Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Recensioni

Pazzo

ha scritto una recensione su Monster Boy and the Cursed Kingdom

Cover Monster Boy and the Cursed Kingdom per PS4

Wonder Monster Boy and the Cursed Kingdom in Monster World V &Knuckles

Monster Boy e il Regno Maledetto è una fenice.
Mentre Lizardcube e DotEmu sono riusciti a “catramare una vecchia strada” con un remake 1:1 di The Dragon’s Trap, Game Atelier e FDG Entertainment hanno ben pensato, invece, di costruirne una da zero ed eseguire quello che è un difficilissimo passo per questo tipo di progetti: far risorgere una vecchia IP dalle sue ceneri donandole un corpo originale.
E questo corpo risplende di luce propria, proprio come le fiamme di una fenice.

Una resurrezione totale in grande stile, non solo della serie in sé, ma anche del suo genere di appartenenza e del suo gameplay nello specifico, a prima vista un po’ “attempato”, ma riportato in auge con estremo successo tramite una bella svecchiata che riesce ad avvicinare, divertire ed appassionare vecchi e nuovi giocatori. O almeno questo è quello che spero, ovviamente… perché pensare il contrario mi viene veramente difficile.

Fino a qualche anno fa non mi sarei mai aspettato di vedere ed apprezzare un altro capitolo di Monster World/Wonder Boy, e invece eccomi qui, a parlare della sua nuova e colossale incarnazione, così ben confezionata che quasi mi commuovo al solo pensarci.
Perché qui non stiamo parlando soltanto del nome, della tradizione o del suo legame coi predecessori: qui stiamo parlando di un titolo davvero completo e variegato, realizzato col cuore ed egregiamente curato in ogni suo fattore, che riesce a catturare istantaneamente con un sistema di gioco intuitivo e piacevole, un livello di sfida equilibrato, un comparto tecnico eccellente, una colonna sonora sopraffina e una carrellata di contenuti abbastanza elevata, così come il numero di rimandi, citazioni ed easter egg, tanto per non farci mancare niente.

Un gioco che riesce a rispettare e rappresentare il passato dando però uno sguardo verso il futuro, in un perfetto connubio tra vecchio e nuovo che, ripeto, non credevo nemmeno fosse possibile. Non così almeno.

Ecco, chiamiamola un’evoluzione nella resurrezione.

Un nuovo metro di paragone del genere.
Un nuovo classico del panorama videoludico.
Un must per le collezioni dei veri videogiocatori, di ieri e di oggi (e di domani).
Questo è, per me, Monster Boy e il Regno Maledetto.

Ah, e spero che gli autori continuino per questa strada, perché riportare in vita una vecchia serie con un'opera che, ludicamente parlando, rasenta la perfezione, e poi mollarlo di nuovo... sarebbe uno spreco ENORME. Soprattutto sapendo che ci sono le basi per un sequel... MADONNAAAAAAAAAAAAAA-

-----

Ma questo riportato finora è solo il "riassuntone finale" di tutto quello che ho scritto su questo articolo: http://www.marzianiconilpad.it/monster-b …
Se vi interessa un parere più completo e mille volte più lungo allora apritelo, se no vbb, accontentatevi di queste righe o del numeretto lì che non serve a nulla a parte triggerare le genti

DevilPhoenix
Cover Monster Boy and the Cursed Kingdom per Nintendo Switch

Fantastico!

Un titolo a mio avviso assolutamente da avere nella propria collezione, all'inizio pensavo fosse un remake del famoso Monster World, il gioco ricalca il gameplay ed i concetti del suo antenato pubblicato circa vent'anni fa, ma lo fa in maniera moderna ed impeccabile, grafica in due dimensioni e in stile manga, animazioni ed ambientazioni curate nei minimi dettagli, musiche originali riviste in chiave moderna, e soprattutto trasformazioni, porte ed enigmi, boss e crafting di abilità e armi, tutti elementi che rendono la serie di Wonder Boy apprezzatissima. Ogni altra parola sarebbe inutile questo è un titolo da spolpare fino alla fine, sempre se si riesce a superare i tanti enigmi affatto banali e a trovare l'entrata dell'ultima stanza dove il passato ritorna più forte che mai. Non posso dare 10 perché afflitto da alcuni bug che ti costringono a rifare alcune fasi anche lunghe scegliendo altre azioni per non restare bloccato nel gioco.

9.5

Voto assegnato da DevilPhoenix
Media utenti: 9.3 · Recensioni della critica: 8.8

Cremino Motta
Cover Monster Boy and the Cursed Kingdom per Nintendo Switch

Monster Boy è un adventure in 2 dimensioni bellissimo, questo va detto. Lo stile grafico è divino, gli scenari di gioco in cui ci muoveremo sono vivi e colorati. È stato sviluppato un buon level design che ha permesso di avere un mondo di gioco interconnesso con tanti segreti da scoprire e con una buona quantità di ore extra da giocare. Il gameplay è semplice, il gioco ci mette nei panni di Jin, un ragazzo in grado di trasformarsi in diversi animali, ognuno con poteri unici che permetteranno al giocatore di proseguire con la storia affrontando enigmi (e ce ne sono tanti, per altro anche abbastanza ingegnosi), nemici e boss. Peccato però per la storia, non profonda, narrata con una semplicità che porta ad un finale scialbo che non si farà di certo ricordare... va anche detto però che il gioco non punta assolutamente a valorizzare questo tema. In molti casi invece tende ad essere parecchio frustrante, causa un bilanciamento della difficoltà non ben congeniato.

8.5

Voto assegnato da Cremino Motta
Media utenti: 9.3 · Recensioni della critica: 8.8

Cthulhu
Cover Monster Boy and the Cursed Kingdom per Nintendo Switch

Se Monster Boy si fosse limitato ad essere un ottimo seguito (perché sì, è Wonder Boy in Monster World V a tutti gli effetti), citando più volte i capitoli precedenti con piccoli omaggi e remixando in parte la colonna sonora originale, garantendo il divertimento tipico della serie con il suo stile unico da adventure 2D pieno di zone da esplorare, sempre varie e ben strutturate e boss da battere, sfruttando le caratteristiche di ogni trasformazione per superare gli ostacoli e scoprire nuovi passaggi e con una grafica 2D perfetta, ricolma di frames di animazione, design unico e sempre ispiratissimo sarebbe stato un gran gioco, amato dai fan ed apprezzato da tutti; ma Monster Boy non è un gran gioco, è un capolavoro, perché oltre a garantire tutto questo vuole dare di più al giocatore, innovando la formula con un set di armi, armature, stivali e bracciali che non si limitano ad essere più o meno potenti o con effetti elementali o magici ma diventano elementi fondamentali spesso per proseguire nel gioco, per sbloccare nuovi passaggi e gli stessi potenziamenti sono spesso necessari, Monster Boy fa di più, non limitando una nuova trasformazione e le sue caratteristiche alla zona in cui ci si trova (come in certi casi fanno vari action/adventure) ma richiede di sfruttarli per tutto il gioco, in ogni singola zona, non si limita a citare i capitoli precedenti ma regala intere sessioni di gameplay ispirate ad essi, stupisce d'improvviso il giocatore con varianti inaspettate, passa da zone in cui è necessario un platforming più classico a livelli intricati in cui un attento level design si apre al giocatore, con enigmi talvolta geniali, che richiedono particolare attenzione, boss in più fasi che diventano a volte essi stessi dei piccoli enigmi e aggiunge un sistema di checkpoint sparsi per la mappa di gioco in modo da non dover ripetere ogni volta una zona dall'inizio ma allo stesso tempo non risultare troppo facilitato, garantendo anche un buon livello di difficoltà, Monster boy ti fa librare d'improvviso in volo come un vero e proprio shmup con un passggio tra cielo ed acqua che ricorda Thunderforce IV, ti fa roteare piattaforme tramite la lingua/rampino della trasformazione rana come prima di lui Simon Belmont in Castlevania IV, regala splendidi scorci bidimensionali densi di strati di parallasse, Monster Boy è il risultato di passione e lavoro affiatato di squadra tra gli sviluppatori e gli stessi appassionati che hanno dato il loro importante supporto nello sviluppo.
In breve Monster Boy è un vero e proprio capolavoro a tutti gli effetti, in grado di competere tranquillamente con qualsiasi titolo AAA uscito quest'anno.
Pensavo che per me il 2018 sarebbe stato un anno senza un personale GOTY, poi è arrivato Monster Boy

Non ci sono interventi da mostrare.