Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover IL-2 Sturmovik: Birds of Prey

IL-2 Sturmovik: Birds of Prey DS

Sviluppato da DiP Interactive e prodotto da 505 Games, IL-2 Sturmovik: Birds of Prey è un gioco di volo uscito il 4 settembre 2009 per DS.

LoStraniero91
Cover IL-2 Sturmovik: Birds of Prey per PS3

Platino #136: Platino

IL-2 Sturmovik: Birds of Prey

-- GIOCO --

Come iniziare il 2016 in gran stile!

IL-2 Sturmovik: Birds of Prey è in assoluto la miglior simulazione di volo esistente su PS3. I Gaijin Entertainment si sono fatti in quattro per realizzare, su console, un genere che in teoria “funziona solo su PC”. Birds of Prey dimostra come questo mito è sfatato!

All’inizio, dobbiamo affrontare obbligatoriamente il tutoriale, ed è straconsigliato perché ci insegna le nozioni di base: dal controllo dell’aereo fino agli armamenti, all’impartire ordini allo stormo (che ci tornerà davvero utile nella campagna). Dopodiché sbloccheremo la campagna, ma non è finita, il tutoriale permette anche di “collaudare” le due difficoltà aggiuntive oltre a quella Arcade: Realistico e Simulatore (andrò a spiegarle dopo).

La campagna del gioco si svolge durante la Seconda Guerra Mondiale, dove è teatro di scontri aerei sopra la sacca di Korsun (in Russia), in Sicilia (Operazione Husky), in Inghilterra e, infine, nel cuore della capitale tedesca: Berlino. Gli scenari offrono una discreta varietà: tra abbattere caccia, difendere un alleato, attaccare bersagli terrestri e molto altro. Dopo ogni “capitolo” (o battaglia importante) portato a termine, ci sarà un intermezzo “storico”, dove il narratore racconterà gli avvenimenti di quel periodo insieme a pezzi di video originali della Seconda Guerra Mondiale. La campagna può essere giocata con tentativi illimitati (se ci abbattono, possiamo ripartire senza incappare nel “Fine partita”) o impostandoli a piacimento (per un aumento di sfida), stessa cosa anche per carburante e munizioni.

Dopo la campagna, abbiamo la possibilità di giocare le “Missioni”, anche qua suddivise nelle varie locazioni di scontro, dove ognuna ha un differente requisito per essere completata: vi sono le missioni “Attacco a terra”, dove dobbiamo distruggere bersagli terrestri, le missioni “Richiesta di copertura”, dove dobbiamo difendere un obiettivo, e infine le missioni “Caccia”, dove dobbiamo abbattere bersagli aerei. Oltre a queste 3 principali, vi sono altre tipologie (intercettazione, fuga, ecc…).

L’onnipresente multigiocatore vi permette di giocare 4 modalità: Combattimento ravvicinato, il classico tutti contro tutti; Battaglia a Squadre, lo dice il nome stesso; Conquista campi aviazione, una variante di re della collina dove bisogna atterrare su un aeroporto per conquistarlo, infine Attacco, modalità dove bisogna bombardare/difendere obiettivi terrestri.

Presente una esaustiva enciclopedia ricca di terminologie, descrizioni dei piloti e un visualizzatore dei modelli degli aerei.

Indispensabile nel gioco è lo stormo: possiamo controllare tramite la croce direzionale alcuni aerei alleati per attaccare bersagli, rimanere in formazione o coprirci. In Simulatore e nelle Missioni, saranno la cosa più utile del gioco.

Parlando degli elementi simulativi, molta gente partirà subito a difficoltà Arcade, che garantisce un controllo dell’aereo più permissivo e meno comandi da tenere conto (gestiremo comunque potenza e carrello). Viene in aiuto anche un “mirino di predizione”, dove ci anticiperà la miglior posizione dove sparare per colpire il bersaglio, oltre alla “telecamera di combattimento”, che ci permette di tenere sempre agganciato il nostro nemico. Già impostando Realistico, la manovrabilità dell’aereo cambia, risultando più sensibile alle inclinazioni e più propenso ad entrare in stallo, sparisce anche il mirino di predizione e i danni vengono resi più reali. Simulatore, la vera sfida, toglie qualsiasi aiuto, la mappa, gli indicatori, la visuale esterna e vengono aggiunti il controllo dell’assetto di volo e degli “ipersostentatori” (o flap). Anche solo usando il DS3 (invece di una consueta manetta da gioco), il gioco si lascia comandare bene.

La varietà di aerei disponibile è ampia: si va dai classici aerei sovietici come l’IL-2, ad aerei inglesi come lo Spitfire, fino a bombardieri come il B-17G “La Fortezza Volante” o la serie di aerei He 111, aerei dell’Asse, biplani (I-153) e prototipi a reazione. Vi è la possibilità di impostare l’armamento da caricare nell’aereo (previa sbloccatura, per alcuni).

Tecnicamente, il motore Dagor offre aerei realizzati con una cura maniacale, tanta azione su schermo, una convincente resa del terreno (e non le solite smarmellate di colore buttate a caso) e un vasto orizzonte visivo. Tutto ciò a discapito di frequenti e pesanti cali di fluidità e di strappi a schermo (soprattutto quando le cose si fanno DAVVERO DAVVERO affollate). Le musiche risaltano bene l’incedere dell’azione, ma da manicomio è il doppiaggio in italiano: se la voce del narratore (il mitico Giancarlo Ciccone, il doppiatore di Ocelot di MGS) è discreta, il resto non si può dire durante la campagna, con i piloti a cui è stato affidato uno stereotipatissimo accento (che sia russo, inglese o spagnolo), che non riesce a rendere e risulta molto più spesso comico e caricaturale.

Birds of Prey è un gioco che merita tantissimo! Un esempio di come i simulatori, se ben realizzati, possano rendere ottimamente anche su console!

-- TROFEI --

- PLATINO BASE: 7.5/10

Un ottimo platino per iniziare il 2016, soprattutto perché non è molto facile ed è lunghetto, iniziamo dal multigiocatore:

- Vincere 50 partite in Battaglia a squadre (Campione “Battaglia a squadre), 30 in Combattimento ravvicinato (Campione “Combatt. ravvicinato”), 50 in Attacco (Campione “Attacco”) e 50 in Conquista campi aviazione (Campione “Conq. campi aviazione”);
- Abbattere 100 aerei del giocatore (Asso degli Assi);
- Vincere in ogni scenario (I cieli sono la mia casa) e ogni modalità (Non più un novellino);
- Giocare 50 partite (Combattente onorario);
- Compiere 50 atterraggi in modalità Realistico in Conquista campi aviazione (Esperto di atterraggi);
- Vincere una partita invitando due amici in squadra (Compagno d'armi): dovete per forza OSPITARE e INVITARE voi perché il trofeo sia valido.

Nel singolo

- Finire la campagna a Simulatore (Membro del club di élite): impostate la sensibilità degli alettoni e degli equilibratori a 0 se non volete fare avvitamenti da sclero, usate INCESSANTEMENTE lo stormo!;
- Finire tutte le tipologie di missioni singole (Sempre pronto ad attaccare), (Sempre pronto a coprire), (Sempre pronto a combattere),
- Completare “Scorta” con tentativi a 0 e carburante/munizioni limitate (Pilota invulnerabile): trofeo molto rognoso, lo stormo e un minimo di abilità è la vostra chiave di successo;
- Sbloccare tutte le voci dell’enciclopedia (Pilota erudito);
- Completare l’addestramento con tutti i velivoli (Pilota collaudatore);
- Completare 100 missioni con l'IL-2 Sturmovik (Carro armato volante): è cumulativo sia in singolo che in multigiocatore.

Ora arriviamo ai due trofei più lunghi del gioco che vanno fatti per forza sia in singolo che in multigiocatore:

- Sbloccare tutti gli aerei (Patito degli aerei) e tutte le armi (Collezionista di armi): questi due trofei vi terranno impegnati, in quanto bisognerà finire tutta la campagna e le missioni per sbloccare circa la metà degli aerei, e poi compiere vari requisiti nel multigiocatore per sbloccare quelli rimanenti e gli armamenti. C’è da dire che un aereo, il B-17G, ha un armamento fallato che si sblocca automaticamente come riceviamo l’aereo, solo che non conta per il trofeo e andrà quindi RIFATTO perché sia valido. Poi, alcuni aerei hanno requisiti assurdi: parlo di aerei che devono distruggere bersagli terrestri senza armi adatte a tale scopo, come i caccia. Per ovviare a tale lacuna (o tortura), dovete necessariamente atterrare CON CAUTELA vicino all’obiettivo e distruggerlo con i cannoni. Bella roba! Noi giocatori PS3 siamo fortunati, perché un aggiornamento ha ridotto di molto i requisiti di sblocco.

-- VOTI --

Difficoltà complessiva: 7.5/10.
Voto gioco: 8.5/10.

-- RINGRAZIAMENTI --

A Gray_Locked, Vincenzo Catania e a Guarini Fabio per l'aiuto in multigiocatore.

8.5

Voto assegnato da LoStraniero91
Media utenti: 9.2 · Recensioni della critica: 8.1

Garth Brown
Cover IL-2 Sturmovik: Birds of Prey per PS3

Grafica: 8
Ambientazioni: 7
Trama: 10
Longevità: 10
Gameplay: 10
OST: 8

VOTO MATEMATICO: 8,5
VOTO REALE: 10

Eccezionale il nuovo capitolo di questa serie, ad opera di Gaijin Entertainment.

Sulla Grafica: Molto bella, gli aerei sono ben definiti. L'abitacolo interno spettacolare.
Sulle Ambientazioni: Belle nel complesso ma purtroppo, spoglie e poco definite nel dettaglio.
Sulla Trama: Non c'è, essendo questo un gioco arcade/simulativo, ma i filmati storici delle varie battaglie, sono sempre un piacere.
Sulla Longevità: 30 ore tra missioni, campagna e online (per sbloccare ogni aereo e arma) vanno benissimo per questo genere.
Sul Gameplay: Davvero ottimo, dato che alle difficoltà maggiori le cose si fanno interessanti, tra Stallo, Flap etc etc...
Sulla OST: Molto bella nel complesso.

In conclusione, un grande gioco, da giocare assolutamente.

10

Voto assegnato da Garth Brown
Media utenti: 9.2 · Recensioni della critica: 8.1

Non ci sono interventi da mostrare.