Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Halo 2

Halo 2 Xbox

Sviluppato da Bungie Software e prodotto da Microsoft Game Studios, Halo 2 è uno sparatutto in 1a persona uscito l'11 novembre 2004 per Xbox · Pegi 16+

·
9.1

Recensioni

28 utenti

Myggdrasil

Myggdrasil ha scritto una recensione su Halo 2

Cover Halo 2 per Xbox

Gioconi d'altri tempi

- La recensione che state per leggere è basata, in realtà, sulla versione Anniversary contenuta nella Master Chief Collection, la quale, comunque, non dovrebbe differire moltissimo dal gioco originale così come venne pubblicato sulla prima Xbox nel 2004. Ho già giocato il titolo circa un anno fa, ma ho voluto ricominciarlo e rifinirlo in questi giorni a modalità "Eroico". Leggendario è ancora troppo, per me. Un passo alla volta.

Quando penso ad Halo, mi sento sempre una persona un po' strana. Sarà che viviamo in un periodo in cui la maggior parte dei giocatori ha una visione, diciamo così, giappocentrica del gaming, sarà che Microsoft ultimamente non gode del favore del pubblico (anche a ragione), ma trovare appassionati di questo brand mi risulta sempre più difficile man mano che passa il tempo, almeno dalle mie parti.
Ad essere onesti, il mio primo impatto con Halo non fu proprio memorabile. Giocai, all'età di circa dieci o undici anni, il capostipite su pc, senza finirlo e senza rimanerne particolarmente impressionato. Ero abituato a sparatutto più concentrati e meno dispersivi, come Quake II, o Doom, e a dieci anni è impossibile rendersi conto delle finezze che un gioco è in grado di fornirti: l'unica cosa importante sono i botti e le esplosioni!
Penso di capire perché a molti Halo non piaccia: il suo gameplay è unico e diverso da quello di molti altri sparatutto contemporanei. Sa essere molto spettacolare ed adrenalinico, ma soltanto se sai come giocarci e come creare determinate situazioni. A differenza di altri giochi, in cui la spettacolarità è ricreata grazie all'utilizzo di sequenze scriptate, nelle avventure di Master Chief la parola d'ordine è "sperimentazione". Una volta compresa la vasta gamma di possibilità che gli ampi livelli mettono a disposizione del giocatore, ecco che tutto il valore di questi giochi viene a galla.
Halo 2, probabilmente, è il capitolo migliore della serie per quanto riguarda la campagna in singolo giocatore. Vuoi per la trama appassionante, vuoi per le belle idee di game design e level design, fatto sta che qui dentro c'è tutto ciò che si potrebbe desiderare da un'esperienza simile.
Nemici variegati e riconoscibili che cambiano drasticamente il tuo modo di giocare? Ci sono. Intelligenza artificiale degli avversari reattiva e aggressiva? C'è (per l'epoca era davvero molto valida). Arsenale in grado di adattarsi allo stile di qualsiasi giocatore? C'è. Gunplay frenetico? C'è. Level design interessante (anche quando il gioco ci costringe negli stretti cunicoli di Alta Opera)? C'è.
Quello che amo di più della serie, e che in questo capitolo si palesa con tutta la sua forza, è che in Halo si muore spesso, anche al livello di difficoltà intermedio. Gli scontri a fuoco di Halo sono come dei testa a testa fra te e l'avversario: sai di non poterlo prendere sottogamba e lo rispetti per questo. Non è come in altri giochi, in cui i nemici non sono che semplici bersagli: qui la caratterizzazione stilistica dei Covenant e la loro intelligenza artificiale che porta spesso a conseguenze molto diverse ogni volta che ricarichiamo un salvataggio ci danno l'impressione di giocare contro entità dotate di cervello e anima.
Credo che Halo sia uno dei pochi giochi in grado di farti provare sincera ammirazione e simpatia per i tuoi avversari. Vedere un Elite compiere un'azione eroica e massacrarti per la tua avventatezza ti fa venire voglia di applaudire alla sua caparbietà e al suo coraggio, così come mi è impossibile non sentirmi una brutta persona ogni volta che mi capita di eliminare un piccolo Grunt. I dialoghi fra i Covenant, poi, soprattutto nelle sezioni in cui, nei panni dell'Arbiter, giocheremo dalla loro parte, finiscono per rendere davvero flebile la divisione fra "buoni" e "cattivi".
Non credo di aver mai provato la stessa tensione, durante uno scontro, in nessun altro gioco dello stesso genere che mi sia capitato di giocare.
Quando gioco ad Halo mi sento davvero un soldato, un eroe che combatte per salvare la galassia da una minaccia incombente. Sarà per tutto il resto, per le musiche, per le splendide ambientazioni (nella versione Anniversary si raggiungono punte di eccellenza inaudite!), per l'epicità di certi momenti. Non lo so, davvero. Per me questa serie è un punto fermo, ormai, una specie di guscio in cui rifugiarmi quando non so che fare, quando mi sento un po' giù, quando sono arrabbiato col resto del mondo.
Mi dispiace che molti non ci abbiano mai giocato.

9

Voto assegnato da Myggdrasil
Media utenti: 9.1

Fablink182

Fablink182 ha scritto una recensione su Halo 2

Cover Halo 2 per Xbox

Halo 2 è un FPS creato da Bungie e riproposto in HD da 343 Industries.
Devo dire la verità, non mi ha preso più di tanto seppur giocato in cooperativa con un amico.
Il Gameplay non è niente di che, è molto basilare ed è invecchiato veramente male dal mio punto di vista.
La colonna sonora è veramente buona, ottime canzoni che sanno far godere il momento.
La longevità è media, dura sulle 8-10 ore, dipende dalla difficoltà a cui lo si gioca.
Una cosa abbastanza brutta è che in alcuni livelli puoi droppare andando avanti e lasciando stare i nemici dando poco senso alla loro presenza.
Lo consiglio a chi vuol giocare un buon gioco in Cooperativa o a chi è amante della fantascienza all'estremo.

7

Voto assegnato da Fablink182
Media utenti: 9.1

Paul Joestar

Paul Joestar ha scritto una recensione su Halo 2

Cover Halo 2 per Xbox

Eh si Chief, era solo l'inizio

Recensione basata su Halo 2: Anniversary, remake esclusivo della MCC.

Halo 2 Anniversary è essenzialmente il primo Halo, ma con le idee ben più chiare. Sebbene anche qui abbiano deciso per gli stupidi terminali missabili per raccontare la backstory, la trama principale di Halo 2 è fluida, meglio narrata, con più personaggi importanti e con dei filmati in CG... Clamorosi! Ne beneficia di conseguenza anche la campagna, più lineare, ottimamente strutturata e con una ottima alternanza tra i momenti a piedi e quelli veicolati. Si noti come la necessità di interpretare l'Arbiter dia anche un pizzico di diversità al gameplay, dato che quest'ultimo è in grado di rendersi invisibile per pochi secondi a intervalli regolari. Peccato che a tutti questi miglioramenti segua un difetto enorme: le "boss fight". Sono poche fortunatamente, ma veramente insulse, prive di pathos e di mordente... Avessero fatto finire quei personaggi con un filmato sarebbe stato molto molto meglio...
Ma tornando alle cose positive, il riciclo ambientale viene finalmente eliminato, rendendo le fasi finali ben più piacevoli del predecessore.
Come nel primo Halo inoltre, anche qui la colonna sonora raggiunge alti livelli, con anche qualche riarrangiamento dal capostipite che non stona affatto.
Un plauso al livello tecnico raggiunto da 343i poi, un vero capolavoro rispetto all'originale (sempre giocabile premendo il tasto "visualizza" comunque).
In definitiva, Halo 2 è quindi l'ideale seguito del primo capitolo. La trama non manca di mordente, il gioco è divertente e far esplodere nemici su nemici con carri armati che sparano da cannoni laser, beh... Ha ancora il suo fascino :D

8.8

Voto assegnato da Paul Joestar
Media utenti: 9.1

Romanthekid

Romanthekid ha scritto una recensione su Halo 2

Cover Halo 2 per Xbox

Si può migliorare un prodotto già ottimo? Sì!

Halo 2 rientra in quella lista (fortunatamente molto sostanziosa) di sequel che migliroano e ampliano in maniera eccezzionale quanto di buono già fatto nel precedente capitolo. Sembra che gli sviluppatori di Bungie non si siano regolati e abbiano infilato tutto l'infilabile nel seguito del loro gioco di punta.

Partiamo da una storyline più profonda che non solo amplia l'universo di Halo in maniera godibile e grazie all'espediente della doppia campagna ci permette di conoscere il sistema politico e gerarchico dei covenant per mezzo di un personaggio eccezionale: L'Arbiter. Un personaggio magnifico di cui seguiremo l'evoluzione che lo vede essere un fedele generale della causa Covenant e che lo porterà a mettere in dubbio, nel corso della sua storyline, i principi stessi della sua missione.

Oltre ad una storia più approfondita con personaggi più carismatici i Bungie non si sono fermati è hanno creato un gioco graficamente magnifico (uno dei migliori della sesta generazione) che spreme la potenza della prima cara Xbox. Ottime anche le musiche d'accompagnamento ben più ispirate del primo capitolo, sempre a cura di quel Martin O'Donnell che in Halo raggiunge uno dei suoi apici. Ottimo il lavoro anche sull'intelligenza artificiale, con nemici che ci circondano, ci aggirano, cercano di fregarci da ogni direzione a loro disponibile. Ovviamente è consigliato giocare subito a livello Eroico, visto che a livello normale il gioco non offre una vera sfida.

Giocare la campagna in multiplayer con gli amici è una delle esperienze più divertenti che ci siano, e la possibilità di giocare online rende quest'esperienza ancora migliore. Veramente un gioco con pochi difetti (tra cui un finale che ha fatto incazzare un'intera generazione) che fortunatamente rimarra nella storia di questo medium.

9.5

Voto assegnato da Romanthekid
Media utenti: 9.1

Non ci sono interventi da mostrare.