Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Kappakappa3 condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Kappakappa3, aggiungilo agli amici adesso.

Kappakappa3

ha scritto una recensione su Sayonara Wild Hearts

Cover Sayonara Wild Hearts per iOS

Una piccola perla da ascoltare

Era da molto tempo che non giocavo un titolo del genere. Anzi, forse non ho mai avuto il piacere di giocare una cosa simile. I ragazzi della software house Simogo hanno fatto centro.

Un titolo che vi lascerà ad occhi, bocca ed orecchie aperti.

Ma cos’è Sayonara Wild Hearts?

Sostanzialmente un viaggio, fatto di immagini e musica. Un viaggio in un mondo che vi affascinerà e catturerà fin da subito grazie ad uno stile unico ed originale. Vi ritroverete, a ritmo di musica, a cavalcare cervi, guidare macchine, sparare frecce e volare. Credetemi! Spiegare cos’è SwH è complicato, ma una volta avviati non potrete farne a meno.

Peccato solo per la durata davvero esigua ( circa 2 ore ), che spero venga allungata con stage aggiuntivi in futuro.

Se potete, fatelo vostro. E prima di subito!

9

Voto assegnato da Kappakappa3
Media utenti: 9

Kappakappa3
Cover Ori and the Blind Forest: Definitive Edition per Nintendo Switch

Il bellissimo viaggio di Ori

Sempre interessato al titolo, appena saputo del suo approdo su Switch, non me lo son fatto di certo scappare.

Signori, signore, ragazzi, ragazze, Shiki ( entità a parte ).... siamo davanti ad un capolavoro del suo genere.

Tutto bilanciato, tutto bellissimo. Musiche ed immagini che si fondono all’unisono, creando una sorta di poesia su schermo. Evocativo.

Fatevi questo favore, compratelo! Non ve ne pentirete!

9.5

Voto assegnato da Kappakappa3
Media utenti: 9.4 · Recensioni della critica: 8.6

Kappakappa3
Cover The Legend of Zelda: Link's Awakening per Nintendo Switch

Alla scoperta di Koholint

Quest’anno uno dei titoli che più attendevo era sicuramente questo remake by Grezzo, che già ci ha abituato a buone performance sulla sempre verde Nintendo 3DS.

Il titolo, come tutti i capitoli del brand, è di pregevole fattura. Level design, musiche, personaggi strambi e gameplay vario e divertente. Questa volta non dovremmo salvare la principessa Zelda, ma dovremmo “indagare” su quello che accade nella bella isola di Koholint. Il titolo si presenta in una veste grafica graziosissima, una gioia per gli occhi, con un gioco di colori che allieteranno le nostre pupille. Ben riusciti, come quasi sempre, i dungeon. Gli ultimi tre mi sono piaciuti davvero tantissimo, con il tempio della maschera che vince la palma come mio preferito. Buona la difficoltà e la longevità, che si attesta sulle 12 ore.

Peccato per il framerate ballerino, che sia in modalità dock che in quella portatile, risulta fastidioso. Non eccessivamente da minare l’esperienza di gioco, ma pur sempre fastidiosa. Occasione mancata, del tutto, per la modalità dungeon Maker, dove saremo alle prese con delle tessere per poter costruire i nostri personali dungeon. La modalità, oltre ad esser sprovvista della condivisione tramite il servizio online, risulta ripetitiva, tediosa e mai realmente soddisfacente.

In conclusione, posso tranquillamente scrivere che anche quest’avventura nei panni di Link, risulta essere tanta roba. Una gioia per gli occhi e per il cuore. Assolutamente da giocare!

Ps: E impagabile l’audio che parte ogni qualvolta utilizziamo l’attacco in corsa di Link!

8.9

Voto assegnato da Kappakappa3
Media utenti: 8.7 · Recensioni della critica: 8.8

Kappakappa3

ha scritto una recensione su ASTRAL CHAIN

Cover ASTRAL CHAIN per Nintendo Switch

Inaspettato

Qualche tempo fa Nintendo annunciò un nuovo gioco in esclusiva per la sua console ibrida. Tutti erano contenti, tutti erano felici, ma io leggendo quelle due paroline ero molto titubante. Quali?

Platinum Games.

Non sono mai stato un fan della software house devota agli action, ma ho sempre ritenuto tale team davvero capace soprattutto nel costruire i propri CS. In passato ho giocato e finito Vanquish e Bayonetta, ed ho provato le demo di Nier e di Wonderful 101. Tutti i titoli mi han convinto a metà, a causa della fortissima impronta action degli stessi, fatta di miriadi di scontri e combo iper tecniche da imparare. Diciamolo, non sono un tipo da action Game, ed è proprio per tale ragione che ho vissuto l’approdo dell’ultima fatica PG su Switch, con un po’ di distacco e senza tante aspettative.

Povero sciocco!

In Astral Chain, vestiremo i panni di uno dei due gemelli Howard. Il mondo che Platinum ci racconta, va verso l’estinzione, a causa delle Chimere, mostri che non sono visibili dall’occhio umano. Solo una squadra speciale della polizia ha il talento e la forza per poter vedere chiaramente le Chimere: la squadra Neuron. Fanno parte dell’allegra combriccola, ovviamente, anche i gemellini, che tramite i Legion, Chimere tenute ad una specie di guinzaglio chiamata catena astrale, hanno il compito di riportare la situazione alla normalità.

Il titolo è stata una sorpresa continua. “Un action non-action”. Sembra quasi costruito per me!

Volendo riassumere la struttura di Astral Chain, possiamo dire che ciclicamente dovremo affrontare 2 diverse fasi di gioco. Quella investigativa, dove dovremo far luce sugli avvenimenti nell’Arca, la città dove sorge la nostra base operativa, chiedendo in giro agli abitanti del posto e ricostruendo le dinamiche di ciò che è avvenuto; la fase esplorativa, che avviene nel “piano astrale”, dove, per arrivare ai mid-boss del livello, dovremmo risolvere vari puzzle ambientali, andando ad utilizzare le caratteristiche dei nostri Legion ( la mia parte preferita ) ; Le due fasi sono amalgamate perfettamente e sono tenute vive dai vari scontri che si susseguiranno durante le circa 20 ore di gioco che ci serviranno per terminare l’avventura. Il CS è, tanto per cambiare, qualitativamente eccellente, profondo, veloce e strategico. Dopo le prime ore di assestamento, riuscirete davvero ad avere tante soddisfazioni. Peccato per l’ultimo capitolo del gioco, una sequenza infinita di scontri senza soluzione di continuità, che ha messo a dura prova la mia pazienza. Davvero noiosa come parte! Si poteva, a mio avviso, fare molto meglio.

La trama e la narrazione sono un buon pretesto per andare avanti, non annoia mai, e l’ho trovata perfettamente in linea con le trame dei titoli usciti nell’ultimo decennio. La OST è calzante, anche se non memorabile e la resa grafica e tecnica sono di buon livello. Nessun calo di frame rate, nemmeno negli scontri più confusionari.

Insomma, un titolo inaspettatamente bello. Un titolo di alto livello. Spero possano sfruttare l’ip in futuro per rivivere ulteriori capitoli.

9

Voto assegnato da Kappakappa3
Media utenti: 8.8 · Recensioni della critica: 8.7

Non ci sono interventi da mostrare.