Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Myggdrasil condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Myggdrasil, aggiungilo agli amici adesso.

Myggdrasil

Quante belle idee di game design che ha questo titolo. Mi sta facendo riflettere su una cosa: è davvero così importante riempire un titolo di quest e "contenuto" o basta semplicemente una buona ossatura di base?
Perché, chiariamoci, le missioni saranno pure tutte uguali (ma non è vero), sarà anche un gioco interamente basato sul grinding (ma non è vero), eppure è il modo in cui Sea of Thieves veicola queste idee a renderlo speciale.
È un ottimo gioco anche così, soprattutto considerando il Gamepass e quindi il fatto che nessuno vi costringa a spendere 70 euro per giocarci. Mi piacerebbe se ci fosse un'ambientazione più approfondita, ma in realtà non ce n'è bisogno. Il mondo di Sea of Thieves non ha bisogno di essere spiegato, si regge sulle sue gambe con quelle poche informazioni, e sa essere misterioso come dovrebbero essere tutte le leggende piratesche. Avrebbe senso spiegare le origini del Kraken o degli scheletri o delle navi fantasma? Non è meglio che la loro natura rimanga ignota e venga accettata in quanto tale?
Anche dal punto di vista narrativo Sea of Thieves è affascinante, proprio perché non spiega nulla e le interazioni con gli altri giocatori avvengono in maniera spontanea e naturale.
È davvero uno dei pochi casi in cui mi sia dimenticato, recentemente, del mondo al di fuori dello schermo.
Poi potrà essere ripetitivo, senza dubbio, ci ho giocato solo una decina di ore, ma per me è già una delle esperienze più significative di questa generazione.