Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Ludopatia condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Ludopatia, aggiungilo agli amici adesso.

Ludopatia
Cover Dragon Quest XI: Echoes of an Elusive Age per PS4

Roba di classe

Non sono un fanatico degli jrpg nè tantomeno un estimatore della saga di Dragon Quest. All'annuncio di XI, però, il seme della curiosità è stato piantato in me ed ho deciso di iniziarmi alla saga con il magnifico DQ8 per ps2. Spolpato il decennale capitolo di due generazioni fa, mi sono buttato subito su questo.
M a g n i f i c o.

Innanzitutto, cosa è dq?
Un jrpg classico a turni dove è la sostanza a fare da padrona. La trama è un banale pretesto per mettersi a esplorare e combattere.
Rispetto al VIII (mio unico metro di paragone nella saga) questo capitolo punta generalmente di più sulla storia. Il risultato è piacevole, semplice ma ben scritta, niente di assurdo eh.
In questa versione per noi occidentali hanno aggiunto delle opzioni "estreme" da scegliere per chi vuole una difficolta maggiore. Non posso che consigliarvele, poichè il gioco alla sua difficoltà originale è veramente troppo troppo facile. Non sono un esperto di questo genere, ma posso dire che mi sono trovato più volte in grande difficoltà. Il grinding è necessario per proseguire, alcuni dei millemila boss sono veramente ostici.
La longevità è alitissima
Io ci ho messo 90 ore a finirlo, e ho saltato il 70% delle side quest: in primis perchè molte sono stupide, e secondo poi perchè le ricompense non mi servivano. Mi sono fatto solo quelle che mi davano qualcosa di buono.
Lo stile grafico è una gioia per gli occhi signori, ma veramente veramente bello. Ho goduto per tutte le 90 ore.
Il party è bello grosso, e potrete switchare i pg come più volete. Inoltre lo skill three per ognuno è abbastanza ampio da permettere svariati setting. Devo menzionare per forza la presenza di un restat perchè è ciò che rende sempre fresco il gioco.
Design e quantità di mostri eccelsa.

Non è ovviamente esente da difetti, che elencherò quì di seguito, ma mi sono sentito di dargli lo stesso un 9 perchè è un prodotto troppo pregievole:

-colonna sonora.
In midi, 4 tracce in tutto il gioco. È terribile, inizi a odiarla e alla fine TOGLI LA MUSICA DALLE OPZIONI. Una scelta terribile.

-post game
È presente un post game bello corposo, da circa 20 30 ore. Il problema è che, apparte tre o quattro quest, il resto è una riproposizione di vecchi dungeon e boss che potevano benissimo risparmiarsi. Avrei gradito altro sinceramente.

-vero finale in post game
Una scelta un po' del cazzo, ma vabè. Non capirò mai i finti finali dove devi farti il post game per vedere quello vero.

-il boss finale necessita del party al 99 e dovrete grindarvi 19 livelli nel migliore dei casi,per batterlo. Esiste un trucchetto per metterci solo 2 ore,e l'ho usato, ma sono 2 ore di rottura di coglioni. Non m'è piaciuta sta cosa.

Enniente ragazzi. Consigliatissimo a tutti, amanti del genere e non.

Ludopatia
Cover Hellblade: Senua's Sacrifice per PS4

Hellblade: Gameplay's Sacrifice

Un titolo veramente pregno di qualità, dal potenziale immenso. Hellblade non è decisamente un gioco per tutti, e forse sono io a non apprezzare quello che gli sviluppatori volevano comunicare, ma ha dei gravissimi difetti che non gli fanno spiccare il volo. Fin da subito mostra i muscoli con un comparto tecnico sbalorditivo tra grafica, stile artistico decisamente di grande caratura, gestione delle luci e idee di un impatto geniale.
Purtroppo nonostante le 7 ore per portarlo a termine si sente una ripetitività di fondo che snerva totalmente, abbinato ad un combat system decisamente troppo basilare per far fronte a questo gioco che sembra voler basare uno dei suoi punti forti proprio sul combattimento. Reso tecnicamente valido, con feedback dei colpi ottimo, scontri tosti il giusto e avvincenti. Il fatto è che non ci si sente parte della lotta, ci sono veramente 3 combo contate e basta, avremo visto tutto già nelle prime battute compresi purtroppo i nemici. Ce ne sono solamente 5 tipi, ripetuti da inizio a fine, praticamente identici in pattern e aspetto.
Il mondo di gioco per quanto bello è un corridoio esplorabile con estrema lentezza, che unito ai troppo lunghi momenti di walking simulator e backtracking soporifero lo demoliscono totalmente. Enigmi ambientali di varia natura sono ben pensati ma troppo troppo uguali nella meccanica su cui si basano. Il tutto risulta una figata nella prima fase, e un boccone amaro una volta capita la routine.
Per farla breve il gioco si suddivide in: A passeggiata, B enigma, C combattimento... ed in tutte e 3, da inizio a fine, non cambieranno mai le sfide proposte.
Dal canto suo storia e comparto audio sono eccezzionali, con un premio particolare proprio a quest'ultimo che vanta un doppiaggio e uno stile che andrebbe preso d'esempio. Atmosfera top.

Alla fine della fiera hellblade è un grande gioco a cui si è pensato troppo poco al gameplay, fattore determinante che non riesce a farmelo premiare. Si meriterebbe molto di più, ma 7 è la mia punizione verso tanto spreco, e 7 come le ore in cui si poteva dare di più.

7

Voto assegnato da Ludopatia
Media utenti: 8.9 · Recensioni della critica: 8

Ludopatia
Cover Dragon Quest VIII: Journey of the Cursed King per PS2

Provato una sera per noia, e per vedere come mai fosse tanto osannato, ho finito per giocarci almeno 4 ore filate.
Dq8 è un jrpg a turni vecchia scuola, che fa della trama solo un semplice pretesto per darti modo di combattere contro le creature più disparate. Talmente semplice che i personaggi che ci accompagneranno nella nostra avventura hanno solo un accenno del loro background, si sa veramente poco e niente... per non parlare del protagonista completamente muto.
Per completare il gioco ho impiegato circa 70 ore, saltando il corposo post-game (per ora) perchè ne avevo decisamente abbastanza. Diciamo che la longevità non manca.
Il gioco ha fin dall'inizio un picco di difficoltà abbastanza medio-alto, ponendoti di fronte a nemici e boss che suderemo per buttare giù. In alcuni frangenti questa difficoltà raggiunge picchi esasperanti, costringendoti a grindare ore per livellare e ottenere denaro per equip migliore. Niente di artificialmente difficoltoso, basta una buona tattica per andare avanti, a fatica, ma ce la si fa.
La personalizzazzione dei pg è totalmente assente dal lato estetico, mentre per le build avremo modo di distribuire dei punti abilità a seconda delle nostre armi preferite. Non è possibile fare un restat durante la partita, quindi bisogna scegliere con cautela. La magia è l'arma più forte del gioco, al punto che nelle fasi finali uno solo dei 4 pg servirà per il melee,gli altri si occuperanno di buff e cure. Le abilità per ogni arma sono pochine, e per il 90% inutili. Skill tree gestito molto male.
Il mondo si presenta sotto forma di open world. Un bel mondo colorato, purtroppo molto spoglio (eccezione fatta per le città) e lento da esplorare, un po' per la velocità di movimento e un po' per la frequenza degli incontri casuali. Verso la metà del gioco viene offerta la possibilita di usare una cavalcatura, ahimè limitata ad uno solo dei 4 continenti disponibili, limitandone quindi l'uso e l'utilità. A fine gioco invece viene sbloccata un'abilità che permetterà di muoversi molto velocemente per l'enorme mole di mappa, ma onestamente è una feature che doveva essere inserita molto prima per alleggerire la formula.
Le secondarie non esistono, ogni quest che sbloccheremo sarà pertinente a quella principale, è quasi impossibile missarne una. Forse due o tre cose sono opzionali, ma non vi perdete niente di che.
Per avanzare nel gioco bisogna parlare con i propri compagni e gli npc, ricavando indizi su come muoversi. Ho apprezzato questo modo di fare, molto meglio dei soliti giochi che ti dicono anche quando andare al bagno.
Design di pg e mondo di gioco fantastico, grazie al maestro Toryiama che l'ha interamente disegnato col suo inconfondibile stile.
Fun fact: ho pensato di essere alla fine del gioco almeno 4 volte... la mole di contenuto è asfissiante quasi per via della sua natura "only gameplay". Non lo consiglio infatti ai non amanti dei jrpg a turni perchè può risultare un gioco molto pesante.
Per il periodo in cui è uscito è un signor gioco che merita le sue lodi... ad oggi la formula risulta un po' pesante e ripetitiva, si sente la mancanza di secondarie di qualità e dell'esplorazione che è ridotta veramente all'osso nonostante l'enorme vuota mappa. Invecchiato quindi maluccio dal lato gameplay nonostante uno stile grafico che penso rimarrà attuale per altri 30 anni. Ost orchestrale favolosa ma che purtroppo contiene veramente poche tracce, che ripetute di continuo portano facilmente all'odio.

In sostanza dq8 è veramente un grande gioco che vale la pena essere giocato dagli amanti dei turni vecchio stampo. È uno di quei giochi che conserva quella magia che ormai associo solo ai vecchi final fantasy. Avevo proprio voglia di grinding e puro gameplay.

8

Voto assegnato da Ludopatia
Media utenti: 9.4

Ludopatia

ha scritto una recensione su Far Cry 5

Cover Far Cry 5 per PS4

Occasione mancata

Questa recensione non contiene nessuno spoyler.

Quando è uscito ho guardato ogni videoreview e letto ogni parere. "More of the same!? No! Questo capitolo innova ed evolve"... ditemi che vi fumate perchè lo voglio anche io.

Partiamo dal presupposto che è il solito far cry canonico che ci siamo abituati a vedere: villain carismatico, open world, visioni oniriche e follia qua e là. Di pro c' è sicuramente il carisma e la caratterizzazione dei villain che questa volta sono ben 4: 3 tenenti e 1 boss finale. Il background su temi scottanti come la fede, la politica, la vita, la morte e il sacrificio sono ben resi, ma purtroppo se ne parla nelle brevi occasioni nelle quali incontriamo i boss di turno. Ottimo anche il fattore di poter scegliere da dove e come iniziare, senza seguire un percorso preciso. Fine, non ci sono altre caratteristiche che ho apprezzato nel gioco tanto da elogiarle.

È stato tolto il crafting tramite le pelli degli animali. Ora per ottenere fondine, faretre e zainetti bisogna spendere i punti abilità che si guadagnano facendo delle sfide. Sfide che sono cose del tipo "uccidi 10 nemici con un fucile a pompa".... non commento. Snaturato completamente. Non si riesce a distinguere una missione principale da una secondaria per quanto siano scialbe e poco interessanti sia le une che le altre. Il tutto si riduce a fare ciò che ci dicono per caricare una barra della "resistenza". Completata questa barra possiamo affrontare il tenente della regione interessata. Il problema è che le cose da fare sono le medesime ed identiche da inizio a fine: prendere avamposti, prendere avamposti che non sono veri e propri avamposti ma case a caso, uccidere tutti, resistere 5 minuti a ondate e ondate di nemici. Wow, fantastico! Il tutto senza avere il minimo senso logico nello svolgimento della storia. Lo fai perchè devi farlo per andare contro i cattivi, non c'è la trama a fare da collante e nè altra spiegazione. Non accade nulla dopo aver fatto le missioni, al massimo ti chiama il tenente arrabiato che gli hai sottratto un' altra casetta... bah...
Le secondarie sono molto più diversificate e carine, ma il 70% non contribuiscono all' avanzamento della storia, danno solo soldi se completate...
Come dicevo prima, se completate una missione riempirete una barra. Ogni volta che si riempie 1/3 di barra avrete modo di incontrare il tenente per una "missione principale" contro di lui. Innanzitutto la trasposizione per incontrarlo è forzatissima! Sverrete, anche senza motivo, e vi risvegliate legato e imbavagliato da lui. La missione il più delle volte (anzi, tutte) si riduce a vedere un filmato in CG o fare una determinata azione... quello che fa incazzare è che si ripetono anche più volte! Non bastava una, no, rifacciamo 3 volte la stessa cazzata! Ma per piacere, ma questo lo considerate davvero un tripla A? È un gioco fatto in fretta e furia, un contentino.
Boss fight brutte, brevi e anonime. Compresa la finale.

Ma la cosa senza dubbio più grave é il mutismo del personaggio principale... un uomo senza storia, senza motivi, senza logica, senza morale E SENZA PAROLA. MA CHE CAZZO!?
Se in Far Cry 3 si percepiva l' evoluzione del protagonista da ragazzino indifeso a pazzo omicida che voleva salvare amici e ragazza... quì il nulla! Invece di fare passi avanti facciamoli indietro. Sei muto, ricevi ordini e li fai, fine.

L' intelligenza artificiale che ha seri problemi lo vogliamo dire? Provate a farvi un avamposto full stealth, non ci riuscite. Sapete perchè? Se uccidi un nemico senz farti vedere né sentire, l'intera squadra nemica sa dove sei lo stesso e viene in massa. E totalmente inutile quindi come approccio, tanto vi sgamano subito. Abbiamo i diretti eredi di superman, vedono e sentono attraverso pavimenti e pareti.
Poi mettici che sono un amante dello stealth e che in far cry lo facevo SEMPRE perché premiava... ora non ha un cazzo di senso.

Ah sì, si può giocare in coop. Se siete soli come la merda allora avete 9 npc diversi da poter assoldare come aiutanti. Anche loro contribuiscono a non farvi fare lo stealth manco a immaginarvelo, perché si fanno sgamare come niente.

Lo skill tree ha abilità inutili e altre op. Vi basta sbloccare l'aviotrasporto per poter arrivare in volo in qualsiasi punto della mappa in meno di 1 minuto... e secondo me ha anche un senso questa cosa. Gli sviluppatori sanno che la mappa è vuota, tra un punto di interesse e l' altro sono dai 5 ai 10 minuti di camminata a cervello spento. L'hanno messa per poter ovviare a questa cosa. Comunque sia ho sbloccato solo una 15ina di abilità che mi servivano e ignorato le altre fino al conpletamento del gioco.

Finale di dubbio gusto e per nulla azzeccato.

Sono veramente schifato davanti le recensioni che ho visto e letto. Non c' é più oggettività e nessuno ha elencato le GRAVI lacune che il gioco ha. Vi invito a giocarlo per vedere voi stessi che ciò che scrivo è vero. Di questo passo le recensioni sono totalmente inutili se fioccano sempre e solo 9 con elogi... non ha senso leggerle, tanto vi inventate le cose.
Ultimo gioco ubisoft che compro. 3 su 3 mi hanno fatto pena quest' anno, una sh che punta sulla quantità e non sulla qualità. Basta.
Il 7 perché il tema di background è buono, altrimenti sarebbe un secco 6.

Non ci sono interventi da mostrare.