Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Fonzie Grande Gamer condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Fonzie Grande Gamer, aggiungilo agli amici adesso.

MEME

ha pubblicato un'immagine nell'album Yugioh Forbidden Memis riguardante Yu-Gi-Oh! Forbidden Memories

Fonzie Grande Gamer
Cover Castlevania: Lords of Shadow Ultimate Edition per PC

Lords of Shadow è il perfetto esempio di come un gioco possa prendere una pessima nomea ed odio gratuito grazie ad una community cancerogena. Che sia chiaro, è un gioco tutt'altro che perfetto e ci sta che possa non piacere ma è diventato il ricettacolo dell'odio di chi non capisce il significato della parola reboot.

Devo dire che nelle prime ore il titolo mi aveva tutt'altro che convinto poiché mi sembrava solo un mischione di vari giochi senza una propria anima. Mischione alla fine lo è, abbiamo essenzialmente l'esplorazione alla prince of persia unita ad un combat system simile a god of war e il tutto con una serie di influenze da altri giochi come ad esempio shadow of the colossus. Una sua anima però ce l'ha ed emerge dal secondo quarto di gioco in poi quando fuoriesce la sua spettacolare vena horror gotica.

È proprio questo che me l'ha fatto amare: per me che adoro alla follia questo tema, per me che dracula è il mio soggetto preferito in generale, questo gioco è un tripudio stupendo di horror gotico con vampiri, licantropi, zombie e creature mostruose. L'enemy design è stupendo così come il boss design e l'art design in generale. Davvero una goduria assoluta per il sottoscritto.

Il combat system richiede pratica per essere padroneggiato: è punitivo, i nemici colpiscono velocemente e non si può abusare del parry perché spesso i colpi non sono parabili, bisogna imparare a fare la combo e schivare velocemente e continuamente per giocare bene. Duole dire che questo combat system pur funzionando inizia a diventare monotono dal momento che il gioco dura una 20ina di ore, un po' troppo tirato per le lunghe a mio avviso considerando anche che una parte importantissima degli avvenimenti viene rushata nel dlc.

A livello di trama devo dire che ho apprezzato molto il titolo, a livello di narrazione meno poiché i personaggi sono delle marionette ed i dialoghi veramente privi di pathos.

Il gioco insomma è tutt'altro che perfetto, a me sono pesati particolarmente i momenti morti dovuti alla longevità esagerata per il tipo di gameplay e la gestione indegna del true ending (che arriva per altro dopo un finale davvero bello). D'altro canto però abbiamo un art design mostruoso, specialmente per me che adoro alla follia il genere, delle boss fight riuscitissime ed in generale un gioco si imperfetto ma davvero solido e ben riuscito, è davvero un peccato come venga bistrattato solo per il nome che porta pur essendo un reboot.

Fonzie Grande Gamer

ha scritto una recensione su Neon White

Cover Neon White per PC

Problemi in paradiso

Neon White è per il momento il mio gioco preferito di quelli usciti nel 2022, un'annata non troppo felice per i videogiochi o almeno per i tripla A dal momento che gli indie tengono in piedi la baracca e questo giocone ne è la dimostrazione.

Interpretiamo White un Neon. I Neon sono spiriti dei morti peccatori selezionati dai credenti che partecipano ad una caccia annuale di demoni in paradiso per guadagnare la residenza di un anno dall'inferno al paradiso. White si ritroverà presto ad avere a che fare con altri Neon ma ha un'amnesia sulla sua vita passata e dovrà quindi riprendersi poco a poco i ricordi che a quanto pare sono collegati ai Neon di cui farà la conoscenza.

La trama è molto interessante e si sviluppa ulteriormente con risvolti inaspettati. La narrazione funziona alla grande non solo grande all'evoluzione dell'intreccio ma anche e soprattutto per i personaggi carismatici, il sarcasmo continuo ed i riferimenti geniali al mondo reale. Sembra assurdo credere che in un gioco del genere anche la narrazione sia riuscitissima.

Dico così perchè il fulcro del titolo è il gameplay. Il gioco si divide in più missioni. Le missioni sono composte da livelli. Il gioco è un fps puzzle platform. Lo scopo sarà finire il livello sfruttando le skill lasciate dalle carte, ogni livello ha una risoluzione predefinita che andrà capita, memorizzata ed attuata. Non entro nel dettaglio sul funzionamento delle carte perchè spero che scopriate voi i meccanismi, sappiate però che questo NON è assolutamente un gioco di carte, se avessero usato un emblema generico del powerup al posto delle carte il risultato sarebbe stato lo stesso.

Sarà possibile ripetere il livello da capo nel giro di un istante grazie alla pressione di un tasto, cosa essenziale non solo perchè si può rimanere bloccati ma anche per il fatto che non bisogna soltanto concludere i livelli; per sbloccare nuove missioni occorre avere un determinato punteggio.

Il punteggio di White sale nel momento in cui si conquistano medaglie d'oro. Ci sono 4 medaglie che vengono assegnate in base al tempo di completamento del livello: bronzo, argento, oro e platino. Ogni volta che si ottiene una medaglia si sbloccano elementi extra del livello che potrà essere rigiocato a piacimento in ogni momento. L'oro si ottiene eseguendo il livello in maniera pressochè perfetta poi ci sono i platini: per ottenere un platino bisogna o finire il livello a regola d'arte (ma non sempre) o soprattutto utilizzare gli shortcut che ci vengono segnalati quando otteniamo l'oro nel medesimo livello tuttavia è abbastanza semplice sfruttare lo shortcut ragion per cui la vera sfida è prendere l'oro. Dal momento che non è obbligatorio prendere tutti gli ori ma solo una certa quantità, il gioco volendo può essere anche rushato, ma vi consiglio di prendere da subito tutti gli ori perchè il livello di sfida è impegnativo ma mai frustrante.

La difficoltà infatti è data dalla complessità dei percorsi che aumenterà verso la fine tuttavia i singoli livelli durano poco, solitamente un minuto se completati e meno se li si interrompe prima, questo consentirà di ripetere continuamente i livelli per padroneggiarli appieno e senza che insorga alcun senso di frustrazione anzi, il gioco sarà sempre divertente e non ci saranno mai momenti morti.

Esteticamente è fantastico, non è che lo stile artistico sia particolarmente originale ma i livelli ambientati in paradiso sono bellissimi ed accompagnati da una mega colonna sonora.

Neon White è sinceramente uno dei giochi più divertenti che abbia mai giocato, non annoia letteralmente mai, è impegnativo ma non frustrante, estremamente riuscito sotto ogni aspetto, a mio avviso e gusto è privo di difetti rilevanti in più prende anche per la narrazione, è un gioco semplicemente formidabile, uno dei titoli più belli che abbia giocato e vi consiglio caldamente l'acquisto. Per me allo stato attuale, considerando i titoli usciti quest'anno fino ad adesso, è Goty 2022.

10

Voto assegnato da Fonzie Grande Gamer
Media utenti: 10 · Recensioni della critica: 8.8

Non ci sono interventi da mostrare 😔