Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Nigomonster condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Nigomonster, aggiungilo agli amici adesso.

Nigomonster

ha scritto una recensione su Bit.Trip Saga

Cover Bit.Trip Saga per 3DS

Parlare di una collection è sempre difficile, ma nel caso di Bit.Trip Saga non parliamo di una collection, ma di un ciclo spezzettato in diverse parti che hanno preso la forma di giochi diversi. La serie di giochi ritmici di Gaijin Games infatti ha molta più profondità di quel che potrebbe sembrare. Tramite piccole e silenziose cutscene e un sacco di elementi e simbolismi nascosti nel gameplay stesso infatti, Bit.Trip Saga si presenta come una rappresentazione del ciclo vitale stesso.

Tutti i giochi di questa serie si rifanno allo stile visivo dei vecchi giochi arcade per Atari 2600, con uno sparuto numero di pixel che va a formare le diverse forme su schermo, usando però anche dei suggestivi sfondi tridimensionali, sempre tendenti al semplice come forme che si ritrovano ad essere parte di simbolismi ben specifici, non solo meri intrattenimenti visivi.

I giochi di Bit.Trip Saga sono sei: Beat, Core, Void, Runner, Fate e Flux. Quasi tutti totalmente differenti tra loro, tutti brutalmente difficili, ma allo stesso tempo piacevolissimi da giocare. Beat è un gioco ritmico che mischia il semplice concetto del buon vecchio Pong con gli elementi di un gioco ritmico, offrendo 3 livelli di pixel da far rimbalzare con diversi e brutalissimi pattern, con tanto di boss finali.

Core metterà il giocatore di fronte ad uno schermo con un simbolo a forma di 'più' al suo centro, da cui potranno partire diversi raggi che dovranno colpire con il giusto tempismo pallini che arrivano da direzioni completamente diverse a ritmo di musica elettronica.

Void è il gioco che offre più libertà, mettendo il giocatore al controllo di una sfera nera che potrà ingrandirsi sempre di più andando a 'divorare' i pixel neri che passano attraverso lo schermo, mentre si dovranno evitare i pixel bianchi alternando la crescita del 'nucleo' con la possibilità di resettare le sue dimensioni per non diventare troppo grossi e difficili da manovrare.

Runner è, come suggerisce il titolo stesso un platform a scorrimento automatico, il titolo più lungo della serie che vedrà Commander Video, il protagonista di tutti i giochi della serie Bit.Trip, correre mentre evita e salta sopra diversi ostacoli con difficoltà crescente.

Fate da un nuovo significato al genere degli 'shooter su binari', infatti il giocatore dovrà comandare Commander Video muovendolo avanti e indietro su un percorso prestabilito che quasi ricorda lo scorrere di un elettrocardiogramma, distruggendo nemici e boss a colpi di musica ed evitando i loro attacchi scorrendo sul binario.

Flux, l'ultimo gioco della serie, è una specie di ritorno alle origini, una versione invertita di Beat che chiude il ciclo vitale di Commander Video. Ogni gioco ha il suo significato specifico, tanto che abbiamo tantissimi riferimenti alla psicologia Freudiana, alla crescita dell'uomo e alle difficoltà che incontra durante la sua vita. Non solo il gameplay risulta dannatamente divertente senza guardare i simbolismi, ma tutta la serie risulta un esperimento davvero unico nel campo videoludico.

Mi viene voglia di farci un intero video sopra solo a giocarci! xd Comunque ve lo consiglio caldamente se vi piace il genere dei giochi ritmici. Nonostante i titoli in se non siano lunghissimi la collezione vi terrà occupati per un bel pò di tempo :)

9

Voto assegnato da Nigomonster
Media utenti: 7.9 · Recensioni della critica: 7.9