Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Shadow of the Tomb Raider

Sviluppato da Eidos-Montréal, Crystal Dynamics, Nixxes software e prodotto da Square Enix, Shadow of the Tomb Raider è un gioco d'azione e avventura uscito il 14 settembre 2018 per PC Windows · Link: store.steampowered.com

Vivi con Lara Croft il punto di svolta della sua vita, la nascita della Tomb Raider. In Shadow of the Tomb Raider, Lara dovrà sopravvivere alle mortali insidie della giungla, esplorare tombe spaventose e affrontare una minaccia di entità catastrofica. Nel suo tentativo di scongiurare l'apocalisse maya, Lara incontrerà infine il suo destino, diventando così la Tomb Raider che tutti conosciamo.

CARATTERISTICHE

Affronta il luogo più letale della Terra: domina l'inospitale giungla per sopravvivere. Esplora intricati ambienti subacquei e immergiti tra misteriosi crepacci irti di insidie e sistemi di cunicoli sotterranei.

Diventa una cosa sola con la giungla: in inferiorità numerica e con un limitato equipaggiamento, Lara deve sfruttare la giungla a suo vantaggio. Colpisci all'improvviso e sparisci come un giaguaro, usa il fango per mimetizzarti e instilla il terrore nei nemici per seminare il caos.

Scopri tombe oscure e terrificanti: raggiungere questi antichi sepolcri pieni di trappole letali sarà una sfida anche per l'esploratore più abile.

La storia prende vita: scopri una città segreta ed esplora il più grande ambiente interattivo mai visto nella serie di Tomb Raider.

8

Recensioni

3 utenti

PlayStation Zone

Shadow of the Tomb Raider – Una data per il DLC The Nightmare

Square Enix ha annunciato la data di uscita del terzo contenuto aggiuntivo per Shadow of the Tomb Raider. Rivelata la data di uscita del DLC The Nightmare per Shadow of the Tomb Raider La prima immag … · Leggi tutto l'articolo

Glorfindel

Glorfindel ha scritto una recensione su Shadow of the Tomb Raider

Cover Shadow of the Tomb Raider per PC

E’ con una fitta al petto che mi appropinquo a giudicare questo titolo.

Mi tolgo subito il dente del giudizio e giustifico la mia valutazione positiva:

1- c’è Lara Croft, quindi per me parte già dalla sufficienza; il suo sedere poi sfiora la vetta della medaglia d’oro di Zzap!
2- il gioco è praticamente come i primi due (TR 2013 e Rise) per cui è bello e divertente. Bocciarlo sarebbe ingiusto.

Detto ciò, via alla decapitazione!

TRAMA
Zio Parco Dio Bono, ma che è? Prima di iniziarlo avevo letto in giro che si trattava di un aspetto molto debole, ma a tutto c’è un limite. E’ un nonsense fatto male e incompleto.

Sono arrivato ai titoli di coda guardando lo schermo e domandandomi alla Jack Nicholson in Shining (cioè in continuazione per mezz’ora, la durata dei titoli di coda) “Cosa diamine è successo? Cosa diamine è successo? Cosa diamine è successo? Cosa diamine è successo? Cosa diamine è successo? Cosa diamine è successo?”.
Non posso nemmeno spiegare, perché non ho capito nemmeno io. Inizia che succede una catastrofe, sembra che ne vedremo di cotte e di crude, poi per il restante 95% del tempo è tutto bello, leggero e sbrilluccicoso, una vacanza in Sudamerica, saltando di palo in frasca e alla fine succedono cose. Così, a caso. Ma anche se la spiegazione la si vuole dare (lo so che c’è, non fate i furbi) la mia domanda rimane: ma che cazzo è sta storia? Priva di palle, di mordente, di un qualsivoglia senso, di interesse. Mentre giocavo non volevo nemmeno sapere come andava a finire, perché non ho nemmeno capito che cosa doveva finire e cosa era iniziato!
Assolutamente l’episodio più debole dei tre. 2013 e Rise sono molto più interessanti. Mi spiace perché tra questo e Rise è passato più tempo che tra il 2013 e Rise, ma con tutto hanno partorito questa sciocchezza. Bocciato a pieni voti.

JONAH
Prima di continuare, un paragrafo dedicato a parte. Basta! Un NPC inutile che non fa un cazzo da inizio gioco fino alla fine e poco prima dei titoli di coda lo spacciano anche per coprotagonista. Elevato a personaggio rompicoglioni per tutta la trilogia, durante cui i più grandi sforzi avventurosi sono riassumibili in “Lara tu vai lì che poi ti raggiungiamo”. Ma fai una cosa buona almeno: trombatela, facci vedere qualcosa!

LE TOMBE
Questi signori mi sa che non hanno capito una mazza della loro creatura. Ma mi spiegate perché diavolo ste benedette tombe si trovano su diramazioni indipendenti che è anche possibile saltare? Ho terminato il gioco in 55 ore, ma solo perché cazzeggiavo, cercavo collezionabili e andavo in giro per le tombe.
La storia principale forse si attesta sulle 10 ore, per darvi una idea (anche della sua pochezza scheletrica).
Dicevo, non hanno capito una mazza, perché Tomb Raider NON DEVE FUNZIONARE COSI’.
Prendete ad esempio TR 1996 e TR 2: i giochi avevano una storia da seguire e per terminarla bisognava fare in sequenza un certo numero di livelli/ambientazioni. Ogni ambientazione era obbligatoria e coincideva con una “tomba” (le chiamo tombe ma sappiamo che non è così), la cui esplorazione e complessità erano necessarie per il proseguimento.
Ecco, questo era Tomb Raider (anche nei successivi episodi): tu mi devi accompagnare dall’inizio alla fine del gioco forzandomi ad esplorare ambienti complessi e arzigogolati come quelli. Che senso ha un hub centrale (la città) in cui non si fa nulla, tranne che scegliere tra andare verso la fine del gioco e andare a fare una deviazione in un cunicolo in cui c’è un enigma che ti occupa per massimo 1 ora o fare una missione secondaria per risolvere problemi inutili di gente che manco conosci? Perché dovrei fare queste deviazioni? Per ottenere un abito, un punto esperienza, una abilità? Mettimeli sulla strada per terminare il gioco, rendimi la tomba necessaria, buttami in un cazzo di posto che si dirama in profondità e fammi capire che se non ne esco non vado avanti nel gioco!
Non questa collezione di puzzle che decido io se giocare o meno: tanto vale che me li mettevano nel menù iniziale a scelta. Un attimo: lo hanno fatto! Ora devo aspettare il rilascio di altre tombe da esplorare. Dopo avere finito il gioco! Perché, visto che lo scopo è terminato col gioco stesso? Per il gusto di farlo? Tanto per? Funziona così un gioco d’avventura? Come un Sudoku?

LE CITTA’
Ok, ho capito che volevate mettere questi hub raccontandoci la storia dell’Open World… ma dai su, quello che appare su schermo è sconcertante. Non ha senso aggirarsi per le strade di Paititi o della Città Segreta o di San Juan per ore e ore alla ricerca di collezionabili, quando non esiste un ciclo giorno/notte e gli abitanti stanno sempre nelle stesse posizioni a fare e dire le stesse cose. Vi assicuro che dopo la trentesima volta che passate davanti la suora che indica la statua al bambino, sembra più di vivere una esperienza alla Uncanny Valley che un gioco immersivo. E’ tutto talmente alieno e finto che vi domanderete come mai tutto questo impegno per un comparto tecnico così maestoso, per poi letteralmente buttare tutto nel cesso per un contenuto completamente rotto. Inquietante.

I DIALOGHI
Lara è bella e in certe scene mi è piaciuta molto, come espressività e atteggiamenti. Ma finisce qui, perché per il 90% delle volte i dialoghi sono inascoltabili, tra scambi banalissimi, alla libro cuore e cose completamente bucate e senza senso. Un esempio su tutti: esco da un inseguimento con rotolate e cadute annesse e ferite di guerra, arrivo di corsa al negozio e Lara dice “come va?” con fare primaverile.
Lara poi sembra cazzutissima, ma quando parla con qualcuno sembra che abbia paura ad urtare la sua sensibilità e sembra dispiacersi anche al solo fatto che l’interlocutore abbia un calzino più corto di 10 millimetri.

Sono rimasto davvero deluso, mi aspettavo molto di più. Alla fin fine ci ho passato sopra tante ore perché volevo completarlo al 100% come avevo fatto con gli altri e perché ero solo curioso di vedere la prossima ambientazione (graficamente il gioco è fuori parametro). Ma non aspettatevi poi nemmeno tutta questa varietà visiva, anche qui forse è peggio che nei precedenti due, con meno luoghi da visitare. L’ambientazione poi è anche poco interessante.

6/10 giusto appena la sufficienza per i motivi espressi all’inizio.

EDIT: prima che mi dimentichi. I precedenti avevano anche un tema musicale importante e distinguibile (ad esempio in Rise "I Shall Rise"). Questo invece è la rappresentazione dell'anonimato, non c'è nulla che musicalmente gli dia una personalità.

6

Voto assegnato da Glorfindel
Media utenti: 8 · Recensioni della critica: 8.5

CoPlaNet.it

Shadow of the Tomb Raider - Disponibile ora la versione di prova

Milano (6 dicembre 2018) – Square Enix® è lieta di presentare la versione di prova di Shadow of the Tomb Raider™, ora disponibile su Xbox One (inclusa Xbox One X), PlayStation®4 e Steam®. Guarda qui i … · Leggi tutto l'articolo

Non ci sono interventi da mostrare.