Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Metro Exodus su Stadia è bello quanto su Xbox One X, ma non gira altrettanto bene - analisi comparativa

Essendo uno dei migliori sparatutto in prima persona single player dell'intera generazione, Metro Exodus è un titolo perfetto per Stadia. Lo sviluppatore 4A Games non solo ha la fama di realizzare titoli multipiattaforma eccellenti, ma ha dato prova in passato di supportare molto bene Linux, il kernel su cui è basata la piattaforma di Google. La domanda è quindi la seguente: in che modo 4A Games ha scelto d'impiegare il sistema basato su CPU Intel e su una GPU da 10,7 teraflop? E che tipo di performance superiori ci dobbiamo aspettare dalla piattaforma Google basata su server cloud?



C'è una cosa, più delle altre, che apprezziamo di questa versione, ed è la qualità dell'immagine. Stadia spinge il gioco a una risoluzione nativa di 3840x2160, verificata in ogni screenshot catturato. Non è un'impresa semplice, considerata la pesantezza dell'engine. E anche se non siamo totalmente certi che non sia in gioco una risoluzione dinamica, il target viene mantenuto in maniera eccellente. Da questo punto di vista, quindi, c'è un grosso miglioramento rispetto ad altri titoli Stadia che abbiamo testato (come Final Fantasy 15, che gira a 1080p). La conclusione è che se state usando Stadia con il Chromecast Ultra e avete l'abbonamento Pro, avrete Metro Exodus in 4K nativo ed il risultato sarà sbalorditivo.



I vantaggi per un gioco incentrato sulla narrazione come Metro Exodus sono chiari. Dalle luci che sfarfallano nei tunnel umidi e bagnati, alla nitidezza della neve nell'overworld, tutto spicca molto di più. La storia di conseguenza pare anche più bella, certamente meglio di quanto non fosse su PS4 Pro con i suoi 1440p, arrivando ai livelli di eccellenza della versione Xbox One X. Sfortunatamente, però, non ci sono modalità qualità o performance tra cui scegliere nelle opzioni. Avete solo opzioni relative al motion blur, e basta. Così come FF15, questa release Stadia vi costringe ad adattarvi alle scelte degli sviluppatori. La scelta è comunque ben ponderata. In un FPS multiplayer sarebbe stato utile, se non essenziale, avere più fotogrammi al secondo. Ma in questo caso il blocco a 30fps funziona. Potete aspettarvi una presentazione eccezionalmente nitida, tutto sommato.



Leggi altro...

Continua la lettura su www.eurogamer.it

10 gennaio alle 12:10