Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Sea of Thieves

Sea of Thieves PC

Sviluppato da Rare Ltd. e prodotto da Microsoft Game Studios, Sea of Thieves è un gioco di ruolo uscito il 20 marzo 2018 per PC Windows.

7.8

Recensioni

1 utente

Recensioni

Mickey Mauser

ha scritto una recensione su Sea of Thieves

Cover Sea of Thieves per Xbox One

Un mare di piccole cose

Parlare di Sea of Thieves nel 2019, ad un anno dall'uscita del titolo, potrebbe essere quasi superfluo.
Dell'ultima fatica di Rare si è ormai detto tutto e il contrario di tutto: che è innovativo; che è monotono; che è divertente; che è scarno di contenuti; che le espansioni gratuite migliorano sensibilmente l'esperienza; che non è un prodotto adatto a tutti.
In realtà molto di quello che ho enunciato fin'ora è vero e spetterebbe al giocatore decidere se Sea of Thieves faccia per lui o meno. Personalmente, come ho più volte già detto su Ludomedia, mi ha divertito moltissimo in questo mese in cui io e due amici l'abbiamo provato grazie al Gamepass.
La scarsità di contenuti, con missioni tutte simili fra loro ed eventi randomici abbastanza prevedibili dopo qualche ora non ci hanno impedito di assaporare ogni volta esperienze nuove, vuoi perché siamo stupidi noi, vuoi perché, quando hai a che fare con altre persone, soprattutto i tedeschi, devi sempre mettere in conto un certo margine di follia, vuoi perché, semplicemente, Sea of Thieves è divertente ed ha un sistema di progressione decisamente assuefacente. Comprare lo scafo nuovo per la nave mi ha lasciato soddisfatto e forse vale più di qualsiasi abilità super figa che avrei potuto sbloccare in un altro gioco online.
Ci sono molte cose che non abbiamo potuto vedere a causa del mese di prova che ormai è scaduto, ma ho già alcune esperienze particolarmente simpatiche legate a questo titolo, come ad esempio il fatto di averci giocato per cinque ore di fila il giorno prima della discussione della laurea. Avevamo beccato una quest davvero lunga e io e la mia amica siamo rimasti attaccati allo schermo dalle 18 fino alle 23!
Dubito che lo dimenticheremo presto, anche perché siamo incappati in una disavventura dopo l'altra rotfl
Una cosa, però, volevo dirla. Spesso vedo che la gente ha qualche problema a catalogare Sea of Thieves in un genere preciso e talvolta vengono fuori paragoni azzardati (esempio: quello con Black Flag).
A me sembra ovvio: i titoli che più hanno a che spartire con Sea of Thieves sono gli immersive simulator di Looking Glass. Sea of Thieves è figlio di quella software house e proprio per questo riesce ad intrattenerti per ore e ore senza stancare, aiutato anche da un comparto artistico da urlo e da una realizzazione dell'acqua da mozzare il fiato (a mani basse l'acqua più bella vista in questa generazione).
Interagire con il mondo ideato da Rare è sempre entusiasmante, anche nelle piccole cose, o forse soprattutto nelle piccole cose, le quali reggono quasi interamente l'esperienza, a fronte di un sistema di combattimento semplicistico (ma non privo di qualche finezza) e, come più volte ripetuto, di una certa monotonia delle quest.
I momenti migliori sono stati spesso quelli in compagnia di altri giocatori, sia alleati che avversari. Quando avviene il contatto è impossibile non cadere vittime dell'incantesimo del videogioco e dimenticare completamente il mondo reale.
I duelli navali, poi, sono l'apoteosi della collaborazione ludica e dimostrano quanta cura sia stata riposta nel game design dalla storica software house. Nonostante ci abbia giocato almeno una ventina di ore mi accorgo di avere sempre imparato qualcosa di nuovo, non si è mai trattato di un'esperienza passiva, e in più mi è anche servito per chiacchierare un po' di più con questa mia amica che di solito sta più sulle sue (ma va beh questo ovviamente non è un merito del gioco).
Probabilmente Sea of Thieves è uno dei pochi giochi di questa generazione che mi abbia fatto esclamare di stupore più volte per i suoi piccoli dettagli. L'altra è stata la remaster di Shenmue, per dire, e il fatto che io abbia scomodato il capolavoro di Yu Suzuki dovrebbe farvi suonare come minimo un campanellino d'allarme.

8.5

Voto assegnato da Mickey Mauser
Media utenti: 5.6 · Recensioni della critica: 7.4

Cremino Motta

ha scritto una recensione su Sea of Thieves

Cover Sea of Thieves per Xbox One

Non ci siamo Rare.

Allora. Il problema non sono i contenuti, ok non ha un sistema di progressione, non senti il pg tuo, ma alla fin fine non puntava a questo Rare, ha un raid abbastanza difficile, un vasto sistema di personalizzazione, relitti in mezzo al mare e le isole su cui cercare tesori o uccidere capitani teschi sono abbastanza diverse. Inoltre stanno cominciando ad uscire aggiornamenti gratuiti. La base di tutto però è sbagliata, la componente social.
Ok che è un MMO, ma da solo non puoi giocare perché ti butta dentro dei server contro galeoni da 4 giocatori, in due si gioca su una nave ristretta e con soli due cannoni, e anche qui se becchi il galeone sei morto. Si può dedurre quindi che sto gioco lo si deve giocare almeno in tre, in chat. Sì in chat, perché se entri da solo su navi da 4 trovi gruppi che ti buttano in cella, gente che non va sulla rotta giusta, gente che rimane al timone e lascia la nave dritta e di conseguenza prima o poi andrà a sbattere, gente ferma per eoni, gente che non accetta le missioni nella cabina del capitano bloccando quindi tutto il gruppo, ecc...
Quindi no, non ci siamo Rare, il gioco di suo ci sta, diverte, ma sulla componente social non ci hai capito letteralmente un cazzo.

7.5

Voto assegnato da Cremino Motta
Media utenti: 5.6 · Recensioni della critica: 7.4

nuggets619

ha scritto una recensione su Sea of Thieves

Cover Sea of Thieves per Xbox One

La mia recensione completa se vi va di leggerla: http://www.coplanet.it/all-review-list/r …

Ebbene è arrivato. Sea of Thieves. Ci sono talmente tante cose da dire che è difficile scegliere da cosa partire. Magari dalla situazione esclusive in casa Microsoft, attualmente troppo alla deriva rispetto alla concorrenza, una fotografia che getta sul nuovo progetto Rare pressioni non da poco. Ed ho utilizzato la parola “progetto” non a caso, perchè a conti fatti anche dopo l’uscita questo è ciò che è Sea of Thieves: un titolo lungimirante, del quale non ci si può che chiedere quanto potrà dare in futuro e se veramente alla condizione attuale risulta adatto all’uscita oppure ancora leggermente acerbo. Si potrebbe anche parlare di Rare, la vecchia carissima Rare che da troppo tempo solcava acque a bordo di scialuppe anziché galeoni come ci aveva abituato. Ed ora Microsoft le ha dato l’opportunità di tornare alle luci della ribalta, con un Sea of Thieves che fin da subito ha ricevuto numerose attenzioni e spazi nei vari showcase, fin dal primo annuncio risalente al 2015. Insomma, l’attesa è stata lunga, le potenzialità sembrano esserci, ma i dubbi sono altrettanto presenti. Cerchiamo quindi di andare a fondo sulla questione.

L’intento di Sea of Thieves non è solo quello di portarvi nel mondo dei pirati, ma più di ogni altra cosa farvi comportare come un vero e proprio bucaniere. Forse il problema è che il gioco inizialmente non ve lo dice. Una volta creato il proprio personaggio ed aver scelto una delle due imbarcazioni disponibili verrete catapultati immediatamente nel mondo di gioco, senza il minimo indizio su come veramente funzioni Sea of Thieves. L’isola che fa da hub principale è disseminata da svariati chioschetti con pirati che potranno proporvi viaggi in cambio di denaro oppure gratuitamente, almeno per iniziare l’avventura. Questi viaggi altro non sono che una semplice mappa del tesoro di un’isola, che dovrete trovare e percorrere alla ricerca del tesoro. Cacce al tesoro, interessanti direte voi, chissà quali misteri potrebbero riservare le numerose isole presenti. E invece no, il piacere della scoperta risulta essere abbastanza criptico all’inizio, e molto probabilmente scoprirete poco o nulla nelle prime ore di gioco, magari lasciandovi la spiacevole sensazione di aver perso tempo.

Per iniziare ad avere qualche stimolo è necessario proseguire a suon di missioni nelle tre gilde presenti: i cacciatori del tesoro (nomen omen), l’ordine delle anime e l’alleanza di mercanti. Se la prima non ha bisogno di presentazioni, l’ordine delle anime ha come scopo quello di rintracciare ed eliminare nemici scheletrici, mentre l’alleanza richiede di raccogliere oggetti particolari. La verità è che nemmeno con l’avanzare delle missioni, grazie alle quali salirete di livello nella rispettiva gilda, si arriverà a trovare l’appagamento che ci si aspetta, in primis a causa di vari limiti rappresentati da ripetitività e, nel caso dell’ordine delle anime, un sistema di combattimento arrugginito e monotono. Da questo punto di vista i contenuti sembrano essere decisamente troppo pochi per poter puntare in alto, ed anche se è chiaro il potenziale di crescita esprimibile attraverso futuri update viene da chiedersi se non si potesse costruire una base più consistente...

lucchior

ha scritto una recensione su Sea of Thieves

Cover Sea of Thieves per Xbox One

Grog, Scheletri e Tracobetti

Sea of Thieves è titolo sviluppato da RARE, disponibile in esclusiva per PC, Xbox ONE ,con supporto a ONE X, a partire dal 20 marzo 2017. Il titolo ha avuto ben quattro anni di sviluppo e noi di GamesHunters.it, pur non avendo seguito il progetto dalla nascita, abbiamo avuto modo di provare la versione Beta in accesso anticipato, appassionarci al titolo, e infine compararla con la versione definitiva. Prima di descrivere Sea Of Thieves nella sua totalità, elencando quelli che sono pregi e difetti, sono doverose determinate premesse. L’opera ha fin da subito suscitato un forte interesse da parte della community. Un interesse simile, spesso, genera fraintendimenti, snaturando il reale progetto del team, aumentandone le aspettative. Parliamoci chiaro, non è nostra intenzione definire Sea Of Thieves un pessimo titolo, tuttavia alcune scelte del team di sviluppo lasciano un po’ di amaro in bocca.

CONTINUA LA LETTURA SU GAMESHUNTERS.IT
http://www.gameshunters.it/recensioni/se …

Non ci sono interventi da mostrare.