Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Light condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Light, aggiungilo agli amici adesso.

Light

ha scritto una recensione su Vagrant Story

Cover Vagrant Story per PSX

Era il 2000. Lo giocai nello stesso mese di uscita della versione americana.
Credo di essere stato uno dei pochi all'epoca che riuscì ad andare oltre il muro del gameplay apparentemente inaccessibile, e che aveva capito che quello che aveva tra le mani era un potenziale capolavoro videoludico.
Ricordo ancora lo stupore nel vedere cosa poteva fare tecnicamente una Play Station® in mano a sviluppatori competenti e come riusciva a intrattenerti con delle meccaniche di gioco apparentemente inaccessibili ma realmente appaganti. Per non parlare poi del lato artistico che in Vagrant Story pare il fattore preponderante: Regia di scene d'intermezzo, musiche orchestrali degne di Hollywood, trama intricata e per niente prevedibile.
Quello che però ho sempre apprezzato in Vagrant Story è proprio quello che non si vede: non ho mai visto in vita mia un videogioco che fosse in grado di ricreare un'atmosfera, un'anima simile, partendo da delle "semplici" texture, dei suoni orchestrali campionati e una struttura di gioco rigida, senza rischiare mai che queste cose (magari un pò limitanti) permettessero al giocatore ricettivo e attento di perdere di vista quest'anima durante lo scorrere del tempo di gioco.
Il "giocatore attento", il "giocatore di nicchia" che in questo caso diventa fruitore di qualcosa di gran lunga più grande di un videogioco: un'opera d'arte in tutti i sensi!

10

Voto assegnato da Light
Media utenti: 8.7

Non ci sono interventi da mostrare.