Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti per scoprire un nuovo modo di vivere la tua passione.

AlerageTheZero condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere AlerageTheZero, aggiungilo agli amici adesso.

AlerageTheZero
Cover Adam's Venture: Origins per Xbox One

La versione pezzotta di uncharted? no, più broken sword

C'è stata un'epoca agli inizi degli anni 10 o la fine dei 2000, in cui la scena indie era tutta su pochi selezionati siti, c'era desura, ve lo ricordate? il primo store che dava credito a questo tipo di produzioni, ma per il resto? i giochi gratuiti? erano pubblicati su siti sparuti degli stessi sviluppatori che si facevano pubblicità in qualche modo, annaspando sui forum, insomma grandi siti che raccoglievano enormi moli di giochi indie gratuiti come Itch.io non esistevano ancora e trovare giochi gratuiti che non fossero demo o scam e magari di una certa qualità non era un compito facile, ma c'erano comunque piccole realtà che ci tentavano, tra questi un sito italiano, IdealSoftBlog, i giochi che si trovavano su idealSoftBLog erano con una qualità media superiore, anche se erano per lo più progetti scolastici della DigiPen (scuola di game design australiana, che cago dal nulla quella bellezza fotonica di Nitronic Rush) o giochi sviluppati in varie competizioni, Game Jam o Hackathon del videogioco, a volte veniva pubblicata qualche demo, ricordo la demo di Hydrophobia, carino anche quello, tanto che lo comprai anche su ps3, scusate, mi son fatto trascinare dalla nostalgia, non sto parlando di IdealSoftBlog per questo, ma perchè nonostante la qualità media fosse alta, produzioni che graficamente erano alla pari di Hydrophobia erano poche, i giochi erano per lo più in low poly, (oggi sarebbero stati alla moda) o con una grafica simil-ps2, sulla falsa riga di Ninjabread, freakout o tipo quel fanmade di silent hill su ideal...oh basta, comunque a volte la qualità non era neanche altissima, ma era comunque sopra la decenza, insomma anche se l'esecuzione non era delle migliori, la semplicità delle idee facevano in modo che i pastrocchi non fossero troppo grandi o insopportabili, Adam's Venture Origins, mi da esattamente questa sensazione, anche se si tratta di un gioco uscito nel 2016.

Capisco che esteticamente a primo sguardo possa sembrare una copia low budget di uncharted, (in realtà quella esisteva già, unhearthed, ricordate?) ma si tratta solo di estetica, i 2 motori trainanti del gioco sono il platforming e i puzzle, insomma il gusto risultante generale è quello di broken sword the sleeping dragon, titolo a cui ho pensato molto mentre ci giocavo, perchè avrei visto bene Adam's Venture come evoluzione di quel titolo, nonostante i difetti siano più palesi di quel broken sword che già di suo non brillava, innanzitutto la trama e la caratterizzazione dei personaggi sono a malapena abbozzate, siamo ben oltre il concetto di KISS (keep it simple, stupid!), i puzzle sono troppo semplici, talmente semplici che spesso capita di risolverli ben prima di comprendere il loro funzionamento, il platforming ancora più semplice tanto da non essere una sfida reale, ci sono anche delle sezioni stealth che però sono anche esse priva di sfida, ma considerando che non sono il cuore del gioco, può anche starci, però se dei puzzle non riescono a fornire una sfida c'è qualcosa di sbagliato nella concezione stessa dei puzzle probabilmente, così com'è il gioco è un passatempo molto rilassante che io personalmente ho portato a termine in a malapena 5 ore, 2 serata da 2 ore e qualcosina.

Graficamente abbiamo un lavoro piacevole ... per un gioco di inizio generazione ps3, ma va bene così, non ci sono magagne particolari, non c'è un framerate ballerino, stuttering o altro evidente, quindi non mi sento di rompere le scatole.

La musica è abbastanza bella, con quel sentore di indiana jones che non guasta mai.

Come sarebbe potuto essere meglio? sicuramente con una trama migliore e dei personaggi scritti meglio, che non siano soltanto macchiette, avrei sorvolato su un gameplay funzionale al 100% ma poco ridefinito e privo di sfida nella sua componente cardine, essenzialmente se ci fosse stata un Ron Stobbard e una Nico Collard, ma a coadiuvare il senso generale di mediocrità troppo insoddisfacente e frettoloso.

Ahimè non c'i sono alcun Ron O Nico, quindi non consiglierei a nessuno questo titolo, d'altrocanto io essendo videoludicamente masochista ed essendomi informato soltanto dopo a riguardo di questo gioco (si è stato alla cieca, era a poco), ho scoperto che ci sono altri 3 giochi usciti tra il 2009 e il 2012, usciti per ps3, li sto cercando combattendo con l'impulso di spendere 40€ per dei giochi che probabilmente sono monnezza.
aiutatemi.

6

Voto assegnato da AlerageTheZero
Media utenti: 5 · Recensioni della critica: 5.5

AlerageTheZero

ha scritto una recensione su Thief

Cover Thief per Xbox One

Una trama poco interessante accompagnata da una sequela di errori

Non ho mai giocato un thief, nonostante da qualche tempo abbia Thief Deadly Shadows in collezione, non l'ho ancora giocato, l'ho preso perchè è un gioco a cui sono legato a causa di game network, per questo thief avevo aspettative molto basse, già dai piccoli gameplay che avevo visto pensavo che non mi sarebbe piaciuto perchè fa parte di quella schiera di titoli alla dishonored, ovvero con una mancanza di direzione nel level design che tutti premiano chiamandolo "gameplay emergente", insomma le premesse non erano le più rosee, ma tutto è andato inaspettatamente in un' altra direzione.

Essenzialmente Thief è una copia carbone deus ex human revolution, senza boss fight il che è un bene perchè per certi versi non si sposava con il ramo delle abilità improntate allo stealth e quindi qui sarebbe stato anche peggio, senza scelte nei dialoghi, un level design tutto sommato molto leggibile e lineare per certi versi nonostante ci sia la scelta di approccio, senza finali multipli e con un comparto gdr peggiore ... e di tanto.

Insomma Thief è stato piacevole proprio sotto il punto di vista che prevedevo mi avrebbe fatto schifo, mi ha dato una componente gdr che mi ha fatto soltanto dannare perchè poco sviluppata e con un funzionamento a dir poco frustrante, una trama orribile e poi mi ha sorpreso con una vena horror che esplode in un capitolo, donando essenzialmente una delle location più lugubremente belle, probabilmente, nella storia del medium (in seguito ho scoperto che è una tradizione di thief, il livello horror a caso, un motivo in più per recuperare i precedenti), ma torniamo un attimo indietro, perchè la componente gdr non mi è piaciuta?

Innanzitutto manca del tutto una componente parametrica, non è presente exp, non sono presenti statistiche, ci sono soltanto i punti intuizioni che non vengono sbloccati in qualche maniera, no, vengono scoperti, trovati in giro e io ne ho trovato si e no una decina, così portando al livello massimo soltanto meta delle abilità del protagonista, poi ci sono degli oggetti da comprare che danno dei buff particolari, tipo quello che ti fa pagare meno la merce, quello che ti permette di cadere da più in alto, di tendere l'arco in minor tempo, quello che ti rende meno visibile ecc. ecc.
ho utilizzato il termine comprare, cazzo impersoniamo un ladro, cosa compra a fare? ma poi ci danno una caratterizzazione di Garrett molto particolareggiata, c'è lo fanno apparire come un ladro gentiluomo che non uccide mai se non doveroso e ci danno la possibilità di "scelta" di approccio? come scelta di design cozza parecchio e parlando di possibilità di scelta di approccio ho scritto scelta tra virgolette, perchè in verità senza comprare tronchesi e gira bulloni, le possibilità sono drasticamente ridotte all'approccio frontale(anche perché l'arco con la corda non serve a un cazzo, dark messiah ne aveva implementato uno migliore 8 anni prima), la stessa "scelta" di approccio alla fine ci da una valutazione finale su ogni capitolo, che varia tra Fantasma (niente allarmi, no morti, no spegnere luci ambientali), opportunista (sfruttare l'ambiente a proprio vantaggio) e predatore (tramortire e uccidere), ma quest'ultima valutazione è completamente inutile alla fine del gioco, non da punti intuizioni su determinati rami, non apre la strada a diversi finali come faceva dishonored con il punteggio ordine-caos, è proprio tutto inutile e mi fa incazzare come cosa.

Andando sulla trama orribile, Thief potrebbe raccontare qualcosa di molto profondo, il legame tra l'allieva Erin e il suo Maestro Garrett(protagonista), potrebbe raccontare della presa di coscienza e del senso di colpa di Garrett , dopo la dipartita di Erin nel prologo, ma no, il gioco narra tutto in maniera quasi asettica, l'introspezione di Garrett è nulla, la successione degli eventi sembra quasi casuale, Garrett semplicemente rientra in contatto con il culto che ha ucciso Erin mentre stava facendo i suoi furti, anche quelli che dovevano essere plot twist sono telefonati o poco d'impatto, le trame delle secondarie sono poco interessanti, per lo più non si ricollegano in maniera armoniosa alla storia principale e l'unica che ritengo si ricolleghi in maniera decente, non è neanche una missione secondaria ma una sorta di dettaglio di Lore (le candele in giro per la città), in più proprio le secondarie sono proprio ignorabili, io non ne sapevo nulla delle secondarie fino al penultimo capitolo, me le son fatte tutte a ridosso di quel capitolo per restare comunque con un pugno di mosche visto che è stato inutile, tra l'altro tutte le secondarie me le sono "asciugate in 2 ore", portando il conteggio totale delle ore a malapena 9, capisco che molte cose siano state messe la per rigiocabilità, ma non c'è assolutamente nulla, se non la voglia di migliorarsi, che spinga nella direzione della rigiocabilità e il grindare 30000 monete per comprare l'oggetto figo non la trovo proprio una scusante accettabile o una visione allettante.

Musicalmente abbiamo un lavoro sopra la denceza, per quanto riguarda il sound engineering date una medagli a chiunque si sia occupato del livello horror, perchè io mi son cagato in mano per tutta la durata dell'esperienza.

Graficamente è sicuramente un gioco con un bell'impatto visivo, ma se con 2 fiammelle in più è la festa dello screen tearing e dello stuttering, tutto sto popo di grafica non serve a nulla.

Consigliato? si se tengo conto del livello Horror, ma se non dovessi tenere conto di quello direi di no, al di là del fatto che possa essere piacevole come stealth, direi di evitarlo proprio perchè c'è di meglio e ci sono giochi che non ti fanno sentire frustrato per una componente rpg mal messa e poco coerente con la tematica del gioco.

6.8

Voto assegnato da AlerageTheZero
Media utenti: 7.1 · Recensioni della critica: 8.2

AlerageTheZero

ha aggiornato la sua collezione

Non ci sono interventi da mostrare 😔