Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Apex Legends: il motore di Titanfall 2 si è evoluto? - analisi tecnica

Poco più di undici anni fa, Infinity Ward rivoluzionò il mondo del gaming multiplayer online con l'uscita di Call of Duty: Modern Warfare. Di recente Respawn Entertainment, di cui fanno parte molti dei responsabili del team che nel 2007 produsse quel titolo rivoluzionario, ha pubblicato la sua versione di uno sparatutto battle royale, Apex Legends. Ambientato nello stesso mondo di Titanfall 2, questo non ha però il vantaggio tecnologico che Modern Warfare possedeva ai suoi tempi, ma la qualità dell'azione brilla in un modo che i suoi concorrenti hanno difficoltà ad eguagliare.



Gli elementi in comune con Titanfall 2 vanno ben oltre l'ambientazione: il motore Source, molto modificato e utilizzato nell'ultimo titolo di Respawn, è stato di nuovo impiegato in Apex Legends, con una serie di novità. Sono stati introdotti essenzialmente quei cambiamenti necessari a produrre una mappa più estesa e con un campo visivo più ampio. Il set di caratteristiche grafiche rimane lo stesso di Titanfall 2 ma Respawn ha cercato d'impiegarlo in modo decisamente meno stravagante, presumibilmente per lasciare spazio a chiarezza e comprensibilità, elementi essenziali in uno sparatutto multiplayer.



La versione PC, in particolare, dimostra tuttavia quanto Apex Legends sia strettamente basato sulla tecnologia di Titanfall: i requisiti di sistema sono molto simili e il menu delle opzioni è pressoché identico. Stranamente però, le opzioni grafiche sono un sottoinsieme di quelle di Titanfall 2: l'occlusione ambientale HBAO+ è sostituita con una variante SSAO, mentre l'anti-aliasing multi-sampling (MSAA) è scomparso. Il temporal super-sampling AA è stato scelto da Respawn per Titanfall 2 su console, e lo stesso è accaduto su PC, in cui questa tecnologia combinata con lo scaling dinamico della risoluzione rappresenta la chiave per avvicinarsi il più possibile ai 60 fps fissi. Questo è il marchio di fabbrica di Respawn: il dedicarsi completamente ad ottenere un feedback che sia il più rapido possibile con il minor input lag, in modo da ottenere il giusto feeling con il gioco. Anche in questo, Apex Legends assomiglia molto a Titanfall 2 e la cosa non ci dispiace affatto.



Leggi altro...

Continua la lettura su www.eurogamer.it

18 febbraio alle 18:10