Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Dead Rising 3

Sviluppato e prodotto da Capcom, Dead Rising 3 è un gioco d'azione uscito il 22 novembre 2013 per Xbox One · Pegi 18+

"Dead Rising 3 non lascia a bocca aperta per la sua potenza grafica, ma il divertente sistema di combattimento e la fornitura quasi infinita di non morti e armi assurde lasciano il segno. Mentre affrontavo la sua lunga campagna, ero sempre in attesa di scoprire nuove diavolerie con cui fare a fette gli zombi e raramente sono rimasto deluso, tranne in quegli insostenibili momenti dedicati alla consultazione della mappa e all'attesa per i tempi di caricamento." da IGN Italia

7.7

Recensioni

24 utenti

Ace

ha scritto una recensione su Dead Rising 3

Cover Dead Rising 3 per Xbox One

Gioco dove massacreremo ingenti quantità di zombie, la storia è abbastanza banale e a livello di gameplay il gioco risulta abbastanza ripetitivo e monotono alla lunga, buona l'interattività con l'ambiente dove potremo usare praticamente qualunque cosa per combattere contro i non morti, per il resto niente di eclatante.

talos89

ha scritto una recensione su Dead Rising 3

Cover Dead Rising 3 per Xbox One

Recensione dead rising 3 microsoft xbox one

Software house
Capcom Vancouver
Pubblischer
capcom
Data d’ uscita
Xbox One:
Giappone 4 settembre 2014
Europa 22 novembre 2013
Nord America 23 novembre 2013
Microsoft Windows: 5 settembre 2014
Serie dead rising
Piattaforme microsoft windows/xbox one
Modalità di gioco single player/ coop online/ coop locale
Genere avventura dinamica
Tema apocalisse zombie
Distribuzione digitale( windows store xbox live) fisica
Pegi 18
Piattaforma giocata microsoft xbox one s
Pregi divertente e immediato/ tantissime armi e veicoli fuori di testa/ longevo e pieno di collezionabili / tantissimi zombie su schermo
Rigiocabbile
Gli psicopatici sono veramente assurdi e fuori di testa
Coop online graditissima
Difetti
Personaggio principale anonimo e privo di spessore/ trama ormai abusata/ solo 30 fps e 720 p/ fin troppo faicile
Grafica su one s le cose migliorano rispetto alla versione liscia i fastidiosi cali di frame presenti al lancio su one s sono ridotti al minimo, nonostante i 30 fps e la risoluzione a 720 p il gioco fluido con caricamenti istantanei( a parte quello iniziale) anche il salvataggio è istantaneo gira tutto bene, dal punto di vista puramente visivo si poteva fare di più la città è priva di spessore grafico, ma comunque risulta godibile nonostante non sia nulla di chè, buono il sonoro e il doppiaggio.
Trama insieme alla grafica la parte peggiore della produzione, ormai abusata fino allo sfinimento risulta essere solo un pretesto per giocare, in più il personaggio principale è privo di mordente e di spessore, fanno un po’ meglio i personaggi secondari, gli psicopatici e i villain. In poche parole e senza spoiler, Dead Rising 3 è ambientato nel 2021 (dieci anni dopo gli eventi del secondo capitolo della serie) a Los Perdidos, immaginaria città della California. A Los Perdidos si è scatenata un'epidemia di zombie. Nel gioco si vestiranno i panni di Nick, un meccanico miracolosamente sopravvissuto. Egli insieme a un gruppo di superstiti dovrà fuggire dalla città prima che venga bombardata.
Gameplay ormai il gameplay della serie dead rising è consolidato, seppur non si discosta più di tanto dagli altri capitoli, Dead rising 3 solito mix di avventura dinamica armi e veicoli folli e migliaia di zombie a schermo, gli zombie a schermo sono veramente a migliaia sono tantissimi, le armi e i veicoli a nostra disposizione sono veramente folli, nella mappa di gioco sono sparsi gli schemi per combinare le nostre armi, nonostante tutto questo ben di dio il gioco è di una facilità imbarazzante difficilmente morirete nella campagna principale e per mano degli zombie, di notte questi diventano più numerosi e più famelici ma sono sempre carme da macello per le vostre armi, discorso leggermente diverso per gli psicopatici dei boss opzionali leggermente ostici ma anche li difficilmente morirete, per quanto riguarda le missioni primarie e secondarie diciamo che risultano essere molto facili specialmente le secondarie sempre legate ai superstiti, e in cui vi ritroverete a salvare dei superstiti dagli zombie, o recuperare degli oggetti per quest’ ultimi, o come detto sopra vi ritroverete ad’ affrontare gli psicopatici, le missioni secondarie cosi come l’ avventura principale è a tempo, per quanto riguarda la missione principale avete 7 giorni di tempo per portare a termine l’ avventura un tempo più che sufficiente per finire il gioco, mentre le missioni secondarie presentano una barra che scenderà col passare del tempo, se la barra si esaurisce la missione scompare. Per quanto riguarda la coop online diciamo che non ho avuto modo di provarla perchè non ho avuto il live durante il mio gameplay, ma leggendo in giro è molto spassosa, nel gioco sono presenti molti collezionabbili trovarli tutti non è difficile visto che sono segnati nella mappa ma richiede tempo. Finendo il gioco avrete la possibilità di ripetere i capitoli del gioco, e in più potete affrontare l’ avventura in modalità incubo, una difficoltà molto più difficile di quella normale.
Longevità 15 ore per l’ avventura principale 30 ore per tutto, sono un’ ottimo quantitativo di tempo, il gioco poi è molto riggiocabbile, oltre a ripetere i capitoli per recuperare collezionabili che vi siete persi, potete affrontare l’ avventura in modalità incubo.
Commento finale
Alla domanda cosa deve fare un gioco per piacerti rispondo sempre prima di tutto deve divertirmi, poi tutto il resto, e dead rsing 3 ci riesce in pieno diverte dall’ inizio alla fine nonostante i difetti marcati, la serie di capcom Vancouver con questo terzo capitolo non innova, anzi fa anche un passo in dietro rispetto al primo capitolo, vuoi perché il primo capitolo era la novità, vuoi perché Nick Ramos ha il carisma di un comodino e non arriva nemmeno lontanamente all’ epicità del grande Frank West, oppure per via della trama banale e della difficoltà settata sul facilissimo, non che il primo dead rising brillasse per trama o per difficoltà, ma come detto era la novità e la trama era molto più interessante, ma nonostante i difetti questo terzo capitolo diverte tanto, la follia degli psicopatici e delle armi rapisce dall’ inizio alla fine, ed’ è questo la cosa fondamentale di un videogioco divertire, certo una trama ben sviluppata e un livello di sfida adeguato avrebbero giovato non poco al titolo, ma poco importa, ogni possessore di one dovrebbe giocare dead rising 3 e grazie al game pass è possibile farlo alla modica cifra di 10 euro e 20 giorni sono più che sufficienti per finire il gioco al 100%, e magari se ne avete voglia potete affrontare il gioco in modalità icubo che consiglio caldamente, in definitiva titolo consigliato a tutti quelli che cercano un free roming accessibile, caciarone, divertente folle e mediamente longevo, nonostante i difetti non ve ne pentirete.
“vale la pena”

Non ci sono interventi da mostrare.