Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Resident Evil

Resident Evil PSX

Sviluppato da Capcom, Resident Evil è un gioco d'azione e avventura uscito l' 1 agosto 1996 per PlayStation.

8.9

Recensioni

41 utenti

PsychoBreak

ha scritto una recensione su Resident Evil

Cover Resident Evil per PSX

Primo titolo della serie targata Capcom e capostipite del genere survival horror.
Il gioco è un classico per la cara e vecchia Playstation, che ai tempi riusciva a mettere una discreta ansia grazie ad un sistema di telecamere fisse (che dava un taglio più cinematografico al tutto) e ad un sonoro che faceva il suo dovere.
La storia è abbastanza semplice e sicuramente non è (e non vuole essere) il punto di forza del gioco.
Mi rendo conto che per un novizio prenderlo in mano oggi risulterebbe davvero macchinoso, però per fortuna è stato fatto un signor lavoro col suo remake (di cui è disponibile anche la remaster) che permette di fruire al meglio di tutto ciò che il titolo voleva essere ai tempi.
A mio avviso il gioco si merita un bel 9 sia per la sua importanza storica, sia per le emozioni che è riuscito a trasmettermi giocandolo ai tempi.

9

Voto assegnato da PsychoBreak
Media utenti: 8.9

Johnlocke07

ha scritto una recensione su Resident Evil

Cover Resident Evil per PSX

Nel 1996 nacque ciò che venne considerato IL PADRE DEI SURVIVAL HORROR

Tanti, troppi sono i ricordi legati a Resident Evil, saga di successo mondiale e una delle mie preferite IN ASSOLUTO, ideata da Shinji Mikami e Tokuro Fujiwarache, entrambi designer di Capcom. Quando uscì e lo vidi la prima volta giocare da mio fratello, per me fu la nascita di una sensazione estraniante, del tutto nuova, difficile da mettere per iscritto, mai sperimentata prima con i videogiochi, a partire da quella paura che si intravede così bene da quell'occhio che precede il menù di gioco e quella intro cinematografica in bianco e nero, a colori non censurata in versione giapponese.

Già avente alla sola età di 6 anni passione per l'horror, con Resident Evil è stato amore a prima vista, spinto da un irrefrenabile senso di curiosità, di scoperta per qualcosa di estremamente nuovo, originale e molto suggestivo tanto da iniziare a giocarci da solo e di nascosto. Un videogioco capace di divertirti con altri mezzi, con un jumpscare improvviso, con l'attesa e la suspanse di un caricamento tra l'apertura di una porta o la salita di una scala, fino a quando ti si scrollava da dosso tutta l'ansia una volta trovata la Save's Room accompagnata da una soave melodia in sottofondo capace di rilassarti del tutto, contenente l'iconico baule, un deposito oggetti.

Seguire le vicende di un gruppo di dispersi della squadra S.T.A.R.S era il perno del gioco, isolati del tutto in una affascinante magione ricca di segreti, di oggetti chiave da reperire e di puzzle da risolvere, a mio avviso l'ambientazione più curata dell'intera saga dal punto di vista dell'atmosfera, fondendosi perfettamente in maniera sublime con l'intensa ost, a mio avviso soltanto il 2 riesce a riproporre QUASI così bene il tutto da questo punto di vista.

https://www.youtube.com/watch?v=7LA5ia-u …

Jill Valentine & Chris Redfield saranno i protagonisti della STARS utilizzabili, Chris dotato soltanto di 6 slot nell'inventario, tra cui 2 occupati da un solo coltellino e uno spray a inizio gioco, ben più semplice iniziare l'avventura con la donna. Ponderare le munizioni era di vitale importanza, così come la combinazione di alcuni oggetti, esplorare ogni anfratto della villa, aprire spesso la mappa, farsi strada attraverso non troppi zombie come oggi, cani, hunter, squali, tarantole, piante, trappole, enigmi e puzzle di ogni sorta, questa era e resterà sempre l'essenza di questa saga e mi rendo conto che nel corso degli anni è stata soggetta, per volere di non so chi, (è inconcepibile che siano stati i fan a volerlo), a drastici cambiamenti di genere, strutturali che non mi sento minimamente di approvare e condividere.

Il gioco propone diversi finali a seconda non solo del personaggio che si utilizzerà, ma c'è da considerare una serie di scelte che andranno prese nel corso dell'avventura, certo nulla di così nuovo, ma per il genere quale appartiene era una novità a tutti gli effetti.

Il mio eroe Barry Burton e l'intelligente Rebecca Chambers saranno i partner dei rispettivi protagonisti e che si incroceranno più volte nel corso della storia, pronti a dare una mano qualora ce ne fosse bisogno. Insomma il marchio Resident Evil è oramai consolidato, ancora molto forte tanto quanto quello dell'Umbrella Corporation, tanto da essere riproposti ancora a distanza di tutti questi anni e per di più come fedeli Remake e questo primo capitolo ne vanta già uno sviluppato in maniera eccellente così come considero eccellente questo primo Resident Evil, il primo vero classico Survival Horror, fonte di ispirazione per molte saghe e molti videogiochi successivi. RISPETTO!

https://www.youtube.com/watch?v=xXutugd6 …

9

Voto assegnato da Johnlocke07
Media utenti: 8.9

The UltraHyper Retrogaming Room

ha pubblicato un'immagine nell'album Retrorobe

24 Luglio 1998

Non ci sono interventi da mostrare.