Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato e prodotto da Capcom, Devil May Cry HD Collection è un gioco d'azione uscito il 6 aprile 2012 per Xbox 360 · Pegi 16+

·

"Capcom ha scelto bene a chi affidare la Devil May Cry HD Collection. Pipeworks Software ha reso giustizia a questa straordinaria serie curando in modo certosino il port di tutti e tre i capitoli. Certo, si poteva fare qualcosa in più, visto che l'unico contenuto aggiuntivo è una gallery e né i menu né l'audio sono stati ritoccati. Ciononostante il primo e il terzo capitolo sono a tutt'oggi titoli straordinari, più che sufficienti a costringere qualunque amante degli action games all'acquisto, e persino Devil May Cry 2 ha un valore, se non altro per aggiungere qualche ora di gioco in più e apprezzare meglio i cambiamenti apportati in ciò che è venuto dopo. Questa è un'altra collection da non perdere." da Spaziogames.it

7.7

Recensioni

12 utenti

Havoc Point

Devil May Cry HD Collection girerà a 60 fps su tutte le console

Capcom non ha annunciato il quinto capitolo della saga di Dante come tutti speravamo, e come sembrava probabile considerando i forti rumor che circondavano il titolo prima della Playstation Experience … · Leggi tutto l'articolo

PlayStation Bit

Annunciata la Devil May Cry HD Collection

Capcom ha annunciato nella giornata odierna che, a partire dal prossimo 13 marzo 2018, sarà disponibile per PC, PlayStation 4 e Xbox One la Devil May Cry HD Collection. Il prezzo della Collection sar … · Leggi tutto l'articolo

Rev

sei finalmente mio <3

aXelfg

aXelfg ha scritto una recensione su Devil May Cry HD Collection

Cover Devil May Cry HD Collection per Xbox 360

Essendo una Collection, mi limiterò a descrivere ogni gioco per poi darne un giudizio complessivo.

DEVIL MAY CRY: il capostipite della serie, è realizzato ottimamente. Era nato come spin-off di Resident Evil per poi diventare un gioco a sè stante. Sonoro molto ben fatto, con musiche che spaziano dal tetro nelle fasi esplorative al rock più duro mentre si combatte; level design molto curato che, accompagnato dalla musica adatta, mette una certa angoscia in alcuni momenti; gameplay ben realizzato, dove si può dare libero sfogo a divertenti combo. E poi c'è Dante, sicuramente un personaggio azzeccatissimo da Capcom in quanto a carisma. Il gioco è di ben 11 anni fa (sembra ieri quando lo giocai su PS2), ma si lascia giocare. Con il sistema di potenziamenti, abilità da sbloccare e quant'altro, c'è solo da divertirsi.
Note dolenti:
telecamera che non sempre dà una visuale ottima, soprattutto nei combattimenti, dove ci capiterà di essere colpiti senza neanche accorgercene;
frustrazione in alcuni frangenti: i livelli sono di difficoltà crescente, ma alcuni boss sono davvero ostici.

DEVIL MAY CRY 2: il meno riuscito della collezione (e della saga in generale), ci mette nei panni di un Dante diverso da quello del primo capitolo: dirà cinque frasi in tutto il gioco, e il suo carattere lo rende per molti antipatico: sbruffone, tamarro, dalla battuta facile e dagli atteggiamenti a volte ridicoli. In pratica, Dante perde tutto il suo fascino. Sorte peggiore capita al secondo personaggio giocabile, Lucia: un personaggio vuoto in tutti i sensi. La incroceremo diverse volte nel gioco, ma una volta finito il gioco con Dante (perchè vogliamo finirlo prima con lui, no?) in pochi avranno la voglia di avventurarsi nuovamente nei panni di Lucia. Perchè? È presto detto: i livelli sono scialbi, il level design impoverito, le musiche sono ripetitive e il sistema di potenziamento ridotto ai minimi termini. ovvero a dei piccoli ypgrade delle armi. Tranquillamente evitabile.

DEVIL MAY CRY 3: qui riproposto in Special Edition, che porta alcuni cambiamenti al gioco originale, oltre a dei bonus come la possibilità di giocare nei panni di Vergil, il fratello di Dante, nuove modalità e un boss inedito, Devil May Cry 3 è sicuramente uno dei migliori della saga. Prequel dei primi 2 capitoli della saga, vestiremo i panni di un giovane Dante che tenterà di contrastare i panni di suo fratello Vergil.
Il gameplay qui è molto più rifinito, con un'aggiunta non di poco conto: lo Stile. Potremo decidere prima di inizare una missione quale stile scegliere, ovvero l'abilità particolare da usare durante gli scontri. C'è il trickmaster che permette di eseguire delle rapide schivate; lo Swordmaster che ci rende particolarmente abili con la spada, con mosse tutte nuove; il Gunstringer che ci dà la particolare ablitià di usare le armi da fuoco in diverse modalità: ad esempio le pistole permettono il fuoco incrociato, il fucile a canne mozze spara dei pallettoni a 360° e così vià; infine c'è la Royalguard, che permette una lotta decisamente più strategica, con possiblità di parare i colpi degli avversari e di contrattaccare. Questi stili sono ulteriormente potenziabili tramite l'esperienze accumulata durante i combattimenti, permettendoci così di essere ancora più letali. Il gamplay è più frenetico dei primi 2 capitoli, permettendoci di eseguire delle combo devastanti e sicuramente spettacolari. Anche qui abbiamo delle telecamere non sempre con una degna visuale e, soprattutto, è particolarmente frustrante. La Special Edition ha ritoccato la difficoltà dell'originale, tuttavia risulta parecchio ostico. A volte andrete speditissimi, in altre proverete diverse volte ad eliminare il boss di turno.

IN GENERALE: constatato ormai il fatto che le HD Collection in generale non presentano di certo texture nuove o modelli più rifiniti, c'è comunque da bacchettare Capcom. Il motivo è presto detto: il gioco è tutto in widescreen ad eccezione dei menù, di conseguenza vi ritrovere dai 16:9 ai 4:3. Questa cosa fa pensare che il riadattamento è stato realizzato un po' frettolosamente, o forse al risparmio.
I capitoli della collezione, ad eccezione del 2, meritano di essere giocati, ma se ne siete già in possesso su PS2, pensateci due volte prima di acquistarla.

Non ci sono interventi da mostrare.