Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Su Kazuma Kiryu

Since 1983- Videogioco e colleziono per passione praticamente da sempre. Amo la cultura Giapponese, culla di gran parte delle mie passioni fin dall'infanzia.

Kazuma Kiryu condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Kazuma Kiryu, aggiungilo agli amici adesso.

Kazuma Kiryu
Cover GTI CLUB Supermini Festa! per Wii

Il racing arcade definitivo per Wii...e non solo!

Non c'è alcun dubbio, GTI Club Super Mini Festa è in assoluto una delle perle piú sottovalutate dell'intera softeca Wii e a dirla tutta anche uno dei titoli piú sottovalutati tra i racing game di concezione tipicamente arcade.
GTI Club è una saga Konami nata nell'oramai lontanissimo 1996 nei circuiti arcade. Il primo capitolo è stato convertito solo digitalmente in forma di remake su Ps3 nel 2010, e la serie ha avuto ben 2 sequel, sempre usciti in sala giochi, l'ultimo dei quali, il qui presente Super Mini Festa del 2008 è stato convertito anche su Wii e Psp con diversi elementi extra al seguito, sempre nel 2010.
Svariate le auto su licenza messe a disposizione per questo titolo: si va dalle sempreverdi Mini, fino ad arrivare alle Peugeot, le Renault, la mitica Golf primo e secondo modello, Fiat 500 storica e moderna, le Alfa Romeo e per finire, persino la leggendaria Lancia Delta Integrale!
Il gioco in questione si presenta sulle prime come uno stranissimo ibrido di minigiochi di concezione arcade in prevalenza:
abbiamo una sorta di gioco di calcio dove bisogna segnare con le auto spingendo un pallone gigante in porta, una caccia a chi raccoglie piú monete, una sorta di acchiapparella con tanto di bomba a tempo, scatole da trasportare piú tante altre varianti sempre accuratamente diversificate.
Tutto questo senza dimenticare l'anima portante del gioco: le corse competitive in mezzo al traffico urbano con tante scorciatoie da prendere di volta in volta.
Sulle prime la sola difficoltá principiante non permetterá tante digressione dai 5 tracciati principali, ovvero: Francia, un tracciato estrapolato dal primo coin op della saga del 1996, poi l' Italia, tracciato del secondo capitolo della saga del 2000 e Regno Unito, tracciato del coin op originale del 2008, Super Mini Festa.
Per finire sono presenti 2 tracciati extra: quello degli Usa che era segreto e sbloccabile nel cabinato arcade e quello inedito del Giappone, realizzato per le sole versioni console nel 2010.
Finendo per la prima volta la modalitá missione a difficoltá principiante, si sbloccheranno i percorsi intermedi e avanzati di ogni tracciato ed è proprio qui che comincia la vera festa che da il nome al titolo.
Il gioco a queste difficoltá diventa un tripudio di scorciatoie, una piú fuori di testa dell'altra. Si passa senza soluzione di continuitá da una
semplice scorciatoia di una vietta di un paese Italico, ad attraversare una superstrada Giapponese, violando vari caselli, per finire in un parcheggio sotterraneo e perfino ad attraversare una metropolitana Inglese.
Lo spasso che regala ogni partita,sopratutto in multiplayer competitivo è qualcosa che va davvero provata per capire il livello di divertimento che scaturisce giocando questa perla arcade di Konami.
Nonostante non esista una vera e propria modalitá carriera e le corse in multiplayer sostanzialmente si limitino ad una semplice partita nel circuito scelto, il gioco si dimostra tutt'altro che avaro nei contenuti e sopratutto nella longevitá, che complice i vari sbloccabili, auto potenziabili di volta in volta, personalizzazioni varie, piú nuove auto da ottenere, riesce sempre a garantire una certa assuefazione nel giocatore, che comunque difficilmente si annoierá provando tutto quello che il gioco mette a disposizione, siano esse partite fugaci o decise missioni da affrontare in single o multiplayer.
Purtroppo dalla conversione da arcade si è perso parecchio in ambito prettamente tecnico, tanto che il remake del primo capitolo uscito solo per Ps3 risulta tremendamente piú bello visivamente parlando, ciononostante il gioco è molto fedele nel feeling e nel colpo d'occhio generale al coin op originale, cosa che non può assolutamente passare inosservata per chi ha giá avuto modo di approcciare questo divertentissimo titolo in sala giochi.
In definitiva se amate i giochi di guida arcade e avete un Nintendo Wii, non fatevi sfuggire questa perla made in Konami.

PRO:

- Racing arcade tremendamente divertente e molto variegato nei contenuti.
- Multiplayer competitivo in locale fino a 4 giocatori in contemporanea
- Wii Wheel ottimamente implementato
- 5 tracciati sapientemente sfacettati a difficoltá intermedia e sopratutto avanzata
- Lodevoli le licenze per molte auto storiche.
- Circuiti, personalizzazioni delle auto e alcune modalitá totalmente inedite rispetto al coin op originale.
- Titolo ottimo anche per un pubblico non avvezzo al gaming, grazie all'eccellente fruibilitá dei controlli.

CON:

- Tecnicamente non all'altezza del coin op originale
- Il gioco da il meglio di se solo se accuratamente sondato grazie ai vari sbloccabili, tracciati compresi.
- Personalizzazioni delle auto di molto limitata rispetto ai ben piú blasonati racing simulativi.
- Customizzazione dei controlli in game purtroppo inesistente
- Modalitá online oramai andata irrimediabilmente persa

EDIT:
- In 4 giocatori split screen in contemporanea, il gioco perde in qualità grafica, con un eccessiva riduzione della draw distance, cosa che di fatto fa comparire oggetti e palazzi all'ultimo secondo, inoltre gli fps calano spesso irrimediabilmente quando si gioca in 4, elemento questo per fortuna totalmente assente in single player ed in 2 giocatori via split screen.

8.5

Voto assegnato da Kazuma Kiryu
Media utenti: 8.5 · Recensioni della critica: 4.8

Kazuma Kiryu

ha scritto una recensione su Melfand Stories

Cover Melfand Stories per Snes

Action/hack'n slash fantasy side scrolling di pregevole fattura.

Piccola gemma della softeca Snes misconosciuta ai piú, rimasta confinata al solo Giappone e uscita nel 1994.
Trattasi sostanzialmente di un arcade action hack'n slash a scorrimento a tematica fortemente fantasy, sulla falsa riga dei D&D e di King of Dragons di Capcom.
4 personaggi selezionabili, ognuno con la propria classe e arma che sostanzialmente ne determina il raggio di azione, questo elemento pesa su tutta la buona riuscita del gioco, considerando anche il fatto che il tasto di attacco all'occorrenza, se tenuto premuto, diventa anche un efficace parata che mette al sicuro praticamente da quasi ogni attacco.
Diversi i percorsi alternativi
selezionabili che determinano di volta in volta anche la difficoltá degli stage da affrontare.
La cosa veramente carina è che complice i percorsi alternativi e un livello finale che cambia totalmente in base al personaggio selezionato, il gioco risulta fortemente rigiocabile e mai noioso, anzi, a dirla tutta scoperti i pattern dei nemici/boss, il tutto risulta una passeggiata di salute.
Per gli amanti del genere lo consiglio vivamente, anche perchè risulta godibilissimo e fruibilissimo indipendentemente dai pochi testi in game in lingua Giapponese.

PRO:

- 4 personaggi selezionabili con diversi epiloghi e stage finali.
- Veste grafica carinissima
- Location, boss e bestiario accuratamente diversificato di stage in stage.
- Diversi i bivi che comportano stage alternativi da affrontare di volta in volta.
- Molto rigiocabile

CON:

- Longevitá nel complesso davvero esigua
- Memorizzati pattern di attacco e usando accuratamente la parata, il gioco diventa sostanzialmente una passeggiata

8

Voto assegnato da Kazuma Kiryu
Media utenti: 8

Kazuma Kiryu

ha scritto una recensione su Super Ninja-Kun

Cover Super Ninja-Kun per Snes

Action platform senza infamia, ne lode, con un aspetto grafico carinissimo.
Un vero peccato che il level design alla base si riveli sulla lunga abbastanza ripetitivo e che inoltre sia un titolo del tutto privo del fattore difficoltá.
Menzione speciale per le boss fight spesso molto originali e diversificate.

PRO:

- Bellissimi gli sprite e carinissima la veste grafica
- Platform 2D di concezione tipicamente arcade
- Boss fight sempre molto varie e valide

CON:

- Level design sulla lunga abbastanza ripetitivo
- Difficoltá inesistente

7

Voto assegnato da Kazuma Kiryu
Media utenti: 7

Kazuma Kiryu

ha scritto una recensione su Pocky & Rocky Reshrined

Cover Pocky & Rocky Reshrined per Nintendo Switch

Primo titolo della saga che gioco da cima a fondo.Devo dire che graficamente si dimostra da subito molto valido, con sprite, animazioni ed enemy design da brodo di giuggiole per gli amanti dei cari vecchi sprite in 2D e del folklore Giapponese che permea tutta questa produzione.
Se siete fan dei shmups di vecchia concezione, con visuale a volo d'uccello e azione forsennata su schermo, avrete pane per i vostri denti.
I nei piú grandi che ho riscontrato in questo titolo sono la modalitá coop op, denominata "free mode" che va obbligatoriamente sbloccata finendo la modalitá story mode una prima volta in modalitá normale e una modalitá denominata very easy, anch'essa sbloccabile dopo aver finito il gioco con normal ( prima volta in vita mia che vedo una cosa del genere che a mio avviso non ha alcun senso... 😅) , nonchè una longevitá davvero troppo esigua, 8 stage totali di cui 2 sostanzialmente sono solo una boss fight.
Titolo senza dubbio molto carino, ma sono sincero, mi aspettavo davvero qualcosa in piú e sopratutto avrei voluto poterlo giocare da subito in modalitá cooperativa.

PRO:

- Ottima la veste grafica e le animazioni
- Level ed enemy design di sicuro impatto per gli amanti del folklore Giapponese
- Molto impegnativo, ma mai veramente frustrante, complice i checkpoint a metà di ogni stage

CON:

- Modalitá very easy, free mode e coop op da sbloccare finendo una prima volta lo story mode principale.
- La difficoltá impegnativa potrebbe scoraggiare chi non è avvezzo al genere e ha poca pazienza.
- Davvero troppo corto

7.5

Voto assegnato da Kazuma Kiryu
Media utenti: 7.8

Non ci sono interventi da mostrare 😔