Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Final Fantasy XIV: Online PC

Sviluppato da Square Enix, Final Fantasy XIV: Online è un MMORPG uscito il 27 agosto 2013 per PC Windows.

9.1

Recensioni

13 utenti

Recensioni

9.1

Media dei voti
13 recensioni degli utenti

Marcox94

ha scritto una recensione su Final Fantasy XIV: Online

Cover Final Fantasy XIV: Online per PC

Di mmorpg ne ho giocati veramente tanti, ma se di questo sono arrivato a finirmi in un mesetto il gioco base e le due espansioni direi ci sia decisamente un motivo (di solito li droppo tutti a metà per un motivo o per un altro).
Per quanto molti fan della saga possano non cagarlo per la sua natura online devo ammettere che il gioco è in tutto e per tutto un vero Final fantasy: ci sono le classiche ambientazioni a cui la serie ci ha abituato, la colonna sonora composta da Nobuo Uematsu e una storia che stranamente seppur inizialmente diluita è tra le più belle mai apparse in un mmo, anche grazie al fatto di poter giocare anche solo le main quest grazie ad un ordine ben preciso delle missioni principali, e non di averle a caso come accade in altri giochi simili (vero wow?).
Uno dei principali aspetti positivi del titolo è la possibilità di poter usare tutte le classi del gioco con un singolo personaggio (seppur ogni classe ha giustamente il suo livello), in modo da poter sempre adattarsi a qualsiasi gruppo si faccia parte. Ottimo anche il sistema di mathmaking delle incursioni che consente di poter avanzare nelle missioni anche se non si hanno amici con cui giocare.
Tralasciando la ripetitività di alcune quest (cosa normalissima per il genere), e il leggero farming necessario a fare gli ultimi livelli della 2° espansione l'unico aspetto veramente dolente è la lingua: l'inglese presente nel titolo è un pò più difficile, e mi sono ritrovato più e più volte a dover cercare parole mai sentite, diciamo che rispetto ad altri giochi non ha un inglese scolastico, ma gli obiettivi delle quest sono tutti facilmente comprensibili almeno (e in ogni caso basta cercare il nome su youtube per trovare infinite guide).
Per gli interessati a provarlo vi consiglio di entrare nel server Ragnarock in cui stanno la maggior parte degli italiani, e di dare una chance al gioco visto che fino al livello 35 si può giocare gratis sia su ps4 che su computer.

Sasa.

ha scritto una recensione su Final Fantasy XIV: Online

Cover Final Fantasy XIV: Online per PC

L'ho provato un po' con gli amici e credo di poter dare qualche prima impressione.
è carino giocatelo.
Voto:
[21:01]Total Play Time: 160 days, 8 hours, 33 minutes/10

righin

ha scritto una recensione su Final Fantasy XIV: Online

Cover Final Fantasy XIV: Online per PS4

Heavensward, 3.55 parte II.
Dopo 4300 ore, volge al termine quella che possiamo definire "terza stagione" di FFXIV.
Ricordo agli amici che non sanno nulla di questo gioco che dopo il fallimento (qualitativo e commerciale) della prima versione del 2010, a partire dal 2013 il titolo è diventato (grazie a Square, Yoshida e una serie infinita di persone che rendono i suoi titoli di coda i più lunghi della storia) un miracolo vivente. Sarebbe impossibile scrivere tutti i cambiamenti apportati, basti pensare che è diventato il più bel MMO a cui abbia mai giocato, io così come almeno un altro milione di giocatori attualmente attivi e paganti.
La storia, sviluppata come un vero e proprio telefilm (con "stagioni" rappresentate dalle espansioni, che aggiungono ore di contenuti paragonabili, anzi superiori ad ogni gioco offline) e mini, che spesso "mini" non sono, episodi rappresentati dalle patch, ogni 3-4 mesi. Questo ha permesso di sviluppare la storia nel tempo, facendo attendere con grande hype ogni sviluppo, ogni colpo di scena, esattamente come nelle migliori serie TV. Decine di storie si intrecciano, interessando una mole incredibile di personaggi, a proposito di politica, magia, guerra, tecnologia, giochi di palazzo, congiure.
Nella fattispecie, con la 3.0 (e successive fino alla 3.55 parte II, che chiude definitivamente la terza stagione, lasciandoci con il fiato sospeso fino a Giugno, per Stormblood) abbiamo solamente salvato un continente da una guerra di 1000 anni contro i draghi, scoperto le antiche origini della magia e dello spirito che permea ogni vivente di questo mondo, perso dei cari amici di avventura in modo tanto epico quanto drammatico, salvato la città di Ul'Dah e iniziato la controffensiva verso Aha Mhigo, controllata da 20 anni dal potente impero Garleano (e nel frattempo sgominato una banda di goblin esaltati che aveva risvegliato il gigantesco Alexander).
Stormblood inizierà esattamente da qui: in partenza verso Ala Mhigo, fino ad arrivare a Doma, dall'altra parte del mondo.

Per il resto le cose da ricordare sono esattamente le stesse di fine A Realm Reborn: una parentesi buia (Gordias e l'endgame della 3.0 e 3.1), una ripresa in grande stile con Midas e la 3,2, che ci ha regalato un raid endgame ai livelli di Bahamut, ormai ben più di 50 dungeon, tutti purtroppo con una difficoltà decisamente bassa, decine di boss di svariate difficoltà, una colonna sonora che forse è la migliore mai fatta per un videogioco.

Ci si sente davvero stimolati quando si inizia a giocare seriamente: uno può anche studiare una classe, una rotation, per ore ed ore, pensare di averla imparata, per poi scoprire che ci sono decine e decine di giocatori, magari anche con un equipaggiamento peggiore, capaci di fare più danni, o più veloci ed efficienti nell'eseguire alcune delle meccaniche più geniali mai fatte per alcune boss-fight.

Ci rivediamo il 15 Giugno.

ExiCrabo

ha scritto una recensione su Final Fantasy XIV: Online

Cover Final Fantasy XIV: Online per PS4

Raise svp

Ho iniziato a giocare a XIV nel 2014, il due ottobre 2014, su Ps3, annoiato, e soprattutto perché il gioco costava 3.50 euro su play.com tipo
Sono entrato nel migliore MMORPG mai creato, sapevo che la versione 1.0 è stata un fallimento, arrivando poi a far rinascere dalle ceneri IL MMORPG.
Il gioco ci da il benvenuto con una enorme vastità di classi (al momento contando heavensward sono 13) e una personalizzazione del personaggio magnifica, capace di tirare fuori i migliori waifu material dell'intero web. Comunque si inizia, cutscene non skippabile pallosa come la vita stessa e poi boom. Sei dentro, il mondo è colorato, ben strutturato ed è magnifico da guardare (anche su una console come la PS3) Il gioco prende per mano il giocatore e lo guida fino al level cap (60) al momento, insegnandogli tutto quello che c'è da sapere grazie ad un enorme vastità di tutorial, aiuti ingame, dungeon e instanze appositamente create per i novizi (Hanno aggiunto il mentor system e "The Hall of Novice" che è una instanza fatta ad insegnare le basi della santa trinita (Healer>Tank>DPS) E soprattutto lo accompagna in una community (a parte i francesi) che è una delle migliori mai esistite, ho magnifici ricordi dei miei 3 anni qui dentro, ho conosciuto persone che mai mi sarei aspettato di vedere (si ci stavano altrettante latrine, ma so ricchioni quelli) e per quanto la frase detta in questo modo suoni male e molto 'sfigata' FFXIV è stato parte della mia crescita come essere umano perché mi ha dato la possibilità di confrontarmi con persone al di fuori dell'italia ogni giorno, bene o male mi sono affezionato a quell'ammasso di pixel che è Lin Shu o tutta la mia friendlist in gioco.
Il gioco ha un sistema di crescita verticale al cap, che permette di minmaxare equipaggiamento senza stare 2 ore ed esser matematici o fare teorie complottistiche sul brutal swing prima di maim con o senza berserk (ti amo sasà <3) Ma il gioco è facile da seguire ma complicato da imparare. Perché non serve arrivare al level cap e pensare di esser effettivamente pronto per il raid endgame (Che è Alexander al momento) perché andrete contro le peggiori esperienze di gaming online mai vissute in vita vostra. Io ho 4800 ore (Sì, quattromilaottocentore di gioco) ed ancor adesso sono un giocatore decente che fa un danno decente e si comporta in modo decente con una classe che non è decente per nulla (Paladino) e ci sono persone che sono 1000 volte migliori di me in qualunque cosa.
Il gioco in questo caso comunque aiuta il giocatore dandogli la possibilità di poter cambiare classe in qualunque momento grazie all'armory system, se oggi ti va di essere Warrior ti metti l'ascia, se c'hai voglia di curare magari prendi il libro o il globo d'astrologian. Quello che cazzo vuoi.
Mo vorrei mettere in mezzo le ost, un big up a Soken che ha raggiunto il picco massimo con l'ost di Sephirot (NO, NON SEPHIROTH MANNAGGIA AL CAZZO) della 3.2. Facendomi venire i brividi ogni volta che parte l'ultima fase del trial
In sintesi ragazzi. Final Fantasy XIV è un MMORPG da provare, anche se ha un abbonamento mensile da 10,99 euro, vale ogni singolo spicciolo, perché mi ha regalato emozioni che nessun gioco è riuscito a darmi.
Perché uagliù, battere Bahamuth prime dopo 3 settimane di lavoro al primo try ed urlare per tutta casa è ancora la botta di adrenalina più grossa che abbia mai avuto, vedere la barra scendere dal 3 al 1% grazie ad una limit break, ucciderlo e stare la a sentire la fanfara di vittoria
"cocane si" e poi un enorme nerdgasm.
Uagliù accattatv FFXIV e bast.

Non ci sono interventi da mostrare.