Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Resident Evil 4

Resident Evil 4 PS2

Sviluppato da Capcom, Resident Evil 4 è un gioco d'azione e avventura uscito il 5 novembre 2005 per PlayStation 2 · Pegi 18+

8.7

Recensioni

47 utenti

Johnlocke07

ha scritto una recensione su Resident Evil 4

Cover Resident Evil 4 per PS2

Un nuovo inizio per la saga: "Welcome! "

Resident Evil 4 è stato per me un po il t’amo e t’odio, amore perché nonostante tutto nel suo genere il gameplay è più che piacevole e sa divertire, se ve lo dice un vecchio fan come il cucco che lo completò al 100%, modalità mercenari compresa, vuol dire che il gioco in se funziona abbastanza bene, ho persino un grande poster ancora appeso in camera di Leon e Ada; odio perché è stato l’inizio per una deriva totalmente action per la saga a cui mancano completamente tutti gli elementi che l’hanno da sempre contraddistinta e che mi hanno permesso di reputarla tra le mie preferite… con Resident Evil 4 si ha indubbiamente uno stravolgimento totale modificando pesantemente qualsiasi cosa rispetto i precedenti intaccandone persino lo spirito.

C’era voglia di sperimentare, di abbracciare un target più ampio, di svecchiare quelle che ormai erano considerate, non si sa per quale motivo, meccaniche antiquate, insomma capisco che ogni tanto bisogna rischiare e reinventarsi, ma quando è troppo eccessivo cosa resta? Il titolo? In ogni caso a prescindere da cosa io possa pensare va fatta una premessa, Capcom centrò in pieno col 4! Per molti è scoccata la scintilla considerandolo migliore di tanti altri, la verità è che, a differenza dei primi Resident Evil, TUTTI possono godere di questo titolo e trarre le proprie conclusioni, impersonando uno dei personaggi più importanti e apprezzati della saga... l’agente di polizia Leon Scott Kennedy e questo è un dettaglio e merito non da poco.

I "fifoni dell’horror" non avranno quasi più nulla da temere eccetto le motoseghe asd, chi non era particolarmente avvezzo al backtracking e alla portata di puzzle ambientali non dovrà cervellarsi più di tanto, chi non sa cosa vuol dire saper risparmiare risorse in un inventario ben più limitato troverà spesso un mercante che arricchirà la sua vasta borsa di oggetti, chi non sa gestire i movimenti troverà in questo gioco maggior fluidità nelle animazioni, ai tempi ben fatte, insomma Resident Evil 4 è una vera e propria manna dal cielo per tutti coloro che reputavano stanco il brand o che “ soffrivano “ di quelle meccaniche obsolete che servivano per la realizzazione di un ottimo survival horror.

Personalmente la svolta mi è piaciuta fin là, mi ha divertito, non più degli altri, ma lo ha fatto, un capitolo e via, dopo il successo di Resident Evil 4 inevitabile il declino, per quanto ci abbia sempre trovato qualcosa di buono e salvato il salvabile non saranno mai quei RE che ho amato, pur cercando di godere di ciò che andava a proporre, lo spirito non era proprio più quello di Resident Evil ne tantomeno di un Survival Horror e Resident Evil 4 seppur il migliore di questa svolta è stato per me il primo passetto indietro.

Con Resident Evil 4 avremo a che fare con i Los Ganados, diversamente dai classici zombie infetti da virus qui parliamo di un parassita che rendono queste persone più intelligenti, sempre in numerosi gruppi, rapidi nei movimenti e possessori anche di svariate armi; una volta eliminati possono rilasciare munizioni e denaro da spendere presso un mercante che ci venderà armi, spray, mappe dei tesori, perlopiù gioielli da trovare che potranno essere combinati e venduti a loro volta a un prezzo più alto. Ciascuna arma potrà essere ulteriormente potenziata con il denaro, andando a influire sul danno da fuoco, la velocità di ricarica, la capienza etc. quindi una discreta dose di personalizzazione mai avvenuta prima che porta a un approccio decisamente più action. Vi è persino un simpatico minigioco, un poligono da tiro per sbloccare statuette ed essere ricompensati con ingenti somme di denaro.

Si potrà interagire un po di più con l’ambiente, tipo barricare porte e finestre, saltare, qualche quicktime event qua e là anche durante i filmati, cui il gioco ne è ricco, vuole essere in parte più realistico, ma dall’altra parte è stupido, certo perchè ammazzare uno stormo di corvi o i cani e vedere che rilasciano granate o soldi non ha il minimo senso. rotfl

Enigmi un paio, ma nessuno di essi induce a soffermarsi un attimo, gli spazi sono più ampi, ma il gioco è lineare e sai sempre quando va utilizzato un oggetto o una chiave, anche perché ci sarà l’obiettivo che ti dice proprio dove recarti… e se questa non è la morte del survival horror vero e puro ditemi voi che cosa è. Il tema è horror, ma il genere non lo rende più tale, come detto per l’obiettivo sulla mappa, per la totale assenza di jumpscare, per una atmosfera poco inclina al survival horror, di brani musicali riadattati al nuovo genere che propone. Ci sarà qualche sessione un po più horror, ma a conti fatti è un gioco d’azione con dei boss ben più mastodontici cui non bastano 4 colpi di doppietta… una mezza cafonata alcuni. asd

La telecamera non più fissa o semifissa, ma alle spalle di Leon è un’altra modifica importante per il cambio di registro cui la saga è stata sottoposta. Sembra che nessuno abbia risentito di tutte queste aggiunte e mancanze, come dicevo nel bene e nel male è un gioco adatto a tutti, infatti tutti conoscono questa citazione
“ LEOOOOON HELP!!! “ Questa era l’ansia primordiale e il vero incubo di Resident Evil 4 altro che NEMESIS o MRX xd

Dopo aver concluso la storia con Leon si sbloccherà lo scenario di Ada con il suo rampino, che andrà ad incastro un po come è stato gestito in Resident Evil 2, ma la campagna di Ada è dannatamente poco longeva e frettelosa, anch’essa come per quella di Leon suddivisa in capitoli, ecco questa suddivisione in capitoli è proprio una cosa che mi fa schifo, figurarsi un gioco come Resident Evil. Dai queste suddivisioni erano tipiche dei platform… livello 1-1, livello 1-2 etc. vorrei complimentarmi con il tipo che ha creato sto schiffff all’interno di questa saga.

Tirando le somme, Resident Evil 4 abbandona l’horror per l’action ed è un ottimo gioco d’azione, ci si potrebbe lamentare molto per il cambio di genere e di quello che ha scaturito con gli anni avvenire più per quello che realmente propone, non lo ritengo tra i migliori della saga per i motivi sopracitati e non dopo una storia e delle musiche inferiori al predecessore e non mi riferisco al 3.

8

Voto assegnato da Johnlocke07
Media utenti: 8.7

JinValeGirl

ha scritto una recensione su Resident Evil 4

Cover Resident Evil 4 per PS2

Rigiocato recentemente su PC, avevo il gioco per la play 2 nel lontano 2005, ma ero troppo vigliacca per poterlo finire (chiedo venia, avevo solo 12 anni...), ci ha ben pensato mio fratello all'epoca a finirlo.... Ora a 24 anni suonati l'ho spolpato per ben TRE VOLTE di seguito! E credo lo inizierò ad esperto, prima sempre e solo normale, è il momento di darci sotto! Sarà stato il cambio netto di rotta della saga, ma la fetta di horror rimane, ogni santa volta mi cago sotto con i regenadores o le musiche a sfondo horror.... e l'uomo con la motosega... INDIMENTICABILE!! Secondo me uno dei migliori Resident Evil!

10

Voto assegnato da JinValeGirl
Media utenti: 8.7

Tony92

ha pubblicato un'immagine nell'album lol

sisi

Non ci sono interventi da mostrare.