Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Lagomorph condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Lagomorph, aggiungilo agli amici adesso.

Lagomorph

ha pubblicato un'immagine nell'album TOP 10 - 2018 riguardante Kingdom: Classic

Riprendendo l'iniziativa dell'anno scorso, ecco anche la top del 2018 che vedrà susseguirsi una posizione al giorno accompagnata da un'immagine ed una più o meno breve descrizione del titolo e, soprattutto, della mia esperienza con quest'ultimo.
Quest'anno ho completato meno giochi rispetto agli scorsi, non solo per l'ovvio tempo disponibile drasticamente diminuito causa lavoro, ma anche perché diversi tra quelli che ho affrontato mi hanno richiesto un bel quantitativo di ore; ben 3 hanno superato le 100 ed
un altro ha addirittura raggiunto le 200.
Ma bando alle ciance ed accompagniamo a questa introduzione anche le 3 honorable mentions d'apertura, nel dettaglio:

- Kingdom: Classic(PC), uno strategico gestionale talmente semplice da essere giocabile con il solo uso delle frecce direzionali, ma non per questo meno divertente ed interessante.
- Batman: The Telltale Series(PS4), un gioco iniziato senza aspettative giusto perché regalato col plus e perché sapevo che non mi avrebbe preso molto tempo, ed invece ha saputo stupirmi offrendo un'avventura che non si limitava a mostrare le prodezze dell'uomo pipistrello ma che sviscerava anche le difficoltà di Bruce Wayne e di quel delirio di città che è Gotham. Peccato per i soliti difetti storici targati Telltale, quindi scelte che non portano reali conseguenze, finali che non chiudono mai nulla e comparti tecnici imbarazzanti.
- RPG Maker Fes(3DS), consolizzare e rendere portatile il più famoso tool di creazione di giochi di ruolo è stata un'idea che mi ha stuzzicato sin dai primi annunci di Fes, e quando ci ho messo le mani sopra ho adorato il poter mettermi in qualsiasi momento a creare, anche magari giusto per una sessione flash. Per quanto semplificato poi, l'editor richiede comunque di essere compreso empiricamente vista l'assenza di un tutorial, regalando soddisfazioni notevoli quando si scopre come fare qualcosa di nuovo che magari reputavamo impossibile o troppo complicato. Geniale anche l'idea del player scaricabile gratuitamente, permettendo a chiunque di provare le creazioni altrui(anche per prenderne spunto). Peccato solo per gli enormi limiti di questa versione, che in alcuni casi risultano in ostacoli esagerati alla creatività.