende si andrà sempre più a potenziare.
L’azione di gioco non avrà una telecamera fissa, seppur all’inizio il tutto sembri molto statico con solamente alcune telecamere da controllare; con l’andare avanti Sam potrà muoversi all’interno della nave.
Rimanendo in tema Gameplay possiamo anticipare che ci saranno diversi tipi di Puzzle da risolvere, alcuni saranno molto facili, ma altri invece leggermente più difficili.

NELLO SPECIFICO
Observation è un titolo molto valido in ogni sua sfaccettatura, partendo da un Gameplay che, seppur scarno, riesce a soddisfare, fino ad arrivare alla sua colonna sonora in cui si possono percepire i brividi per gli eventi che stanno accadendo a schermo.
Ma il punto più importante dell’intera produzione è sicuramente la narrazione della storia, all’inizio sembra tutto molto semplice, ma più si va avanti più si scoprono scenari e colpi di scena davvero interessanti che ti aprono mille punti interrogativi che ovviamente saranno da risolvere.
Ma cosa rende ancora più imponente la storia di Observation? Sicuramente un’ambientazione suggestiva che riesce a riprodurre in maniera eccellente le sensazioni che si dovrebbero provare in casi così estremi.
Ve lo consigliamo? Assolutamente si, ma solo a chi cerca una storia ben narrata ma con un Gameplay base.

9

Voto assegnato da Fablink182
Media utenti: 9 · Recensioni della critica: 8.2

Fablink182
Cover The Walking Dead: The Final Season per PS4

DALLE CENERI SI RISORGE- THE WALKING DEAD: THE FINAL SEASON RECENSIONE
Come ben sappiamo è uscito da poco l’ultimo episodio di The Walking Dead: The Final Season con protagonisti AJ e Clementine.
Ed è appunto l’ultimo episodio della rinomata serie che va a prendere spunto dal Telefilm, ma con una sua impronta ben delineata.
Non è stato facile portare questa serie fino alla fine. Purtroppo durante lo sviluppo è successo qualcosa di sconvolgente: Telltale è fallita e, dopo giorni di Rumors in cui non si capiva se la serie potesse andare avanti, Skybound ha deciso di portare a termine la stagione pagando di tasca propria.
ANALIZZIAMO
Andiamo ad analizzare il gioco, che genere è? Diciamo che è un’avventura grafica moderna con ampie possibilità di dialoghi mediante scelte multiple, quindi vi diciamo già che il Gameplay alla base è davvero povero seppur negli anni è stato migliorato, con l’introduzione di Feature innovative come lo stordire e ammazzare gli Zombie.
Quindi se non vi appassionano i giochi con poco Gameplay e molta storia non ve lo consigliamo, ma se siete l’opposto vi diamo il consiglio di recuperare l’intera saga.
Possiamo dire con certezza che questa ultima stagione riesce ad essere una delle più belle, per il semplice fatto che il ritmo non viene mai spezzato e appassiona.
Un’altra cosa molto positiva è la caratterizzazione dei personaggi, riusciremo a legarci a quasi tutti sia per un motivo che per un’altro.
Anche la bellezza grafica è di un altro livello, si vede la cura dei dettagli e soprattutto le ambientazioni ispirate.
Ma vogliamo parlare della colonna sonora? Hanno fatto un ottimo lavoro sotto questo punto di vista, le OST sono di ottimo livello e ti faranno sentire quella sensazione di desolazione che un ambientazione così ti porterebbe inevitabilmente.
Una cosa che ci ha sorpresi e che ci è piaciuta molto è la possibilità in base alle proprie scelte di crescere AJ ed educarlo in un certo modo. Vi possiamo garantire che quello che diremo sarà veramente influente su di lui e che si comporterà anche in modo diverso.
FINALE FANDOM?
Si, dobbiamo essere sinceri, dal finale ci aspettavamo leggermente di più, non possiamo dire altro per evitare spoilers però sembra quasi che Skybound abbia dovuto accontentare i Fan, ma ovviamente speriamo di sbagliarci. In ogni caso il finale è molto buono anche se forzato.
In conclusione possiamo dire che questo finale di stagione ha rispettato le aspettative, dando quel qualcosa di particolare che mancava fin dalla prima stagione, insomma, un pizzico di accuratezza delle vicende in più.
Skybound ha dichiarato che questa sarà la fine, ma a nostro parere ci sarebbe tanto materiale su cui lavorare per mandare avanti la serie, sempre col rispetto e con la creazione di giochi di alto valore.

9

Voto assegnato da Fablink182
Media utenti: 9

Fablink182

ha scritto una recensione su Layers of Fear 2

Cover Layers of Fear 2 per PS4

A BORDO DEL TITANIC (?)
Dopo il successo di Layers Of Fear, i ragazzi di Bloober Team hanno deciso di sviluppare un secondo capitolo, ma senza stravolgere la formula di gioco e aggiungendo qualche piccola miglioria.
Andiamo più nel dettaglio, questo Layers Of Fear 2 è un Horror Psicologico in prima persona che fa delle sue ambientazioni e dei suoi suoni l’arma migliore.
La Location è cambiata totalmente, nel primo eravamo in una villa dove ci abitava un pittore che ormai era arrivato alla disperazione più totale, mentre in questo secondo episodio ci ritroviamo a bordo di una nave.
Impersonificheremo un attore e dobbiamo fare un provino per un Film di grande caratura, per intenderci, un Blockbuster di Hollywood.
Ci ritroviamo in questa immensa nave che a primo impatto sembra il Titanic, però il nostro protagonista non è un amante del mare e quindi si ritrova ad essere molto stressato. Dal canto suo il regista ci farà vivere un’esperienza immersiva per vedere se siamo l’attore giusto per questa parte.
Con noi non avremo strumenti per difenderci, nel nostro piccolo potremo solo scappare, aprire porte e risolvere gli enigmi, quest’ultimi abbastanza curati anche se, dobbiamo essere sinceri, davvero molto semplici.
La filosofia di gioco è abbastanza scarna, ma questo essere senza possibilità di difesa ci fa sentire anche più insicuri degli avvenimenti che avvengono vicino a noi e aiuta ad entrare nell’atmosfera di gioco.
SUSPANCE
Uno dei pregi più grandi di questa produzione è la colonna sonora, che riesce a farti immergere completamente nell’atmosfera e, a proposito, anche gli effetti speciali; a volte anche solamente una porta che ti si chiude dietro di te fa angosciare per quanto il suono sia riprodotto bene.
Ma parliamo anche del Level Design. I livelli sono sempre vari con una realizzazione certosina, anche durante l’esplorazione è difficile perdersi anche se gli sviluppatori hanno fatto una mappa di gioco più vasta rispetto al primo capitolo, però possiamo dire con certezza che il tutto risulta molto chiaro. Abbiamo notato che la nave è davvero ben strutturata, infatti l’esplorazione ossessiva darà i suoi frutti, perché potrete trovare diverse stanze segrete in cui ci saranno oggetti importanti per capire meglio la narrazione.
L’unico aspetto negativo, se proprio si vuole essere puntigliosi, è verso il finale, in cui si sente una leggera ripetitività, ma niente di troppo disturbante.
Però possiamo dire con certezza che le varie ambientazioni ti faranno sentire come se fossi lì, se vogliamo riassumere il tutto con un’unica parola: Brividi.
PROMOSSO O BOCCIATO?
Sicuramente Layers Of Fear 2 è un titolo veramente molto valido, con i suoi punti di forza e le sue debolezze.
Dalla sua parte ha una trama molto intrigante che invoglia il giocatore a scoprire qualcosa in più sul protagonista, poi anche il Frame Rate è migliorato notevolmente rispetto al primo capitolo (giocati tutte e due su Xbox One) e l’ambientazione è qualcosa di sublime.
Ma come dicevamo ha delle debolezze, per esempio una longevità scarsa che si attesta sulle 5 o al massimo 6 ore di gioco, qualcosa in più per chi magari vuole trovare tutti i collezionabili per poter avere una veduta più chiara sulla storia.

Un altro piccolo difetto è la ripetitività che si tende a manifestare verso il finale, ma non è assolutamente grave, ci teniamo a precisare.

Infine possiamo dire che questo nuovo titolo di Bloober Team è assolutamente promosso anche se con qualche riserva, non innova in nulla ma riesce a migliorare l’esperienza già ottima del primo capitolo, per gli amanti dell’Horror è un Must Have.

9

Voto assegnato da Fablink182
Media utenti: 9 · Recensioni della critica: 7.1

Fablink182

ha scritto una recensione su Strange Brigade

Cover Strange Brigade per PS4

Questo Strange Brigade è diverso dai soliti titoli, questa suo essere unico aiuta.
L'unico neo negativo è la storia, non troppo ispirata e quasi buttata lì per dare un motivo al giocatore per finire il gioco.
Bello da giocare, soprattutto in Coop, in singolo può stancare presto.

Non ci sono interventi da mostrare.