Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da Treyarch e prodotto da Activision, Call of Duty: World at War è uno sparatutto in 1a persona uscito nel 2008 per PlayStation 3 · Pegi 18+

"Alla domanda: “World at War è un bel gioco?” rispondiamo senza indugio: si. Però è evidente che chi ha giocato a fondo Call of Duty 4 si senta un po' tradito da questa produzione Treyarch che punta dritto sugli stessi punti di forza del precedente e si sforza veramente poco per introdurre qualcosa di veramente nuovo. Grafica, animazioni, script dell'intelligenza artificiale, gioco multiplayer, sembrano essere stati presi da quanto visto appena un anno fa e riproposti nell'ambientazione del secondo conflitto bellico." da GameSurf

8.4

Recensioni

27 utenti

Rinfresco

ha pubblicato un'immagine nell'album Platini Rinfresco

Platino nº 18
Un gioco una leggenda, da qui l'inizio della modalità zombi che ha dato il via ad una vera e propria scia del genere.
La possibilità di utilizzare la Raygun in una missione è una bella chicca.
La storia alla difficoltà più alta è proprio strunza.

Outarel

ha scritto una recensione su Call of Duty: World at War

Cover Call of Duty: World at War per PC

As long as he lives the heart of this army cannot be broken.

Magari ai tempi era piú innovativo... non so se é giusto poterlo paragonare a half life 2, é un fps diverso, un fps militare e io ne ho giocati pochi, quindi lo paragono a quei pochi giocati.
Non mi pare un granché paragonato magari a un battlefield 3/4, di missioni veramente belle e memorabili PER IL GAMEPLAY non ne ho viste.
Mentre invece per l'atmosfera che crea sí , i giapponesi kamikaze, le banzai charges, la gente che gli esplode na gamba o il braccio e stan lí effettivamente a morire, la gente che ti spara mentre é ferita... saranno dettagli ma lo mettono una spanna sopra agli altri.
La storia... personalmente non riesco a simpatizzare con luridi comunisti, peró la parte con Reznov e Dimitri non era male, gli americani in giappone idem, nulla di straordinario peró per le 5 orette che dura ci sta.
Anche le musiche non son male ci sono delle tracce orecchiabili, di solito son lí e basta, tipo io di battlefield ricordo se va bene la musica del menú.
Multiplayer non giocato, so che la modalitá zombie é carina.
Piccola nota su altri cod: mi é piaciuto black ops 1, ho provato modern warfare 1 remastered (non so se cambia in peggio) e mi ha fatto cagare(peró belli i baffi di Price), voglio provare mw2 sperando che tutti quelli che dicono sia bello non siano solo stronzate della serie "eh ma spari all'aereoporto edgy xd".
Difficoltá regular, perché sinceramente non trovo molto divertente stare in copertura alzarsi sparare e rimettersi in copertura perché muori in 2 colpi... non oso immaginare che inferno sia nelle ultime missioni dove i nemici sono ovunque e anche troppi, l'ai degli alleati é ritardata quindi non ci si puó fidare per farsi coprire.

maxroma91

ha scritto una recensione su Call of Duty: World at War

Cover Call of Duty: World at War per PC

Come fu per i predecessori, anche WaW punta molto sulla spettacolarizzazione e sulla regia delle battaglie.
Il gameplay risulta essere una versione maturata di quello presente su COD 2 (anche se devo dire di aver avuto molti più problemi di impuntamento negli ambienti rispetto al passato). Delle 2 campagne presenti ho sicuramente apprezzato di più quella nei panni del soldato russo.
Un'altra perla recuperata a distanza di svariati anni

Loli Hanta

ha scritto una recensione su Call of Duty: World at War

Cover Call of Duty: World at War per Wii

La campagna è bellissima, ma il Wiimote è poco preciso. Nel multiplayer se non usi mira stabile non riesci ad eliminare un nemico nemmeno dalla corta distanza.
Consiglio vivamente i COD dal 4 in poi se volete giocarli su Wii.
Se volete giocare WaW comprate la versione PS3/360/PC.

5

Voto assegnato da Loli Hanta
Media utenti: 7

Non ci sono interventi da mostrare.