Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Vagitarian condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Vagitarian, aggiungilo agli amici adesso.

Vagitarian

ha scritto una recensione su God Hand

Cover God Hand per PS2

La perfezione non esiste, GOD HAND sì

Autentica perla, l'ennesima del compianto CLOVER Studio che, prima di divenire Platinum Games ha realizzato una manciata di piccoli capolavori uno dietro l'altro, dei quali God Hand rappresenta senza dubbio l'opera più grezza, povera sotto determinati aspetti, nonché meno nota, vuoi anche per la scarsa considerazione della critica del tempo, col tempo ha assunto (ma sinceramente lo si percepiva sin dal primo istante) lo status di cult e non è certo difficile immaginare il perché, in quanto summa del talento visionario del team, qui capitanato da un certo Shinji Mikami, della sua follia, la voglia di esagerare, infrangere ogni limite, sia in termini di gameplay che di trovate, una più demenziale dell'altra, votate all'esagerazione più estrema sino a raggiungere il parossismo per poi infrangere anche quella parete.
God Hand è il superamento di ogni limite, decenza compresa. Un frullato di idee che prese singolarmente non starebbero né in cielo né in terra ma che condensate assieme... risultano ancor più idiote, ma contribuiscono a loro volta a forgiare l'anima di questo connubio tra Beat'em Up 3D, picchiaduro duro e puro e action sotto steroidi, LSD e tanta di quella roba che nemmeno possiamo immaginare, miscelando Hokuto no Ken, Devil May Cry versione trash, Power Rangers lillipuziani, Chiwawa velenosi e altre amenità che nemmeno sto qui ad elencare per non rovinare la sorpresa a chi non ha avuto la fortuna di metterci sopra le mani (sottoscritto compreso, recuperato solo grazie al PSN) perché si tratta di una delle opere più originali mai concepite non solo in ambito picchiaduro, perché un gameplay personalizzabile come questo non lo si era mai visto e non si è visto più, fatto di combo da acquistare e plasmare a proprio piacimento in base a potenza, velocità e altri parametri soggettivi che permettono una gestione pressoché totale del gameplay che, per quanto grezzo, risulta tra i più stupefacenti e soddisfacenti su cui abbia mai messo le mani, tanto da renderlo il miglior gioco su Kenshiro mai creato, benché abbia poco da spartire oltre alle mazzate supersoniche.
Ogni boss fight necessita di un'adeguato stile da combattimento, rendendo ogni singolo scontro, anche il più semplice, oltre che arduo vista la difficoltà tutto fuorché amichevole, che pure a normal vi prenderanno a calci in culo così forte da farvi indossare il buco come fosse un cappello, impegnativo ma soprattutto diversificato, tanto da desiderare che non finisca mai e ricominciarlo una volta arrivati, soddisfatti e rattristitati all'epilogo, a ricominciarlo un'altra volta e un'altra ancora perché God Hand da assuefazione. Saranno le sostanze assunte dal team in fase di sviluppo, ma non riesco a spiegare il mix di euforia, divertimento e deliri che il gioco riesce a sprigionare.
Cercate il gioco perfetto? Eccolo. E' zeppo di difetti e limitazioni, tra aree di gioco spoglie e per nulla ispirate a... chissenefrega.
Okay, forse ho esagerato. E' tutto fuorché perfetto, perché un prodotto del genere la perfezione la disintegra a suon di combo, ci piscia sopra, si da una vigorosa sgrullata e si eleva a sua volta a più alto scalino di valutazione.
E ancora non ho parlato del manipolo di villain, dell'ottimo sistema di schivate, della colonna sonora, di come questo condensato di eccentricità nipponica risulti tutt'oggi ineguagliato e.
Sapete cosa? Torno a giocarci perché mi è salita nuovamente e brutalmente la voglia di menare le mani come Dio comanda.
Recuperatelo, colmate questa lacuna grande quanto l'universo e gioitene tutti, perché se ha la parola Dio nel titolo, un cazzo di motivo ci sarà pure.

9

Voto assegnato da Vagitarian
Media utenti: 8.8