Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover LIMBO

Sviluppato da PLAYDEAD, LIMBO è un platform game uscito il 25 febbraio 2015 per PlayStation 4 · Pegi 16+

8

Recensioni

15 utenti

Sneaky

ha scritto una recensione su LIMBO

Cover LIMBO per PS4

Tra la vita e la morte

Limbo è l'anti-LittleBigPlanet.
Nonostante ne condivida le meccaniche di base (platform con interazione ambientale per risolvere piccoli enigmi e progredire), lo stile artistico e l'ambiente sono esattamente l'opposto del capolavoro di MediaMolecule.
Secondo la visione di Playdead (di nome e di fatto verrebbe da dire), il Limbo è un luogo oscuro, inquietante e pericoloso, dove vivono creature senza scopo se non rendere complicato il nostro cammino, causandoci numerose cruenti morti.
Un percorso bidimensionale in cui affronteremo quelle che, forse, erano le paure del ragazzo senza nome quando era ancora in vita, fino all'enigmatico finale.

PRO:
- artisticamente splendido
- ottimi enigmi

CONTRO:
- breve

Paul Joestar

ha pubblicato un'immagine nell'album tshabalala

Poi dicono che uno è un hater Nintendo perché si permette di constatare come loro abbiano sempre tutte le attenzioni del mondo e l'aura mistica di inattaccabilità.
Limbo è solo l'ultimo esempio di indie che si presta benissimo alla portatilità secondo utenza e recensori. Bene, sono il primo a portare avanti concetti simili, ma allora mi spiegate perché quando sti giochi uscivano su PS Vita anta anni fa sta cosa non valeva?

KimiKagu

ha scritto una recensione su LIMBO

Cover LIMBO per PC

Un viaggio spaventoso

Immedesimarsi nel piccolo protagonista di questa cupa avventura è angosciante. E' un viaggio attraverso un cumulo di paure. Ho provato sincero terrore davanti a quel grosso gigantesco ragno nero e una grande soddisfazione nel superare l'ostacolo.
Apprezzato.

Aenima

ha scritto una recensione su LIMBO

Cover LIMBO per PC

Più puzzle che platform, questo piccolo titolo possiede senz'altro un'anima, un gioco pieno di atmosfera. La storia è accennata, e molto è lasciato all'interpretazione e questa è un'ottima cosa. Molti elementi qui presenti possono essere visti come delle allegorie, come il ragno ad esempio, un nemico indimenticabile.

Non ci sono interventi da mostrare.