Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Red Vincy condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Red Vincy, aggiungilo agli amici adesso.

Red Vincy

ha scritto una recensione su Deathtrap Dungeon

Cover Deathtrap Dungeon per PSX

L' antenato di Dark Souls

Tratto dall'ononimo librogame di Ian Livingstone, questo gioco é un action-RPG con parti platform, il cui nostro scopo e percorrere un enorme castello pieno di dungeon e trappole mortali di proprietà del barone Sukumvit situata nella cittadina di Fang, il premio di quest'impresa? Ricchezza illimitata. All'inizio potremo scegliere 2 personaggi, un maschio chiamato Chaindog e una femmina chiamata Red Lotus, ognuno con i loro pro e contro, Chaindog é forte ma lento, invece Red Lotus è abbastanza debole ma veloce nei movimenti e negli attacchi. Il gioco per i primi 10 livelli sarà difficile ma non vi farà sclerare tanto, mentre più in avanti le trappole saranno più frequenti e i nemici daranno più filo da torcere, nemici che spaziano da goblin e orchi ad addirittura a dinosauri e draghi. I controlli non aiutano, i comandi rispondono abbastanza in ritardo e sono molto legnosi e il gioco alle volte lagga, graficamente non é malvagio sebbene i personaggi abbiano qualche poligono di troppo e le musiche non sono nulla di ché, sono più che altro musiche di accompagnamento senza arte ne parte. I nostri personaggi potranno sia camminare normalmente che correre, e correndo per 2 secondi potremo effettuare il salto lungo che ci aiuterà molto nel corso del gioco. Le armi saranno tante, partiamo con la caratteristica spada, ma troveremo nel corso del gioco anche alcune varianti della stessa arma adatte solo per determinati tipi di nemici, armi infsalute, fucili e martelli, come ogni RPG che si rispetti potremo trovare anche incantesimi di grande varietà (alcuni introvabili o nascosti per bene) e pozioni che ripristinano la salute; la difficoltà nel gioco sta anche nel fatto che dobbiamo dosare bene i nostri incantesimi e soprattutto le nostre pozioni curative e fare attenzione a non sprecare le armi speciali che troviamo perché i nemici sono tanti e sono assetati di sangue, le trappole saranno ovunque e ci potranno cogliere di sorpresa ovunque. Più che altro in questo gioco bisogna comportarsi come in uno stealth, fare attenzione a dove mettere i piedi e come già detto, sopravvivere senza sprecare inutilmente quello che abbiamo a disposizione

8

Voto assegnato da Red Vincy
Media utenti: 7.8

Red Vincy

ha scritto una recensione su Resident Evil 5

Cover Resident Evil 5 per PS3

Non ci siamo, se nel 4 la trama era trash, figuriamoci un gioco che copia la trama di un gioco che aveva la trama già trash di suo (vabbè avete capito) in quanto si parla sempre di virus, in questo caso di Uroboros (una versione modificata e più potente delle Las Plagas), la maggior parte dei personaggi principali sono quelli storici come Chris Redfield (protagonista), Jill Valentine (antagonista poi amica) e Albert Wesker (antagonista), inoltre avremo dalla nostra parte una bonazza clone di Lara Croft chiamata Sheva Alomar. Il tutto e ambientato in Africa e ci ritroveremo ad uccidere gente di colore infetta da virus, (cosa che già da molto prima dell'uscita del gioco creò molti problemi) di cui alcuni si comporteranno in maniera più furba dei Ganados di Resident Evil 4 ed arriveranno addirittura a guidare delle moto e dei camion (tutto normale per degli zombie eh?). Forse dirò una cagata ma graficamente mi è sembrato peggiore del 4 (però solo nelle versioni Ps2, Wii e GameCube), hanno migliorato le cutscenes, migliorato i modelli dei personaggi, hanno aumentato un po il framerate anche se nel fasi più concitate tende a rallentare e migliorato qualche animazione ma gli effetti di luce e ombra, le texture dei personaggi e la risoluzione grafica sembra abbassata rispetto al predecessore. Il gameplay mi ha deluso parecchio, da quanto ricordavo quando lo vedevo giocare da mio cugino ai tempi sembra divertente ed immiedato, invece mi ritrovo un gameplay molto lento rispetto al 4 che era già lento di suo (scusate i troppi paragoni con Resident Evil 4, ma essendo un capitolo di una serie e non un gioco a se stante, i paragoni li devo fare per forza, da copione), un' sistema di mira abbastanza scalibrato, per quanto odiavo il menu scelta delle armi nel 4, questo gioco mi ha fatti ricredere, in quanto qui il gioco non va in "pausa", ma selezionamo tutto in-game il che rende il tutto più difficile, non ci vuole nulla nel bel mezzo della sparatoria a confondersi nella scelta dell'oggetto adatto e Sheva che è una mezza deficiente, rimane attaccata a noi portando il nemico alle nostre spalle, tende spesso ad usare gli oggetti più utili per nulla e non è particolarmente attiva nelle azioni da fare in quanto saremo noi a impartirgli l'ordine di prendere l'oggetto interessato, (mi ero dimenticato di dire che mentre nel 4 bisogna sparare necessariamente alla testa per colpire il nemico con un calcio, nel 5 lo si potrà anche sparando alle spalle del nemico, non di spalle), i tesori, anche quelli più importanti che nel 4 erano posizionati nei posti più disparati (ho fatto anche la rima), qui si trovano quasi esclusivamente dai nemici uccisi. Gli extra e o vari oggettini inutili e i filtri grafici acquistabili non aggiungono nulla di bello al gioco. La Modalità mercenari e la più brutta di sempre, non l'ho finita ma da quanto ho capito credo che ci siano solo Chris e Sheva giocabili con costumi ed armi diverse, magari ci saranno anche altri personaggi, se così fosse meglio ancora, le clessidre che aumentano il tempo sono posizionate talmente male che per prenderle bisogna fare giri chilometrici in tondo pur di prenderli. Una volta finita la storia con Chris, si potrà giocare anche nei panni di Sheva con una delle telecamere peggiori mai viste. Bello e divertente per quello che durava, cioè relativamente poco rispetto al 4 che era estremamente lungo e ci potevi passare interi e parecchi mesi (extra inclusi), mentre questo (extra inclusi) non arriva alla durata della storia del 4. Peccato, un'occasione sprecata.

Red Vincy

ha scritto una recensione su Hard Boiled

Cover Hard Boiled per PSX

Shoot'em up a scorrimento in 3 persona tratto dalla miniserie a fumetti di Frank Miller (Batman, Daredevil e 300). Nulla di che, noioso e piuttosto facile per essere uno shoot'em up, 0 contenuti extra. Le (poche) cutscene sono davvero brutte e non, nel gioco la fanno da padrone i poligoni del veicolo che controlliamo. Unica cosa positiva sono le OST molto fighe

5

Voto assegnato da Red Vincy
Media utenti: 5

Red Vincy

ha scritto una recensione su Mortal Kombat Trilogy

Cover Mortal Kombat Trilogy per PSX

Il Roster dei personaggi di gioco è notevole, ma è tremendamente difficile, tanto che seppur impostando la difficoltà in very easy non sono riuscito ad arrivare nemmeno al 3 scontro nella modalità 1vs1. Bello ma per me è troppo difficile rispetto agli altri picchiaduro già esistenti ai tempi e non sono riuscito ad apprezzarlo appieno, forse giocato con un amico diventa più divertente

6.5

Voto assegnato da Red Vincy
Media utenti: 7.3

Non ci sono interventi da mostrare.