Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sneaky condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Sneaky, aggiungilo agli amici adesso.

Sneaky

ha scritto una recensione su Fez

Cover Fez per PS4

La magia delle 4 dimensioni

Come creare uno dei più originali platform di sempre?
Portando giocabilità e visuale bidiminensionali in ognuno dei 4 lati di un cubo.
Idea tanto semplice quanto complicata nella realizzazione, un concetto di game design estremamente brillante che tanto basta a elevare Fez come uno dei componenti massimi del genere.
Piattaforme che compaiono e scompaiono, decine di metri attraversabili con un passo, verticalità spiccata, level design eccelso, paradossi visivi... il tutto ruoteando gli scenari come una trottola.
Gomez, il protagonista col fez in testa, si ritrova quindi catapultato in questo mondo bi-tri-quadrimensionale, pieno zeppo di segreti, zone nascoste ed enigmi, spesso così fuori dai concetti comuni di game design da risultare spiazzanti e andando addirittura a scomodare mostri sacri come Psycho Mantis di Metal Gear.
La giocabilità, molto basilare, passa in secondo piano di fronte alle idee di cui Fez è fatto: non si gioca perchè è divertente, si gioca perchè si vuole scoprire quale altra follia si è inventato il team di sviluppo, per rimanere ancora una volta sbalorditi.
Il 90% del gioco è facoltativo, tra cui molti dei 64 cubi, gli artefatti, le mappe e qualche altra sorpresa, compreso il New Game Plus, fondamentale per completarlo al 200%. Il livello di sfida dipende tutto dalla mente, l'abilità nel giocare conta poco.
Lo stile grafico è un piacevole pixel art di buon livello che si adatta bene al contesto, i caricamenti sono veloci e le rotazioni degli scenari immediate, rendendo il tutto fluido e senza tempi morti.

PRO:
- originale, geniale, folle
- enigmi assurdi, complice anche un level design eccellente
- completarlo al 200% è un'impresa fantastica
- stile grafico piacevole

CONTRO:
- alcuni enigmi sono fin troppo complicati