Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Pazzo condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Pazzo, aggiungilo agli amici adesso.

Pazzo

a proposito di Undertale

Mio fratello non l'aveva mai giocato, così con 'sta scusa l'ho ripreso in mano insieme a lui, senza però bloccarci su una sola run (al tempo, in solitaria, feci solo una Neutral che pensavo fosse Pacifist).
Quindi: fatta la Neutral, la True Pacifist, la Genocide, la prime due ma post-Genocide, scoperti tutti i segreti e gli easter egg (tipo le stanze di Sans e di Mettaton, o tutte le cose su Gaster), visti tutti i possibili cambiamenti nelle linee di dialogo, in certe azioni ecc.
E niente, se prima lo apprezzavo "normalmente", del tipo "sì, ok, bell, molto particolare, un po' fuori di testa, e vbb"... ora lo apprezzo anche troppo. Il gioco come TobyFox. Ma fuori di testa veramente. Esagerato. Lo amo.
Ha tante di quelle cose... tante particolarità, tante genialate, tanti segreti, tanta LOREH, tanti contenuti (seppur molto nascosti e/o dati dalla rigiocabilità), tante idee così... boh... tanto malate quanto belle. E il gioco è malatissimo, quindi...
E' come se l'avessi giocato per la prima volta. O meglio, è come se non lo conoscessi affatto. E conoscendolo meglio l'ho potuto apprezzare come mai prima d'ora. E pensare che l'ha partorito un solo ed unico pazzo furioso mi triggera benissimo.
Coglione io che buttai tutto dopo una singola run, perdendomi quest'esperienza che dire "assurda" è poco. Geniale.
Devo fare Deltarune.

Ah, e ora capisco meglio anche il perché della nascita di una delle fanbase peggiori di sempre.

PS: non parlerò mai del gioco in sé, tipo le cosiddette "recensioni", perché Undertale è uno di quelli che non si può capire senza giocarlo (e rigiocarlo) effettivamente