Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Su pi4c3

Why are we still here? Just to Suffer? Every night I can feel my leg, and my arm, even my fingers. The body I’ve lost, the comrades I’ve lost, won’t stop hurting, it’s like they are all still there.

pi4c3 condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere pi4c3, aggiungilo agli amici adesso.

pi4c3

ha scritto una recensione su Sekiro: Shadows Die Twice

Cover Sekiro: Shadows Die Twice per PC

O questa minestra, o giù dalla finestra

Non posso definirlo brutto, perché non lo è, ma non mi ha soddisfatto.
Prima di tutto non sono particolarmente fan dell'ambientazione, in secondo luogo non ho apprezzato molte dinamiche di gameplay.

Come mi è già capitato di dire, non mi è piaciuto dover fare le mappe in stealth, perché se fatte in quel modo sono 100 volte più facili, allora perché dovrei complicarmi la vita?
Lo stealth è triste, perché basta fare qualche passo in lontananza pure se scoperti, e tornare, per uccidere tutti con un singolo colpo da dietro.
Non mi è garbato girare col rampino, a tratti confusionario e una via di fuga troppo facile, le mappe che si sviluppavano in verticale le ho trovate a tratti incapibili per questo motivo. Anche in quelle diciamo urbane mi perdevo.

Il sistema di avanzamento di livello cambia veramente ben poco, non mi da soddisfazioni incredibili di cambiamento del personaggio, così come quel poco di miglioramento da rosari e ricordi battendo boss e midboss. Quindi farmare non da molta soddisfazione.
l'arma protestica che avrei evitato di usare ti rende per forza le cose più facili, anche qui non usarla sarebbe complicarsi a morte la vita.

I boss quasi sempre si riducono a caricare come un tacchino, parare al momento giusto, usare la protesi che da più fastidio. I mid boss uguale, e puoi levargli metà vita con lo stealth quasi sempre.

A tratti dover sempre colpire colpire colpire e mai schivare, anche la parata che è praticamente un parry, rende tutto meccanico e poco divertente. Di pari passo la difficoltà: si è difficile, se vai di fronte ai nemici, se non fai la cosa giusta, se no è normale.

Alla fine poi i nemici e boss non sono neanche poi così tanti e così diversi, non molto soddisfacenti.

Anche la storia non mi ha particolarmente soddisfatto, anche per gusto personale. Dimenticavo poi dal lato tecnico telecamera lock e muri che danno sempre qualche fastidio.

Se prendo un altro action, o altri giochi della from, mi manca la velocità, mi manca la varietà, mi manca il dover conoscere il moveset del boss, mi manca il poterlo fare in diversi modi, mi manca il poter giocare con altre persone.
Quindi cosa posso dire, carino, ma avrei gestito molte cose diversamente.

Da gdr avrei voluto più varietà, cambiamento, approcci.
Da action avrei voluto più velocità, tecnica, miglioramenti.

Faccio un esempio. In dark souls fai le cose in 20 modi. In Bloodborne in 5. In devil may cry magari 3 però hai una soddisfazione unica a combattere.
Qua hai un modo, anche un po' palloso, se no vai a casa.

pi4c3

ha scritto una recensione su Super Mario Galaxy

Cover Super Mario Galaxy per Wii

Mi è piaciuto, fantasioso, diverso dal solito, colorato.
Però per certi versi l'ho trovato un po' scomodo: sarò io, ma i vari cambi di telecamera e di conseguenza tasti mi scombussola completamente.
poi il dover essere straprecisi in alcune cose, quando i movimenti del personaggio sono un po' pacioccosi. Per esempio luigi che prima di fermarsi fa ancora dei passi: e allora io come cacchio posso essere preciso. Non ho apprezzato i livelli diciamo a tempo/corsa.
In ogni caso un bel titolo.

pi4c3

ha scritto una recensione su DEAD OR ALIVE 6

Cover DEAD OR ALIVE 6 per PC

Non molte novità, ma buono

Tra tutti i picchiaduro, mi è sempre garbato. Sarà perchè riesce ad essere soddisfacente e fluido senza dover sapere tutte le mosse a memoria.
Per il resto, non vedo grosse novità, qualcosina sul gameplay, qualcosina sulla grafica.
Storia solita, tanti filmati da b-movie, a volte mi chiedo perché non farne meno un po' più furbi.
Sul lato dell'indugiare troppo sulle curve delle protagoniste, la cosa rimane, ma forse meno del solito.
Forse potevano fare novità maggiori e proporlo più avanti, ma il risultato per me è buono, come il precedente.

Non ci sono interventi da mostrare.