Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 (Wii)

Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 Wii

Cover Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 (Wii)
Genere
Gioco sportivo
Data di uscita
17 novembre 2011
Produttore
Halifax
Sviluppatore
SEGA/Nintendo
Età consigliata
3+

"Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 si presenta esattamente come ce lo saremmo aspettato. L'alternanza di aspetti positivi e negativi che scaturiscono da un'idea produttiva piuttosto datata e riciclata, per quanto vincente, confluiscono in un titolo piuttosto divertente. Senza troppe pretese l'ultima produzione Nintendo riesce ad ammaliare il suo pubblico di casual gamer, regalando un gradevole antipasto alla vacanze natalizie (da passare a giocare in famiglia) e centrando così in pieno il suo scopo. Nonostante funzioni non si può certo negare, come dicevamo, un certo ri-utilizzo di idee e di meccaniche, che si uniscono sì spesso in modalità e discipline inedite ma non riescono certo a rappresentare un bonus di valore per la produzione, che agli occhi della critica rimane comunque nella “funzionale” mediocrità." da everyeye.it

7.2

Recensioni

3 utenti

Visitatore

Aggiungi alla collezione

"Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 si presenta esattamente come ce lo saremmo aspettato. L'alternanza di aspetti positivi e negativi che scaturiscono da un'idea produttiva piuttosto datata e riciclata, per quanto vincente, confluiscono in un titolo piuttosto divertente. Senza troppe pretese l'ultima produzione Nintendo riesce ad ammaliare il suo pubblico di casual gamer, regalando un gradevole antipasto alla vacanze natalizie (da passare a giocare in famiglia) e centrando così in pieno il suo scopo. Nonostante funzioni non si può certo negare, come dicevamo, un certo ri-utilizzo di idee e di meccaniche, che si uniscono sì spesso in modalità e discipline inedite ma non riescono certo a rappresentare un bonus di valore per la produzione, che agli occhi della critica rimane comunque nella “funzionale” mediocrità." da everyeye.it