Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Senran Kagura Burst Re:Newal – Recensione

Se dovessimo mai trovare una costante, una sorta di fil rouge, che lega buona parte dell'iconografia pop giapponese, citando i ninja e le studentesse liceali andremmo senza dubbio sul sicuro. Due figure che ricorrono fin troppo spesso nell'immaginario collettivo “anime e manga” e nei videogame ad esso collegati, e Senran Kagura Burst Re:Newal non delude di certo sotto questo aspetto!



Senran Kagura Burst Re:Newal, sviluppato da Marvelous Entertainment, è fondamentalmente una sorta di incrocio tra un musou e un normale picchiaduro, che ci vedrà calati negli (striminziti) panni di un decina di studentesse liceali che, oltre a tutte le loro normali attività da adolescenti, fanno parte di una sezione speciale della scuola, dove vengono addestrate le giovani kunoichi, ovvero i letali guerrieri ninja!




Il gioco che abbiamo per le mani è un remake di Senran Kagura Burst, uscito nel 2012 per 3DS, che sfrutta al meglio le maggiori potenzialità della PlayStation 4 aggiungendo al titolo originale nuove animazioni, nuovi livelli e, in generale, un gameplay migliorato e molto più fluido.



Come già detto, Senran Kagura Burst Re:Newal è un gioco di combattimento molto basato sulle personali caratteristiche dei personaggi. Le protagoniste, divise in due diverse scuole ninja contrapposte, hanno ciascuna un proprio stile, proprie tecniche e abilità speciali, oltre all'essere tutte molto carine e ben caratterizzate.



Lo story mode si divide in due archi narrativi: quello delle ragazze della Hanzō Academy e quello delle rivali della Hebijo Academy, distinti ma comunque intrecciati tra di loro. Ogni arco narrativo è composto di cinque capitoli, a loro volta suddivisi in diverse missioni, da affrontare ognuna con una specifica ragazza al momento al centro della narrazione. La storia tra una missione e l'altra è raccontata come una sorta di graphic novel con immagini di altissima qualità.



https://www.gamesource.it/wp-content/uploads/2019/01/SENRAN-KAGURA-Burst-Re_Newal-05.jpg



Il completamento una missione, e il modo in cui lo si fa, permette di far guadagnare punti esperienza al personaggio, facendolo poi salire di livello con relativo incremento delle caratteristiche e apprendimento di nuove tecniche ninja. Una volta completata la missione con lo specifico personaggio, sarà disponibile per essere rigiocata in seguito con una qualsiasi delle altre ragazze, cosa utile, assieme alle speciali “Free Missions”, per guadagnare esperienza e far pratica con le nostre prosperose e giovani ninja.



I livelli a scorrimento, nei quali affronteremo orde di avversari di infimo livello in pieno stile musou, ci permetteranno di scorrazzare più o meno liberamente per ambienti molto evocativi (sembrano davvero usciti direttamente da un anime) ma non eccessivamente vari e dettagliati. Nulla di grave in fondo, anche perché spesso saremo impegnati a sbirciare sotto alla gonna della nostra eroina!



Oltre ai livelli musou, o più spesso al termine degli stessi, ci sono le sfide uno contro uno, che invece ci vedranno impegnati a combattere una kunoichi avversaria come in un normale pichiaduro tridimensionale. E qui viene davvero il bello. In generale in ogni modalità di gioco, ma soprattutto nelle sfide testa a testa, più la nostra barra della vita scende e più i vestiti della nostra studentessa si lacerano, mettendo in mostra le abbondanti grazie della fanciulla. Questo vale sia per noi che per gli avversari ovviamente e, a ogni livello significativo di danno, saremo spettatori di una breve, ma molto maliziosa, scenetta in cui la malcapitata perde “qualche pezzo”. Molto spesso una vittoria equivale a vedere l'avversaria completamente nuda o quasi in posizioni più che imbarazzanti!



https://www.gamesource.it/wp-content/uploads/2019/01/526942-Burst.jpg



Durante gli scontri, quando vogliamo utilizzare tecniche più potenti o molto semplicemente stiamo rimanendo letteralmente in mutande, potremmo eseguire la Shinobi Trasformation che, previo stacchetto malizioso che sa tanto di Sailor Moon in salsa piccante, ci vestirà con un nuovo abitino da combattimento (e relativa lifebar piena) che ci permetterà di utilizzare al meglio le più devastanti tecniche del nostro arsenale. Ogni missione può essere affrontata in modalità normale o con il Frantic Mode, che ci vedrà (altro stacchetto) strapparci i vestiti di dosso a inizio livello, costringendoci ad affrontare la sfida solo con l'intimo addosso, con conseguente salute bassa ma con tutti gli attacchi boostati al massimo sin da subito.



Oltre a tutto questo, come se il fan service non scorresse già abbastanza potente in questo gioco, dalla Ninja Room (il menù principale della partita) potremo accedere al guardaroba delle nostre prorompenti ninja, vestendole (e svestendole) a nostro piacimento, cambiando taglio e colore di capelli e dotandole di ogni tipo di ornamento e accessorio acquistabile in game o sbloccabile. Questa divertente modalità di personalizzazione ci permette non solo di giocare con le nostre lottatrici agghindate a nostro piacimento anche nelle cutscene, ma anche di far posare le nostre beniamine nella modalità Diorama, una semplice ma completa modalità foto dove possiamo decidere chi ritrarre, con che vestiti (spesso pochissimi) e in che posizione, alcune delle quali molto ma molto piccanti. In questa versione di Senran Kagura Burst Re:Newal non è stata inserita, come invece è stato per Senran Kagura PEACH BEACH SPLASH, l'Intimacy Mode, controversa modalità che ci permetteva di palpeggiare liberamente le pettorute protagoniste.



https://www.gamesource.it/wp-content/uploads/2019/01/SENRAN-KAGURA-Burst-Re_Newal_20190111132831.jpg



Tecnicamente Senran Kagura Burst Re:Newal è realizzato davvero molto bene, con una grafica pulitissima e colorata, che non presenta mai rallentamenti di sorta, anche nelle fasi di gioco più concitate e affollate. Anche il comparto sonoro si comporta egregiamente, con musichette evocative ma mai fastidiose e con le voci delle protagoniste (tutto l'audio è in giapponese, con sottotitoli e menù in inglese) che caratterizzano ancora meglio i personaggi.



Di contro, abbiamo riscontrato una certa imprecisione nella gestione automatica della telecamera, e un sistema di lock on sugli avversari un po' troppo approssimativo. Difetti di poco conto ma che, soprattutto parlando di telecamera, alle volte possono risultare sgradevoli.



Senran Kagura Burst Re:Newal è un titolo davvero molto divertente e stuzzicante. Volutamente super malizioso, grondante fan service, ma che non scade mai nella volgarità più becera. Il gameplay è molto divertente e intuitivo e la storia, per quanto non originale, risulta comunque piacevole e scorrevole. Un ottimo titolo e un ottimo modo di scoprire, in modalità extra lusso, le origini della serie Senran Kagura.



L'articolo Senran Kagura Burst Re:Newal – Recensione proviene da GameSource.

Continua la lettura su www.gamesource.it

18 gennaio alle 09:10