Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Fahrenheit: Indigo Prophecy Remastered

Sviluppato da Aspyr, Fahrenheit: Indigo Prophecy Remastered è un gioco d'avventura uscito il 28 gennaio 2015 per PC Windows.

Originally released in 2005, Fahrenheit (known as Indigo Prophecy in North America) was a breakthrough in interactive narrative, teetering between the worlds of cinema and gaming while also embracing them, carving its own unique genre in the entertainment landscape. This newly remastered edition features updated graphics, full controller support AND is based on the uncut/uncensored international version of the game.

With a rich multilayered narrative, innovative presentation, and a chilling musical score by famed Hollywood composer Angelo Badalementi, Fahrenheit: Indigo Prophecy Remastered serves as the definitive version of the supernatural murder mystery and (re)introduces the groundbreaking title to old and new fans alike.

7.9

Recensioni

5 utenti

Recensioni

7.9

Media dei voti
5 recensioni degli utenti

dvvvxx
Cover Fahrenheit: Indigo Prophecy Remastered per PC

Prima volta che ci gioco, mi ispirava sin dai tempi della PS2 ma non ho mai avuto modo di giocarci. Lo stile "giochi-primi-anni-2000" mi attira sempre e non poco, lo ritengo particolare e rispecchia una narrazione misto ambientazioni che rendono i giochi veramente ben riusciti, tetri e anche un po' inquietanti, che mischiano fantascienza con miti e riti di antiche civiltà, e ripenso a The Longest Journey che ritengo molto simile sotto molti punti di vista. Sarà anche per via della grafica, così poligonale e statica che rende il tutto ancora più contorto e inquietante (e ripenso anche al primo The Witcher). A parte questo, forse termina un po' frettolosamente come se si volesse arrivare ad una conclusione logica, peccato perché fino a metà / due terzi di gioco la storia si evolve davvero bene.

Missile
Cover Fahrenheit: Indigo Prophecy Remastered per PC

It couldn't get any worse... could it?

Fahrenheit è il primo titolo Quantic Dream che gioco: domani forse inizio Beyond, sperando che la mia salute mentale non ne risenta.
Questa remastered, uscita nel 2015, aggiunge il supporto per l'HD e migliora alcune texture, ma in pratica non cambia un cazzo. La mimica facciale dei personaggi andava bene nel 2005 (forse), ora è decisamente superata.
Ma non è quello l'unico difetto di Fahrenheit: la seconda metà del gioco è una grossa campagna contro l'utilizzo delle droghe, è l'avvertimento nel pacchetto delle sigarette che ti dice di non fumare altrimenti i polmoni fanno una brutta fine. E "brutta fine" è proprio quello che fa il gioco, che ad un certo punto decide che era meglio provare a imitare quei pazzi dei giapponesi, ma con scarsissimi risultati.
Fahrenheit è esattamente quello che definirei un "so bad it's so good", con sezioni che vi faranno ridere assai, a volte anche cringiare, e un gameplay inutile con meccaniche inutili e i QTE peggiori mai visti in un videogioco. E tante cose prive di logica.

Se volete provarlo non aspettatevi un capolavoro, è sicuramente godibile, anche se pieno zeppo di difetti. Prendetelo per com'è: una buona commedia.

Fablink182
Cover Fahrenheit: Indigo Prophecy Remastered per PS4

Fahrenheit è un videogioco nato principalmente per Ps2, ed è prodotto dalla Quantic Dream, storica casa di sviluppo Francese che ha creato successivamente Heavy Rain e Beyond Two Souls. Si presenta come un'avventura grafica ma con sezioni di Gameplay.
L'inizio è veramente qualcosa di assurdo, e fa in modo che l'interesse nell'andare avanti non cala mai, difficilmente in un gioco ho visto un'inizio così ben centrato sotto ogni aspetto.
Una cosa veramente interessante è il fatto che puoi controllare sia il Killer che gli investigatori, da quel qualcosa di speciale al gioco, quindi alla fine ogni cosa veramente dipende da te.
E infatti avremo diversi finali che possiamo trovare in base a come ci comporteremo all'interno della storia principale.
Il gioco ha una caratteristica che non ricordo di aver visto in nessun gioco giocato fino adesso, l'umore, ebbene si, in base a quello che faremo col personaggio calerà o si alzerà, però non è stato molto sfruttato in pratica ma sembra quasi come qualcosa di contorno.
Una pecca molto negativa a mio modo di vedere sono i controlli, che sono veramente imprecisi e ti faranno sclerare non poco, per esempio, se tu guidi il personaggio da una parte a volte ti capiterà che faccia al contrario, il che è molto frustrante soprattutto nelle sezioni col tempo.
Non mi sono piaciuti neanche i Quick Time Events, troppo abusati e fin troppo stressanti soprattutto a difficoltà massima.
Non mi sono piaciute per niente le sessioni Stealth, veramente noiose e a volte frustranti.
A mio modo di vedere è un gioco che merita e che ha una storia particolarmente unica che se avesse osato qualcosa in più in certi aspetti tecnici ne sarebbe uscito un gioco perfetto. La versione Ps4 non cambia di molto rispetto a quella Ps2, cambia solamente in minimo la grafica migliorata ma se si è già in possesso del gioco non ne vale l'acquisto. Vale l'acquisto per chi non l'ha mai giocato.

Non ci sono interventi da mostrare.