Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Persona 4: Dancing All Night

Persona 4: Dancing All Night PS Vita

Sviluppato da Dingo Inc. e prodotto da Atlus, Persona 4: Dancing All Night è un gioco d'azione uscito nel 2015 per PlayStation Vita.

8.2

Recensioni

12 utenti

Kiryu

Kiryu ha scritto una recensione su Persona 4: Dancing All Night

Cover Persona 4: Dancing All Night per PS Vita

NB pigro di merda ma mi ha fatto giocare P3D e P5D piratati quindi gli voglio bene lo stesso *dab*

C'è modo e modo di strizzare una serie per fare soldi facili: e cazzo, magari Atlus fosse lo standard in questo tipo di situazioni! Dopo una collaborazione con Arc System Works dalla quale è uscito Persona 4 Arena (che in realtà è praticamente un crossover tra P3 e 4, quindi ancora meglio), Atlus aveva in mente un altro spin-off di tutto rispetto: questa volta ad aiutarli sarebbero stati gli sviluppatori dei videogiochi con protagonista Hatsune Miku, quindi un videogioco musicale. Beh, bisogna dire che i generi li hanno scelti davvero bene. Oltre a un cast variegato, adatto ad un picchiaduro, la serie vanta anche - a mani basse - una delle migliori colonne sonore del mondo videoludico. Difficilmente, con queste premesse, sarebbe potuto uscirne un prodotto deludente.

E infatti Persona 4 Dancing mi ha soddisfatto non poco. Esteticamente è un titolo in linea con lo stile di P4, molto colorato e allegro, sia per quanto riguarda gli sfondi che il design dei personaggi. E a proposito del character design, Soejima come al solito si riconferma un artista coi controcazzi e uno dei miei character designer preferiti in ambito anime/videogiochi con grafica anime: a parte i nuovi personaggi, di cui mi frega davvero poco per un motivo che spiegherò poi, i vestiti "versione Dancing" del cast principale sono davvero fighi! Quello di Naoto in particolare è perfetto, le dà proprio un'aria da "cool officer" e un'estetica più smoothy/jazzy, la quale poi viene perfettamente rispecchiata dai remix che le sono stati assegnati in game. Da un punto di vista più tecnico, i modelli dei personaggi si difendono benissimo e averli su un gioco per console portatile è davvero una goduria-

///////////COSA CHE IL 3DS NON AVRA' MAI PERCHE' FA PENA TECNICAMENTE//////////

Ehm, ehm...sì, dicevo! I comandi sono molto intuitivi e il gioco dà fin da subito soddisfazioni, poi andando avanti sarà anche richiesto un certo impegno per padroneggiare appieno i brani alle difficoltà più alte. La colonna sonora presenta un buon numero di brani presi da TUTTO ciò che compone il franchise di P4: Persona 4 originale, Golden, Arena, Q, the Animation e live dei concerti. A questo unite ovviamente dei brani inediti di questo capitolo e dei remix che sono buoni nel peggiore dei casi e fenomenali nel migliore (e la qualità generale tende decisamente di più verso quest'ultimo). Detto così potreste aspettarvi chissà che numero spropositato di brani. In reatlà sono una trentina più i DLC. Lo so, non molti sulla carta, ma console alla mano non ci farete nemmeno caso perché la solidità del gameplay fa in modo che non ci si annoi facilmente. Spendo due parole anche per le coreografie dei personaggi: devo dire che ogni personaggio balla, a prescindere dalla danza in sé che non ho assolutamente la competenza di giudicare, in un modo che rispecchia molto chiaramente la sua personalità. E questo è quello che volevo, espressività nel movimento,che facesse in un certo senso da fanservice per i giocatori. L'aggressività di Kanji, il puro nosense sopra le righe che è Teddie, lo swag potentissimo di Yu ecc. P4D è un titolo fanservice e sotto questo aspetto non gli si può dire molto. A questo aggiungete tanti oggetti equipaggiabili nella modalità free dance e un doppiaggio che come al solito per Atlus è top tier. L'unica cosa di cui veramente mi posso "lamentare" è la modalità che accompagna la free dance, ovvero la story mode. Uuuuugh, io non so perché - mi è successo anche con Persona 4 Arena - ma le story mode degli spin off proprio non le reggo. Sono vagamente interessanti per quello che vogliono essere, introducono nuovi personaggi e tutto quello che volete ma le trovo davvero troppo prolisse e/o lente. Così come per l'Arena, anche nel Dancing non sono riuscito a finire la storia perché semplicemente non trovo la voglia di continuarla. Spero che non sia così anche in Persona Q, che devo ancora giocare.

Comunque ecco, questa è l'unica vera nota stonata di P4D secondo me, alla quale aggiungo la sensata critica che sarebbe potuto uscire un prodotto ancora migliore con un po' di brani in più. Ma vabbè, è stato comunque un ottimo acquisto che mette in risalto tanti dei punti forti che caratterizzano le produzioni Atlus. Se siete fan della serie o volete un gran bel gioco musicale, non pensateci due volte e compratelo.

PlayStation Bit

Sembrerebbe che una remaster di Persona 4 stia per essere annunciata

Il rumor arriva da un tweet di un utente di Twitter, Gespy, che conteneva l'immagine dell'anteprima del nuovo numero di Persona Magazine, e che anticipava un ritorno proprio di Persona 4. “Persona 4 … · Leggi tutto l'articolo

GallusConPatatus

GallusConPatatus ha pubblicato un'immagine nell'album Trofei riguardante Persona 4: Dancing All Night

Platino n° 4: Persona 4 dancing all night

NB4Y

NB4Y ha scritto una recensione su Persona 4: Dancing All Night

Cover Persona 4: Dancing All Night per PS Vita

Lo spin-off che nessuno ha chiesto

"We, hai presente quel gioco lì che stiamo mungendo in maniera improponibile con anime, manga, remake, spin-off e cazzate varie?"
"Ah, dici Persona 4? Non sarebbe ora di smetterla e di, che so, passare ad altro? Tipo Persona 5 o una nuova serie boh."
"Hahaha divertente. Senti, che ne dici di un altro spin-off?"

Random canzone da accompagnamento: https://www.youtube.com/watch?v=3ezTYZ0r …
Individuo 4 Ballando Tutta Notte è l'ennesimo tentativo di fare soldi con Individuo 4, stavolta sotto forma di gioco musicale sviluppato da Atlus in collaborazione con Dingo (Hatsune Miku Project Diva e weebate varie del genere).
Il gioco propone una modalità storia dalla durata di poco più di una decina di ore sottoforma di Visual Novel con delle parti di gameplay ogni tanto. La storia rispecchia bene lo stile di Persona 4 e si rivela essere un piacevole tuffo nel "passato" dove rivedi il cast principale dopo gli eventi di Persona 4 nel tentativo di fare da backup dancers per un concerto con Rise. Shit happens, si ritrovano in un mondo pieno di ombre dove la violenza è negata e il loro unico modo di combattere e l'esprimere i propri sentimenti ballando. Sì, l'incipit è dannatamente stupido, ma la qualità della storia è praticamente paragonabile a quella del gioco principale, senza essere inacquata dalle 90+ ore di gameplay, il che mi ha particolarmente sorpreso e la modalità storia si è rivelata essere piacevole da seguire, seppur un po' troppo semplice.

Oltre alla storia c'è la modalità Free Dance dove si possono giocare le canzoni della modalità storia o anche altre extra, con la possibilità di scegliere il costume, gli accessori, i bonus (acquistabili dal Tanaka Store, giustamente), la difficoltà o il ballerino secondario. Le canzoni presenti sono poche, ma giocandole se ne sbloccano altre e si arriva ad un buon numero di tracce (27 di base + 13 DLC, di cui solo 3 meritano di essere giocate). Il gameplay è semplice ed intuitivo, diverte molto sia alle prime ore, quando si cerca di imparare le meccaniche del gioco, sia dopo molte ore, quando si punta ad aumentare l'high score, a fare combo più lunghe o a bestemmiare con certi bonus che possono aumentare la velocità delle note, renderla meno lineare, mandarle in tasti casuali, fade-in/fade-out ecc.
Tra gli extra ci sono anche 10 "medaglie" che si possono guadagnare, un po' come i trofei del psn, ma imo sono più soddisfacenti del platino del gioco e danno una spinta in più al giocatore per passare più tempo nel Free Dance.

A livello tecnico il gioco si tiene su molto bene: i comandi sono reattivi e il framerate è stabile. Il lato grafico è di gran lunga superiore a quello del gioco originale, con ottime sprite, modelli 3D in HD a dimensioni umane, sfondi colorati e vivi ecc.
Per il lato sonoro ho un po' da ridire: per quanto riguarda le canzoni, ci ritroviamo un po' di ost di Persona 4 e dei suoi spin-off (opening di questo gioco inclusa) assieme a molti remix di queste stesse canzoni fatte appositamente per il gioco. Alcuni di questi remix sono semplicemente fantastici. Avere Lotus Juice come voce da menù è pure un'enorme più al gioco. Ma per quanto riguarda il doppiaggio non sono pienamente soddisfatto. Alcune voci ritornano e Yu (il protagonista) è finalmente doppiato, mentre altri personaggi hanno avuto un cambio di doppiatore. Matt Mercer (Yusuke di P5 e McCree di Overwatch) imita benissimo la voce del vecchio Kanji ma la nuova Rise è decisamente inferiore. I nuovi personaggi aggiunti sono abbastanza deludenti e il doppiaggio generale sembra un po' fatto di fretta rispetto alla qualità che Atlus propone di solito.

Ultimi punti da dire:
-Le coreografie sono perlopiù ottime. Rispecchiano bene le personalità dei personaggi e sono piacevoli da vedere: Kanji "balla" in modo molto aggressivo, Yu è puro swag, Chie è best girl, Yukiko dabba durante la sua danza classica e Teddie è puro terrorismo visivo.
-La maggior parte dei DLC sono o orribili o sottotono rispetto al contenuto presente di base. Ci sono davvero poche eccezioni che avrei voluto facessero parte del gioco invece di essere a pagamento, ladri infami.
-Piacevoli i vari riferimenti al gioco originale e al Golden
-Nonostante le mie aspettative bassissime sul gioco, è uno spasso da giocare, e a causa della sua natura è facile da giocare sia per qualche minuto che per qualche ora. Sony pls revive PSVita

Quindi sì insomma giocatelo.

Non ci sono interventi da mostrare.