Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

xcelsius condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere xcelsius, aggiungilo agli amici adesso.

xcelsius

ha scritto una recensione su Dragon Ball FighterZ

Cover Dragon Ball FighterZ per PS4

Online sì, offline nì

Dragon Ball FighterZ è uno di quei picchiaduro che non si accontenta di essere un semplice fan service ma ha anche l'obiettivo di affermarsi come un marchio con delle precise caratteristiche, in molti aspetti fedele al manga/anime ma prendendone anche le dovute distanze.

Il gameplay è sopratutto online-oriented, tanto che la stessa schermata iniziale pone come secondaria la scelta di giocare offline, in realtà questo è vero ma solo in parte, perché una volta connessi si viene accolti da una splendida sala d'attesa con tantissime modalità incluse quelle in locale, per cui viene suggerita semplicemente per la comodità di non disconnettersi ogni volta. Nonostante la grande varietà, la più popolata è quella degli incontri classificati, con un sistema di punti battaglia (PB) che previene lo scontrarsi con gente troppo scarsa o al contrario con chi è di livello superiore, in questo modo i match risultano quasi sempre livellati e divertenti.

Il combat system ricorda quello di Marvel vs Capcom (o meglio Marvel Super Heroes vs Street Fighter) infatti esso si basa sul 3 vs 3 con assist e il pregio è quello di offrire match abbastanza lunghi e dinamici. Durante i combattimenti sembra di essere realmente catapultati nell'anime, gli scontri sono frenetici ma ragionati, votati all'assalto più che alla difesa, dove la simulazione si può dire estesa a ogni singola animazione, dalle mosse speciali dei personaggi ai loro movimenti, dalla scomparsa veloce allo scontro aereo. In particolari condizioni è perfino possibile invocare il drago Shenron per esaudire desideri come riportare in vita un alleato o ripristinare la salute.

Dal punto di vista grafico c'è una certa discrepanza tra un ottimo 2D e un 3D poco convincente, tuttavia trascurabile in quanto usato solo in background. Il character design è quasi perfetto, l'unico appunto sono le mani dei personaggi che risultano sproporzionatamente grandi rispetto al resto del corpo. Le arene non sono tantissime ma ce ne sono a sufficienza tra quelle classiche e quelle tratte dallo story mode, inoltre se si compie una "eliminazione distruttiva" lo scenario cambia anche durante uno stesso incontro, in modo simile ai continui spostamenti che avvengono durante i combattimenti di Dragon Ball.

Detto questo, è un gioco fedelissimo al manga nello spirito ma viceversa ne prende le distanze in alcuni contenuti secondari, infatti nella storia viene (finalmente) abbandonato l'arco narrativo trito e ritrito di DBZ e viene proposta una trama originale con un nuovo antagonista, N° 21. Tuttavia l'occasione viene sprecata malamente perché questa modalità funge solo da lungo e noiosissimo tutorial fatto di scontri casuali .invero anche poco allenanti- e cutscene inutili. Questo è un peccato sopratutto perché l'offline oltre a ciò e un arcade onesto offre veramente poco, rendendo l'esperienza di gioco nettamente sbilanciata verso il multiplayer.

Un'ultima parentesi sul roster che pur essendo sufficiente per un picchiaduro presenta diverse lacune, arginate solo in parte con i DLC per giunta costosissimi. Inoltre il fatto che le varie skin siano solo un cambio di colore di abiti (o pelle) mi ha veramente fatto girare i coglioni.

Gameplay 79 / 100
Grafica: 90 / 100
Roster: 75 / 100