Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Devil May Cry 5: una spettacolare fusione di moderne tecnologie con un design superbo - analisi tecnica

La striscia positiva di giochi eccezionali di Capcom (e relativa magnificenza tecnologica) continua con l'arrivo sul mercato di Devil May Cry 5. Sono passati ben undici anni dall'arrivo dell'ultimo titolo della serie prodotto internamente dalla software house giapponese e questo nuovo capitolo è davvero eccezionale.



Combinando un comparto artistico di prim'ordine con un gameplay action brillante, divertente e stilosissimo e con lo splendido impatto grafico offerto dal RE Engine, Capcom torna sulle scene con un nuovo episodio di uno dei suoi brand di punta. Dal punto di vista visivo, il team nipponico è riuscito a confezionare un prodotto strepitoso e, nonostante ci siano alcune importanti differenze tra le quattro versioni per console, il gioco appare superbo e divertentissimo a prescindere dal sistema su cui lo giocherete.



Con questo titolo, inoltre, sono stati raggiunti importanti traguardi visivi. In particolare ci riferiamo agli incredibili modelli dei personaggi, un lavoro allo stato dell'arte: sembra quasi di vedere degli attori all'opera in un moderno film in CGI. DMC5 è un gioco d'azione che si basa fortemente sul forte carisma dei propri protagonisti, ponendoli perennemente al centro dell'azione. Il campo visivo della telecamera è relativamente ravvicinato con un focus molto stretto sull'azione anche se, se preferite, è possibile modificare la distanza della camera attraverso il menu delle opzioni.



Tuttavia sono proprio le cutscene a mostrare le incredibili abilità degli artisti e dei designer responsabili del gioco. Capcom usa una tecnica complessa per la realizzazione delle proprie sequenze filmate utilizzando una telecamera all'avanguardia e per catturare le gesta degli attori nel mondo reale. La parte iniziale con i titoli di testa, ad esempio, spicca tra tutte le altre. L'intera scena è realizzata in slow-motion con Nero che esegue una danza mortale eliminando tutti i demoni sul proprio cammino in pieno stile Devil May Cry.



Leggi altro...

Continua la lettura su www.eurogamer.it

19 marzo alle 11:10