Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

The Stillness of the Wind - recensione

Forse non ci pensiamo spesso ma l'emozione su cui fanno leva i videogiochi più comuni, magari quelli di maggior successo, è spesso l'ansia.



Che sia eliminare il nemico prima che ci elimini lui, segnare un goal in più dell'avversario prima dello scadere del tempo, superare il pilota davanti a noi prima che tagli il traguardo o ancora saltare sulla giusta piattaforma prima di cadere giù, l'ansia è una delle "tecniche" più usate dagli sviluppatori di videogiochi per farci provare una scarica di adrenalina.



"Fiero moment" lo chiama la designer Jane McGonigal, dovendo ricorrere ad una parola italiana, non esistendo in inglese quella giusta per definire il momento in cui alziamo le braccia al cielo per celebrare la vittoria.



Leggi altro...

Continua la lettura su www.eurogamer.it

12 marzo alle 10:10