Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Nibbio Nevrastenico condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Nibbio Nevrastenico, aggiungilo agli amici adesso.

Cinema

ha pubblicato un'immagine nell'album NN

La signora di Shanghai (1947)
avete presenti le innumerevoli scene che appaiono nelle opere dei tipi più disparati in cui i protagonisti finiscono per vedersi coinvolti in lotte, sparatorie o inseguimenti dentro un labirinto degli specchi? Ecco questo tipo di sviluppo/ambientazione che evoca diverse tematiche che sono da sempre al centro del concetto stesso di cinema e che è carico di interrogativi e significati perturbanti apparve per la prima volta in questo celebre noir del maestro Orson Welles

Nibbio Nevrastenico

questa pagina è stata fondata per via che da tempo su Ludomedia si discuteva riguardo la mancanza di una stanza che trattasse il cinema in modo "diverso". Inoltre per via che sulla pagina principale con più iscritti riguardo il cinema di Ludo spesso è capitato che gli amministratori filtrassero i contenuti sulla base dei loro gusti cancellando i post che riportavano opinioni riguardo il cinema differenti dalle loro.
Colgo dunque l'occasione per:
1. ripostare per la terza volta (la prima su questa stanza) una mia breve recensione riguardo Interstellar che tanto non piaceva agli admin di Cinema Land da essere stata cancellata due volte a distanza di giorni.
2. per invitarvi a sostenere la pagina (partecipando o anche solo seguendola) in modo da darci stimoli per continuare a tenerla in vita e portare su Ludomedia una voce in più riguardo il cinema, per giunta libera e aperta a tutti e a tutte le opinioni

riguardo Interstellar (2014)
Nolan inizia puntando il dito trattando il tema ambientale. Da brava maestrina rassicura subito tutti facendo la morale che piace tanto agli scolari diligenti del pubblico che possono così avere i loro nemici e i loro spettri di paglia che li fanno sentire tanto bene. Poi siccome il catastrofismo e la megalomania non mancano mai in questi approcci, ecco che elabora il tutto con un improbabile cataclisma che ha devastato la terra in un futuro molto prossimo. Il film poi si sviluppa in modo affrettato e poco funzionale, è chiaro come per forza si sia voluto inserire una serie di scene del tutto forzate e poco funzionali solo perché "facevano figo". Il risultato è molto imbarazzante ma non quanto la sceneggiatura che sembra montata raccogliendo massime che sembrano prese da quelle tristissime pagine social che raccolgono citazioni. Alla fine poi viene apposto un fiocchetto di chiusura con un happy ending spiazzantemente ridicolo che risolve il tutto rivelandoci come la forza più grande dell'universo sarebbe l'amore.
Interstellar è però un film del quale si può dire senza dubbio che il ritmo sia stato gestito bene per via sopratutto di un ottimo montaggio (che è anche riuscito nell'addolcire, per quanto possibile, il pessimo sviluppo scenico prestabilito) e di una trama che comunque volente o dolente mantiene una certa suspance (risolta malissimo e in modo raffazzonato).
In conclusione possiamo dire che si tratta di un lungometraggio politicamente accomodante e con la stessa carica eversiva del fesival di Sanremo. È stato cucito su misura per famiglie, "salutisti new age" e pseudo-intelletualoidi postmoderni da social. Insomma per tutti quelli che fanno della masturbazione sterile e dell'auto compiacimento la propria cifra. Nolan ha in un colpo solo sfornato il film generalista moderno, in grado di abbracciare perfettamente il 90% del pubblico odierno. Del resto, come tutti i produttori ormai ad Hollywood sanno bene, lui ormai è una sicurezza su questo piano e dunque una fonte sicura di ritorni senza rischi di perdite economiche e sul quale si può investire a cuore leggero.

Nibbio Nevrastenico

ha pubblicato delle immagini nell'album Nibbio Nevrastenico

Spyro 2 e Spyro 3 per PSX
23€ caduno (40€ se comprate entrambi)
-il 2 aveva una unica localizzazione per l'Europa, il 3 invece diverse: questa è quella inglese

Non ci sono interventi da mostrare.