Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sneaky condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Sneaky, aggiungilo agli amici adesso.

Sneaky

ha scritto una recensione su Syberia

Cover Syberia per PS3

Il mondo perduto

L'avvocatessa newyorkese Kate Walker, carismatica protagonista del gioco, deve recarsi in un paesino sulle Alpi francesi per concludere una trattativa d'affari. L'obiettivo è, per conto di una grande azienda di giocattoli, acquistare una piccola impresa di automi ad orologeria, in decadimento. Quello che potrebbe sembrare un semplice viaggio di lavoro si trasforma, a seguito di particolari eventi, in un'incredibile avventura che pone Syberia come una delle migliori avventure grafiche di sempre.
Un viaggio destinato a cambiare Kate e il suo obiettivo.
Una scoperta sconvolgente ci attende, ma solo nel secondo capitolo, perchè queste 10 ore circa formano già una fantastica prima parte, con una narrazione trascinante e un finale comunque d'impatto.
Trama e mondo di gioco sono estremamente ispirati, originali, immersi in un affascinante contesto steampunk fatto di vapore, energia elettrica e meccanica. Elementi che formano il motore di Syberia e fino all'ultimo istante non smettono di stupire il giocatore.
Come le magnifiche ambientazioni, ricreate con fondali 2D prerenderizzati già splendidi graficamente e ulteriormente migliorati dall'aumento di risoluzione su ps3. Ottime anche le animazioni e i filmati.
Syberia eccelle anche per quanto riguarda gli enigmi: sempre logici e mai frustranti, ben calibrata la difficoltà crescente e l'interfaccia.
Gli unici problemi sono di natura tecnica: le collisioni nel movimento di Kate sono disastrose, facendola bloccare di continuo, e tante piccole incertezze come brevi scatti o caricamenti.
Ottimo il doppiaggio in italiano, l'audio in generale e buona la colonna sonora, anche se composta da poche tracce.

PRO:
- trama e mondo di gioco estremamente ispirati
- tanti ottimi enigmi, sempre logici
- ambientazioni magnifiche
- buon restyling grafico, che già stupiva nel 2002
- ottimo audio e doppiaggio

CONTRO:
- collisioni nel movimento disastrose
- tanti piccoli problemi tecnici

9

Voto assegnato da Sneaky
Media utenti: 8.4

Sneaky

ha scritto una recensione su Dragon Age II

Cover Dragon Age II per PS3

Addio, Bioware

Dragon Age 2 rappresenta il punto più basso mai raggiunto da Bioware in tutta la sua storia, l'inizio del rapido e inesorabile declino, un'altra vittima del cancro chiamato Electronic Arts.
DA: Origins, coi suoi 5 anni di sviluppo, segnò un'indelebile evoluzione dei giochi di ruolo, ponendosi come uno dei migliori della storia, perchè la storia l'ha scritta da protagonista. Dragon Age 2, con la miseria di un anno e mezzo di sviluppo, non poteva che essere fallimentare, e così è stato.
5 contro 1,5.
Protagonista solamente umano, creazione del personaggio che si basa esclusivamente sulla scelta della classe, addio ai profili, alle abilità, semplificato in ogni meccanica, dai combattimenti ai rapporti coi compagni. 3 tipologie di dungeon e qualcuna in più di edifici, riciclate e riproposte decine di volte. Niente più mappa del mondo ma solo Kirkwall, la città protagonista degli eventi, peraltro orrenda, perchè a un comparto tecnico quantomeno decente si contrappone un comparto artistico estremamente povero, dove le zone esterne alla città sono solamente un po' meno peggio.
Il combat system è stato reso molto più rapido, ovviamente semplificato come tutto il resto, mentre la difficoltà raggiunge dei picchi assurdi contro i boss, totalmente imbattibili oltre la selezione "normale".
Non sono disastrosi trama e narrativa, anche se ben lontani dai livelli visti in Origins, stessa cosa i personaggi del party e le interazioni con essi, fiore all'occhiello del predecessore. La storia lunga 10 anni si lascia seguire con interesse, anche se aggiunge veramente poco all'enorme lore già ben avviato.
Gli unici aspetti davvero convincenti sono il sistema di controllo, che ora anche su console è ottimo, e le scelte compiute durante la storia che hanno conseguenze soprattutto nel finale, così come i numerosi eventi di Origins si riflettono nel secondo capitolo in caso di salvataggio esportato.
Ma tranquilli, non c'è rischio che il titolo si risollevi, perchè pure la colonna sonora è pessima, non temete.

Un seguito raffazzonato in fretta e furia che insulta il predecessore, il punto di non ritorno di una software house che ha fatto storia, ma ormai ne rimane solo il ricordo.
Addio, Bioware.

PRO:
- tante scelte influenti, anche da Origins
- ottimo sistema di controllo

CONTRO:
- semplificato, tagliato, castrato sotto ogni aspetto
- pieno di scenari riciclati
- difficoltà dei boss assurda
- artisticamente orrendo, ambientazioni pessime
- la colonna sonora fa cagare

Sneaky

ha scritto una recensione su Titanfall 2

Cover Titanfall 2 per PS4

Respawn alza il livello con il seguito del primo, pessimo, Titanfall.
Se prima la campagna non era nemmeno presente, ora è il principale punto di forza di Titanfall 2.
Breve ma intensa, spettacolare, spesso sorprendente per level design e ampiezza delle aree. Le corse sui muri, le mappe mutevoli e i doppi salti mixano l'esperienza fps con quella platform. L'IA nemica è buona, così come gameplay e gunplay (le armi sono quelle tradizionali di ogni fps bellico), mentre le varie tipologie di Titan sono inserite alla perfezione nei sottili equilibri che scandiscono il ritmo di gioco. La campagna è quindi una delle migliori mai viste in un fps bellico, nonostante trama e narrazione siano pessime, con un protagonista senza volto.
Le ambientazioni sono varie e ben realizzate, il comparto tecnico solido nonostante una grafica un po' arretrata.
Riguardo al multiplayer, Titanfall risulta ancora una volta un titolo mediocre. Non bastano le tante mappe, modalità, personalizzazioni a creare un bel multiplayer, ma ci vuole anche un briciolo di personalità.
Anche in questo caso Titanfall è in pieno stile Cod: perk, special, ttk basso, respawn casuale e tante altre cagate: spazzatura, che delude tutti quelli che cercano un minimo di tattica, o tecnica, o gioco di squadra.
Un'enorme occasione mancata.

PRO:
- campagna sorprendente*: level design, platform e Titan
- buon gameplay e gunplay

CONTRO:
- *ma molto breve
- trama, narrazione e personaggi dimenticabili
- il multiplayer è la solita spazzatura casual

Sneaky

ha scritto una recensione su Warhammer 40.000: Dawn of War

Cover Warhammer 40.000: Dawn of War per PC

Warcraft incontra Starcraft

Sotto l'immortale marchio Warhammer 40k nasce Dawn of War, uno strategico microgestionale sviluppato da Relic, che si rifà ai RTS Blizzard per ritmo, costruzione della base e gestione delle unità.
Orcs, Eldar, Chaos e Space Marines sono le 4 razze che si danno battaglia in scenari apocalittici, sia single player che online, attraverso le meccaniche classiche del genere: raccolta risorse, costruzione della base e di un piccolo esercito. Si tratta di fazioni ottimamente caratterizzate, sia nello stile estetico che in quello funzionale. Non mancano gli Eroi, senza progressione, e un moderno sistema stile "finisher" che rende spettacolari e violentissime alcune uccisioni da parte di unità particolarmente potenti.
La campagna è la parte debole dell'esperienza. Giocabile unicamente con gli Space Marine, breve e senza regalare particolari spunti, è chiaro che come in altri RTS si tratta più di un enorme tutorial per prepararsi al piatto forte, il pvp.
La conquista frenetica dei punti di prelievo risorse contrasta con la tattica utilizzata per attaccare o difendere tale punti, generando un gameplay rapido, punitivo, e ragionato al tempo stesso. In una parola: ottimo.
Tecnicamente Dawn of War eccelle rispetto alla concorrenza. Ogni unità è dettagliata con una cura che non si era mai vista in un RTS, non da meno le animazioni, strepitose per qualità e varietà. Insieme agli ottimi effetti volumetrici e particellari, le battaglie sono una goduria visiva che rappresenta il top nel genere.
Positiva anche la chicca di poter customizzare esteticamente le fazioni attraverso numerose colorazioni e simboli.
Ottima la colonna sonora.

PRO:
- 4 carismatiche razze
- ottimo gameplay, pvp di alto livello
- violento, brutale, scenico
- comparto tecnico eccellente
- ottima colonna sonora

CONTRO:
- campagna deludente

Non ci sono interventi da mostrare.