Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Forza Horizon 4

Sviluppato da Playground Games e prodotto da Microsoft Game Studios, Forza Horizon 4 è un gioco di guida uscito il 2 ottobre 2018 per Xbox One · Link: microsoft.com

9.6

Recensioni

6 utenti

Recensioni

9.6

Media dei voti
6 recensioni degli utenti

Ruby da Cherry

ha scritto una recensione su Forza Horizon 4

Cover Forza Horizon 4 per Xbox One

Come Sony ha Naughty Dog, Microsoft ha Playground Games

Ed eccoci qua
Da dove iniziare?
Da un argomento che mi sta a cuore e che vedo molti prendere alla leggera
Cos'è questo astio nei confronti dei racing? Perché non sono considerati alla pari degli story driven, fps o action? Perché non possono concorrere per il GOTY? Sull'internet, ma anche qui su Ludomedia, leggo commenti che tendono a denigrare questo genere, non reputandolo all'altezza:
-"Microsoft non può competere con Forza perché è semplicemente un gioco di corse" diceva uno su Facebook
-"92 è pure troppo come media per un gioco di corse"
-"Il genere racing è un genere che è stagno e non innova da anni"
Più che fare la recensione, sono interessato a ciò che avete da dire a riguardo, magari portando argomentazioni valide che sostengono questa (sbagliata in mia opinione) tesi
Perché essendo cresciuto a pane e racing, è una cosa a cui tengo un sacco
Tutto sto astio da cosa è scaturito? Io una mezza idea ce l'avrei ma è meglio se la tengo per me
Passiamo al gioco? Beh, il voto è prevedibile e concordo sul fatto che sono di parte
Ma anche se non lo fossi, ciò non cambierebbe la qualità di questo gioco
Mai e poi mai mi sarei immaginato di avere un prodotto del genere
E se devo essere sincero, con l'annuncio di Forza Horizon 4 un dubbio mi assalí la mente: E se si rivelasse un more of the same? Dico, Forza Horizon 3 è l'apice, veramente riescono a fare di meglio? Sono veramente in grado di superarsi?
E con totale fermezza dico che non sono solo riusciti a superarsi ma ad evolvere l'intero genere, settando nuove vette che probabilmente solo loro riusciranno a superare
Malgrado tutti si aspettavano il Giappone, la scelta britannica è la migliore per sfruttare ciò che rende questo gioco rivoluzionario: le stagioni
Perché secondo voi nessuno ci ha mai provato prima? Semplice, perché è estremamente difficile ed è un'enorme sfida e la cosa più incredibile è che il tutto è stato fatto in soli due anni
Come fa uno studio a tirar fuori un gioco di tale dettaglio in così poco tempo? Sono proprio dei tech wizards asd
Come da tradizione, Forza Horizon inizia con un tutorial (in questo caso molto lungo, dalla durata di 5/6 ore) che ti presenta le 4 stagioni che verranno cambiate ogni settimana del tempo reale. E madonna che bellezza, nessun altro tutorial arriverà mai a questi livelli
Se vi ricordate la mia rece su Fh3 dissi che il gioco è pieno di attività, qui non sono solo raddoppiate, ma triplicate
Togliendo le solite esibizioni e le gare, ora ci sono anche le storie horizon come fare lo stuntman o aiutare una streamer
Ma quante citazioni? Di ogni tipo
E l'esibizione di Halo? PURO ORGASMO
Non riesco a trovare difetti, magari ancora qualche problema nel multiplayer (che probabilmente è colpa della mia connessione visto che mentre gli altri entravano io rimanevo in un caricamento infinito)
Ah e a proposito di multiplayer, ma che bellezza è il Forzathon Live? Per chi non sapesse cos'è, allo scoccare di ogni ora il gioco invita tutti i giocatori a recarsi in una parte della mappa (su cui sorvola un dirigibile) per raggiungere obiettivi insieme, tipo zone di velocità o segnali di pericolo, che al termine premiano con punti spendibili per comprare macchine, vestiti ed emoticon (ovviamente nessuna microtransazione)
Ah, assoluta novità il poter acquistare casa e personalizzare il proprio personaggio
Vi giuro non riesco a trovare difetti: tutto funziona malgrado l'enorme mappa e la moltitudine di attività
Siamo veramente arrivati ad un punto in cui credo non si possa fare di meglio e dicevo così anche l'anno scorso con Forza Horizon 3...poi sappiamo com'è andata
Se fh3 era la madonna e valeva l'acquisto della One, questo vale l'acquisto della One X come minimo
Vogliamo parlare della grafica? Come fa un mostro del genere a girare sulla One base? Essendo open world e deve gestire fino a 72 giocatori su una mappa enorme, rimango stupefatto da come tiene i 30 fps mentre su One X, che si preferisca la resa visiva o la fluidità, c'è pane per tutti
4k (nativi) 30fps o 1080p 60fps, a voi la scelta
Sotto un profilo di texture è uguale a Fh3 perché più di quello non si può ma illuminazione, pozze, fango e dettagli sulla macchina sono potenziati e fanno la loro sporca figura (guidare di notte nella città oppure vedere il riflesso delle pozzanghere al tramonto provocano in me numerosi orgasmi)
E voglio precisare una cosa: le stagioni non portano solo un cambiamento visivo. Si ha un cambio totale, pure di gameplay
Prova lampante te la dà il gioco durante il tutorial, il quale ti fa provare lo stesso tracciato in due stagioni differenti e fidatevi, la differenza si nota
Playground si è dimostrata all'altezza di ogni aspettativa e malgrado sia uno studio abbastanza recente (fondata nel 2010) si può dire con totale tranquillità che Forza Horizon 4 è il racing definitivo, senza sé e senza ma
Ah e posso dire che questo Horizon vanta il miglior comparto musicale di tutti, ho già una decina di pezzi che ascolto piacevolmente malgrado l'enorme delusione di Bass Arena (compensata con Horizon Pulse, stazione che non cagavo negli altei giochi asd )
E continuo a non capire la media del 92
Dovete assolutamente giocarlo, è uno di quei giochi che OGNUNO nella propria vita deve giocare, anche se le macchine ti fanno veramente schifo
Tutto quel dettaglio e tutta quella qualità, pareggia con Naughty Dog
E non vedo l'ora di avere più informazioni sul loro nuovo RPG perché se è almeno la metà Forza Horizon 4, è un capolavoro annunciato
Giocatelo, veramente, è un'esperienza fantastica

10

Voto assegnato da Ruby da Cherry
Media utenti: 9.6 · Recensioni della critica: 9.2

Rev

ha scritto una recensione su Forza Horizon 4

Cover Forza Horizon 4 per Xbox One

>Forzathon Live
>Esibizioni
>sistema coop e pvp online
>livree e personalizzazione delle auto
>modalità foto
>Campagna Britannica

il tutto si può riassumere con un semplice
"qualità > quantità"

FedeChief

ha scritto una recensione su Forza Horizon 4

Cover Forza Horizon 4 per Xbox One

"The Greatest Britain Ever."

Il primo Forza Horizon uscì nel 2012, a fine generazione scorsa, e stupì un po’ qualsiasi possessore di una 360.
Sviluppato da un’anonima, ma neanche tanto, Playground Games è entrato a far parte dei titoli di punta di Microsoft guadagnandosi il rilascio biennale.
Quest’anno è uscita la sua quarta incarnazione e come da abitudine non ha mancato di meravigliare il pubblico.

Il nome che i Playground Games si sono costruiti negli anni ha delle fondamenta non solide, ma di più.
Lo studio è nato nel 2012 partendo proprio da Forza Horizon, ma i suoi dipendenti non erano di certo alle prime armi, infatti il team di sviluppo è composto da ex membri di altri studi che di titoli corsistici sotto alle proprie mani ne hanno visti passare tanti, fanno parte dei Playground ex Criterion, Black Rock, Bizarre Creations, Codemasters, Ubisoft Reflections e Psygnosis.
Per scendere leggermente più nel dettaglio, il team di sviluppo è composto da una parte di coloro che in passato han collaborato a creare: Burnout, Project Gotham Racing, Colin McRae Rally, Driver, Wipeout, vari MotoGP ed F1, senza contare la supervisione di Turn 10, la mamma di Forza Motorsport.
Infatti da un team così ben assortito non poteva che uscire un gioco da alti standard come quello preso in esame in questa recensione.

Dopo questa piccola dovuta introduzione, possiamo parlare del gioco vero e proprio.
La grande novità che ci viene messa in mostra è il cambiare delle stagioni, infatti non avremo più solo ciclo giorno-notte e meteo dinamico, ma ci sarà anche un’alternanza stagionale che andrà a modificare la mappa di gioco più o meno pesantemente.

La prima parte di gioco inizia con il classico evento di presentazione che quest’anno risalta ancora di più grazie al ciclo stagionale presentato tutto in pochissimi minuti.
Dopo ci butterà direttamente nel mondo di gioco e si inizierà a gareggiare normalmente sbloccando sempre più tipologie di evento ed in contemporanea ci verranno presentati i vari personaggi che fungeranno da guida per le attività presenti sulla mappa.
In tutta questa prima sezione il nostro obiettivo sarà quello di guadagnare punti per sbloccare ogni stagione in modo tale da presentarle tutte dettagliatamente al giocatore prima di arrivare nel vero ciclo stagionale.
Infatti una volta superata la prima parte di gioco le stagioni dureranno una settimana reale, facendo diventare la durata di un mese quella di un anno di gioco.
Ogni settimana ci saranno nuovi premi, sfide e corse tematiche mantenendo il tutto sempre aggiornato e ricco di eventi.

Una delle mie preoccupazioni prima del rilascio era relativa alla diversità della mappa di gioco, infatti il terzo capitolo ambientato in Australia garantiva ottima diversificazione degli ambienti con città, spiagge, deserti e foreste, mentre le possibilità del panorama anglo-scozzese del quarto capitolo mi davano l’impressione di essere meno versatili, ma mi sono dovuto ricrede.
Città, montagne, coste, zone pianeggianti, piccoli paesi, laghi e il ciclo annuale rendono la mappa forse ancora più diversificata rispetto al predecessore, questa volta gestita anche in maniera diversa con un solo centro del festival e tante proprietà da acquistare come base per personalizzare il personaggio, comprare, vendere, decorare e potenziare auto.

Anche in termini contenutistici il gioco non delude con circa 460 veicoli su disco tutti modificabili tecnicamente e personalizzabili, con le livree create dalla community con l’editor messo a disposizione, ed una serie di eventi molto corposa.
Le tipologie di gare si divideranno tra le gare su circuito e quelle “a percorso” che a loro volta si differenzieranno in gara su strada, su sterrato, clandestina o cross-country.
In giro per la mappa si troveranno anche gare di accelerazione, segnali per: salti, derapate, autovelox e tutor.
Oltretutto gli eventi potranno essere personalizzati e condivisi per far giocare il resto della community su quella gara con delle regole specifiche ideate da te.
Una novità sono le “Storie Horizon”, attività strutturate in vari livelli in cui dovremo fare delle esibizioni con auto tematiche: Lo Stuntman ci butterà in manovre da film, il Drift Club si presenta già da solo, LaRacer sarà una streamer che presenterà auto iconiche dei giochi di corse e ne Le Più Veloci del Mondo si guideranno auto che se non fanno minimo 400km/h non sono soddisfatte di loro stesse.
Ritornano anche i gioielli dimenticati, ovvero auto sperdute in mezzo alla mappa da trovare per poi farle riparare ed utilizzare e le Grandi Esibizioni dove ci ritroveremo a gareggiare contro Hovercraft, Treni, Motociclisti, etc…

L’online è parte fondamentale di tutto ciò infatti ogni singolo evento potrà essere giocato in co-op e contro amici, si potrà gironzolare liberi nella mappa di gioco, sfidarsi in testa a testa o organizzare qualche minigioco come cattura la bandiera, infezione o re.
Se questo non bastasse ci pensa il #Forzathon a ravvivare ulteriormente la situazione, infatti ogni tot di tempo tutti gli utenti in giro per il server possono radunarsi in un punto e partecipare ad una serie di eventi in cui bisognerà raggiungere un punteggio collettivo in varie attività, guadagnando così punti da spendere in premi stagionali esclusivi.
Ogni tanto c’è leggera instabilità di connessione che porta a dei tempi di attesa variabili per il rientro in mappa e in party dopo un evento, ma nulla che mina veramente la possibilità di gioco.

Tecnicamente su XboxONE è quasi il meglio che la console può offrire, graficamente eccellente, a 30fps con cali veramente sporadici e di poco conto.
Se si ha la fortuna di giocare su ONE X sarà possibile aumentare il framerate o la risoluzione in base alle preferenze personali.
La versione PC è quella che brilla più di tutte, se non fosse supportata esclusivamente dal Windows Store.

In Conclusione:
Playground Games rifà il colpaccio proponendo nuovamente un gioco di auto di alto livello, dall’anima arcade, ma che strizza un po’ l’occhio anche alla tradizione dei Motorsport soddisfacendo i palati di molti.
Profondo, ricco e ben studiato potrebbe tranquillamente essere il miglior racing game della generazione.
Chiunque abbia una piattaforma su cui farlo girare deve dargli una possibilità, cosa molto semplice grazie alla demo gratuita presente negli store.

Non ci sono interventi da mostrare.