Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Metro Exodus: l'analisi di Digital Foundry fa emergere qualche sorpresa

Lo scorso 15 febbraio è arrivato Metro Exodus, il terzo e ultimo capitolo nonché sequel diretto di Metro: Last Light che porta la saga a esplorare nuovi orizzonti, perlomeno in fatto di gameplay.



L'analisi di Digital Foundry arriva puntuale come sempre, mettendo a nudo ogni versione ed evidenziandone pregi e difetti. Stavolta, clamorosamente, è Xbox One S a eseguire il gioco in maniera più fluida rimanendo inchiodata ai 30 frame per secondo, il motivo? La risoluzione dinamica! Meno efficace sulla versione PlayStation 4 che gira a 1080p, e non presente sulle versioni PlayStation 4 Pro e Xbox One X che rimangono rispettivamente su risoluzioni fisse di 1440p e 4K, pagando, però, qualche instabilità di troppo.

Continua la lettura su www.playstationbit.com

18 febbraio alle 17:20