Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Lagomorph condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Lagomorph, aggiungilo agli amici adesso.

Lagomorph

ha pubblicato un'immagine nell'album TOP 10 - 2018 riguardante Ni-Oh

# 3 Ni-Oh(PS4)

Ed il gradino più basso del podio se lo aggiudica un titolo che ho davvero adorato, ho passato decine di ore di puro divertimento su Ni-Oh nonostante inizialmente non ero molto convinto che potesse piacermi, questo perché effettivamente il gioco ha un ritmo molto più veloce rispetto agli altri soulslike avvicinandosi ad un hack 'n slash come ad esempio i stessi Ninja Gaiden sviluppati in precedenza dal medesimo studio. Infatti, uno dei motivi per cui amo il combat system della serie di Hidetaka Miyazaki è proprio la sua lentezza quasi realistica che permette di ragionare meglio su ogni mossa e di studiare per bene gli attacchi dei nemici e di evitarli meglio che possiamo, proprio per questo le prime ore su Ni-Oh mi hanno spiazzato, ma è bastato poco di più per abituarmi alle nuove tempistiche e di conseguenza, per cominciare ad appassionarmi all'opera.
Tanto che, qui lo dico e qui lo nego, potrei forse arrivare a dire che il sistema di combattimento l'ho preferito persino a quello dei Souls. Si, avete sentito bene.
Giusto per dire, appena finita l'avventura ne volevo ancora e mi sono precipitato a comprare il season pass e mi sono sparato quei 3 bellissimi DLC uno dopo l'altro. <3
Questo perché il gioco riesce effettivamente ad accelerare guadagnando di conseguenza tutti i pregi che ciò comporta, dall'adrenalina alla sfida dei riflessi, senza però perdere i tatticismi che hanno reso grande il genere, come sempre quindi dovremo studiare per bene i moveset dei nemici e riconoscere ogni loro più piccola movenza per capire quale tipo di attacco stanno per eseguire. Scoprire punti deboli, approfittare delle debolezze, tenere bene a mente le distanze ed usare sapientemente gli oggetti sono tutti fattori presenti che sinceramente pensavo si sarebbero persi ma che invece qui riescono forse a brillare ancora di più. Inoltre questo è probabilmente il soulslike con più personalità sul mercato, non solo per il carisma ma anche perché è quello che più cerca di distaccarsi ed innovare rispetto a ciò da cui prende spunto, troviamo quindi un sacco di nuove meccaniche come gli spiriti guardiani e la living weapon, lo switch istantaneo tra le 2 armi equipaggiate, la gestione non solo della propria stamina ma anche di quella dei nemici, le 3 stance diverse e tante altre ancora, giusto per citarne alcune delle più notevoli.
Anche i nemici sono realizzati molto bene ed i boss sono sempre uno spettacolo da affrontare, anche se purtroppo c'è una certa lacuna nel bestiario e considerando che il gioco offre anche delle missioni secondarie vi capiterà di riaffrontare decine di volte gli stessi avversari, ed a lungo andare ci si scoccia davvero tanto.
C'è anche da specificare che Ni-Oh è un gioco con una moltitudine di statistiche ed effetti secondari tra i più disparati sia per quanto riguarda il personaggio che per i suoi spiriti ed equipaggiamenti, quindi per padroneggiarlo si dovrà passare per forza di cose una marea di ore tra i vari menù per trovare lo combinazioni migliori grazie anche ad una certa customizzazione di armi ed armature che soprattutto nei new game + saranno indispensabili. Però questa essenza molto più "Stats Wise" unita ad alcune meccaniche(Living Weapon in primis) arrivano a rendere il gioco molto più semplice del previsto se si riesce ad abusarne. Parlando di difficoltà poi, il titolo tralasciando ciò che ho appena detto presenta comunque un ottimo grado di sfida, ma a volte esagera con i danni che se già nella prime run sono alti, nella Via del Demone(NG++) si traducono in un colpo massimo tankabile dai mob se avete un buon equipaggiamento mentre i boss vi shotteranno SEMPRE! rotfl

Altra cosa con la quale Ni-Oh mi ha rubato il cuore è l'ambientazione e l'art direction in generale, già l'idea di base di un soulslike nel quale combattere i più famosi demoni del folklore giapponese era da lucciconi, se poi consideriamo che è stata realizzata con una cura eccezionale sia nelle location che nei mostri il piatto è servito, anche le scelte registiche delle cutscene, il character design, i menù, e tutto il contorno funzionano alla grande e ricreano perfettamente il contesto desiderato.
Il motore grafico poi riesce a trasporre il tutto perfettamente ed a tenersi abbastanza leggero da girare tranquillamente a 60 fps anche su PS4 standard, ovviamente scegliendo l'opzione delle prestazioni invece che quella dei dettagli.
Anche l'idea del doppiaggio è stata fantastica, infatti si è ben pensato di far parlare i personaggi nell'effettiva lingua da loro usata, quindi inglese per il protagonista ed i nemici della prima parte, giapponese per praticamente tutti gli altri o l'ENGRISH di Hanzo quando prova a parlare a William. rotfl (Ah, e spagnolo in un DLC)
Peccato invece per la OST, di buon livello ma con pochissime tracce, tanto che in alcuni casi addirittura 4 o 5 boss utilizzano la stessa, un vero peccato.

Ah e poi una parentesi sulla storia, argomento che mi ha fatto parecchio incazzare. Per carità non è certo una grande trama, ma bollandola come di merda perché non ci si è capito un cazzo solo perché non si hanno le basi storiche per capire il setting nel quale è ambientata è un comportamento da stronzi. E' come se uscisse un gioco sull'antica Roma ed un giapponese dicesse che fa cagare perché non ha idea del contesto e non sa chi sia Cesare.
Per chi non lo sapesse quindi, Ni-Oh è ambientato in Giappone più o meno agli inizi del 1600 e quindi nel passaggio tra il periodo Sengoku e quello Edo, dove da poco Oda Nobunaga è morto nel suo tentativo di unificare il paese lasciando lo shogunato a Tokugawa Ieyasu. Il gioco reinterpreta la storia aggiungendoci gli Yokai ed altre sfaccettature fantasy, riprendendo una marea di personaggi realmente esistiti che magari avrete già sentito anche in altri giochi Koei come Ishida Mitsunari, in questo miasma noi ripercorriamo la storia di William, un personaggio d'eccezione nella storia giapponese che dopo essere approdato nel paese del sol levante diventò velocemente uno dei consiglieri più fidati di Ieyasu portando grandi benefici alla società nipponica, come ad esempio la costruzione delle prima flotta navale in stile occidentale e la consolidazione dei rapporti commerciali con l'occidente. Quindi ragazzi non si può pretendere che su ognuna di queste cose si aprisse un approfondimento, sono cose che si sanno dove è nato questo gioco ed una volta detto il nome di un personaggio o di una battaglia si sa già a cosa ci si riferisce, anch'io ammetto di avere conoscenze limitate su questo argomento ma anche solo quel poco che è sapevo è bastato per gasarmi a bestia, immagino solo la figata che potesse essere avendo un background completo. ahsisi

Ma nonostante questo Ni-Oh è piaciuto ed i dati di vendita lo dimostrano, settando(e superando) nuovi record per gli standard occidentali di Koei, tanto che all'E3 2018 ci hanno rivelato lo sviluppo in corso di Ni-Oh 2, forse il gioco che attualmente aspetto di più. <3