Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da Naughty Dog Software e prodotto da Sony Computer Entertainment, Uncharted 3: L'Inganno di Drake è un gioco d'azione e avventura uscito il 2 novembre 2011 per PlayStation 3 · Pegi 16+

"Uncharted 3: L'Inganno di Drake è dimostra come il confine tra realtà e "finzione" si stia assottigliando in maniera sempre più significativa e sia ormai prossimo a scomparire del tutto. La qualità complessiva dell'esperienza messa a punto dai Naughty Dog è infatti eccezionale tanto in multiplayer, con un ricco carnet di modalità, quanto in singolo, grazie ad una campagna coinvolgente, emozionante e straordinariamente divertente." da Eurogamer.it

8.9

Recensioni

233 utenti

Johnlocke07
Cover Uncharted 3: L'Inganno di Drake per PS3

Coloro che sognano di giorno sono uomini pericolosi...

Come di consueto anche questo terzo capitolo principale della saga viene introdotto dalle parole di uno storico viaggiatore, meglio noto come Thomas Edward Lawrence, scrittore e archeologo interessato alla antica città perduta di Iram dei Pilastri, denominata da egli stesso Atlantide del deserto.

Attraverso anche gli indizi lasciati dall'antenato Francis Drake, il giovane Nathan, insieme al suo vecchio mentore Sully, si buttano a capofitto in una nuova rocambolesca avventura nettamente più esagerata e ricca di azione di quelle che l'hanno preceduta.

Il gameplay non presenta grosso modo novità eclatanti, ma vista l'attenzione più ricercata nel corpo corpo, vengono migliorati gli scontri con nuove animazioni e ci saranno armi da fuoco più pesanti e a 2 mani.
Oltre alle solite arrampicate e salti scriptati, vengono introdotte anche delle sessioni di inseguimento e fuga, ma tutto sommato la parte TPS è sempre il perno di questa movimentata esperienza videoludica.

Ho apprezzato naturalmente la grafica che è sempre il top, la main theme sempre magnifica, gli enigmi nella prima parte erano più che buoni considerato lo standard blando della serie, ma in particolare il rapporto che viene instaurato e approfondito fra Nat e Sully è quello che ho preferito di più, mettendo in secondo piano Elena che ci lascia con un bel punto di domanda.

In generale L'inganno di Drake è un ottimo Uncharted "spettacolarizzato", senza dubbio meglio del primo, ma l'ho preferito meno al 2 per la storia, i personaggi e l'ambientazione, per i suoi continui e repentini sbalzi fra uno scenario all'altro che sembravano tanti piccoli pezzi a se stanti per cercare forzatamente di rendere quanto più varia l'esperienza, ma non era proprio organica, si mette piede in qualsiasi terreno e poi come detto QUANTA ESAGERAZIONE, hanno calcato un po troppo... xd in mezzo all'oceano dentro la nave da crociera, ( pessima la direzione artistica nella parte precedente con i rottami, la parte più brutta da vedere di tutta la saga) in cielo sull'aereo con tutto quel bordello in aria, anche la boss fight finale non è stata poi così soddisfacente seppur coerente. Un gioco che comunque ti tiene piacevolmente impegnato per quelle 8-9 ore nella campagna principale, ma che non definirei un capolavoro.

8

Voto assegnato da Johnlocke07
Media utenti: 8.9 · Recensioni della critica: 9.6

calliope1305

ha pubblicato delle immagini nell'album Soprammobili poco impegnativi

Un'altro pezzo della collezione. Un'altra saga videoludica tra le mie preferite

talos89
Cover Uncharted 3: L'Inganno di Drake per PS3

Review uncharted 3 l' inganno di drake

UNCHARTED 3 L’ INGANNO DI DRAKE PLAYSTATION 3
Software house Naughty Dog
Pubblischer Sony Computer Entertainment
Data d’ uscita Giappone 2 novembre 2011
Nord America1º Novembre 2011
Europa novembre 2011
Australia Asian 3 novembre 2011
Piattaforma sony playstation 3 sony playstation 4(Uncharted: The Nathan Drake Collection)
Serie uncharted
Genere avventura dinamica/platform stealth tps
Tema archeologia Ubar
Modalità di gioco Giocatore singolo, Online Multiplayer, Online co-op, Split-screen co-op, Lan party
Supporto fisico digitale( playstation network
Motore grafico Naughty Dog Game Engine 3.0
Motore fisico hawok
Pegi 16( violenza online)
Piattaforma giocata sony playstation3
Pregi più vasto dei precedenti capitoli/ come sempre la narrazione è eccezionale/ tecnicamente e graficamente impressionante spreme la ps3 come pochi giochi e forse a volte essaggera/ come sempre divertente e appagante
Multiplayer sia cooperativo che competitivo completo e appagante
Difetti la campagna dura meno dei capitoli precedenti qualche ora in più non avrebbe guastato
Non sorprende quanto il secondo capitolo/ forse fin troppo pesante per ps3 si vede che la consolle fatica a farlo girare (è anche vero che la mia ps3 ha 7 anni sul groppone)
I combattimenti sono da svecchiare e migliorare
La versione completa pesa la bellezza di 44gb troppi per ps3
Grafica uno dei picchi più alti di ps3 stupefacente sia a livello artistico grafico che tecnico, spinge al limite l hardware della consolle lo spreme a tal punto che alcune sequenze vanno a scatti, ora non so se dipende dalla mia playstation che ormai ha una certa età, anche se online ho visto gente che ha avuto il mio stesso problema, la colonna sonora come sempre ottima, cosi come il doppiaggio.
Trama come sempre narrata magistralmente coerente come sempre e di altissima fattura, con dei flashback che ci raccontano seppur parzialmente il passato di Nathan e Victor Sullivan e con un villain come Katherine Marlowe caratterizzata magistralmente, in sintesi Nate e Sullivan questa volta sono sulle tracce di Ubar l’ Atlantide del deserto, una città scomparsa in circostanze misteriose, città in qualche modo legata a doppia mandata con Sir Francis Drake, chiaramente non tutto andrà per il versi giusto, e i 2 se la dovranno vedere con Katherine Marlowe donna crudele e senza scurpoli, pronta a tutto pur di arrivare al suo obbiettivo.
Gameplay pochi stravolgimenti ma anche a distanza di anni funziona ancora, solo mix di sparatorie in terza persona sezioni platform e puzzle, consiglio di iniziarlo a modalità difficile visto che a normale scorre via abbastanza aggevolmente, ia nemica è tutt’ altro che insormontabile e anche i puzzle sono abbastanza facili, i combattimenti corpo a corpo sono da svecchiare, il gameplay risulta leggermente migliorato, ma non stravolge la formula, per quanto riguarda le altre modalità uncharted 3 offre una corposa modalità online per nulla accessorio e ormai da qualche anno diventato free to play, ma che chiaramente a distanza di anni non è gran chè popolato, ed’ è un peccato perché a parte qualcuno che ancora ad’ oggi si fa qualche partita nel classico dethamatch le altre modalità sono vuote, nel gioco è presente anche una modalità coperativa slegata dalla trama principale divisa in ben 5 capitoli.
Longevità servono 12/13 ore per l’ avventura principale a normale, qualcosa in più a difficile, online vi terrà impegnato qualche settimana visto la mancanza di giocatori, la coperativa se siete fortunati e trovate qualcuno per giocarla vi terrà impegnata qualche ora.
Che dire uncharted 3 è sicuramente un capolavoro nonostante i difetti e la mancanza di innovazione, e la giusta conclusione della saga su playstation 3, tecnicamente uno dei punti più alti raggiunti su ps3, con una narrazione stupenda ed’ una trama stupenda, con un gameplay discretamente vario anche se non innova molto rispetto al secondo capitolo, a parte qualche errore di poco conto uncharted 3 è un capolavoro imprescindibile, le avventure roccambolesche del povero Nate raggiungono uno dei picchi massimi della serie, personalmente non raggiunge il secondo capitolo, ma questo non toglie i meriti del gioco, che rimane sempre divertente e appagante, con un’ ottima componente online, so che ad’ anni dalla sua uscita è una cosa inutile consigliarvelo, ma per quei pochi detrattori della serie uncharted, o per quei pochi che ancora non lo hanno giocato non possa fare altrimenti, giocatelo non ve ne pentirete.
“capolavoro”

Non ci sono interventi da mostrare.