Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

The gamer condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere The gamer, aggiungilo agli amici adesso.

The gamer

ha scritto una recensione su Dishonored

Cover Dishonored per PS3

Dishonored si presenta come uno "stalth game" steampunk in prima persona anche se, in realtà, ci mette proprio di fronte ad una scelta di approccio che, terminata l'esperienza, porterà ad un finale totalmente differente.

La trama non diventa certo il punto forte del gioco poiché alla fine é abbastanza lineare, ma non per questo scontata.
I personaggi non sono ben delineati, Corvo, il protagonista, rimane addirittura il personaggio più in ombra; del suo passato non si sa nulla e nulla viene rivelato durante le ore di gioco.
L' esperienza di gioco ci immerge appunto nei panni di questo misterioso Corvo, che dovrà redimersi, dopo essere stato ingiustamente accusato dell' assassinio dell'imperatrice (di cui tralaltro era il Lord Protettore) salvando sua figlia della grinfie degli anarchici responsabili del delitto.
L'ambientazione é magnifica, caratteristica come mai era stata in nessun altro gioco e piena di elemeti sfruttabili per eliminare i nemici o attirarne l'attenzione.

La grafica rende onore a questo titolo che, pur essendo uscito ormai diversi anni fa, presenta un comparto tecnico curato; a partire dalla grafica appunto e dal comparto sonoro che é ancora più importante ai fini del gameplay, accompagnati, senza dubbio, da una direzione artistica degna di encomio.

Ma il punto forte di questo gioco é proprio il gameplay; durante la nostra avventura saremo in grado, tramite la raccolta e l'utilizzo di rune, di acquisire buff e anche nuovi poteri da utilizzare in-game.
Il gioco offre una ricca dotazione per quanto riguarda armi e poteri, che ci saranno utili durante le nostre ore di gioco.
Il gameplay é fluido, curato e molto appagante e divertente, seppur il livello di sfida non sia elevatissimo.
Assolutamente da giocare per amanti e anche non amanti del genere

The gamer

Ma che ne sanno i duemila
Porca di quella troia lurida quanto mi fate incazzare voi beoti che continuate a ripetere questa frase.
Come se un 2000 non potesse conoscere o essersi gustato giochi come MGS
Ma che ne sa vostro padre di come urla sua moglie quando me la trombo contro il muro, mannaggia a voi.

Non ci sono interventi da mostrare.