Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover State of Decay: Year One Survival Edition

Sviluppato da Undead Labs e prodotto da Microsoft Game Studios, State of Decay: Year One Survival Edition è un gioco d'azione e avventura uscito il 28 aprile 2015 per Xbox One.

·
7.7

Recensioni

3 utenti

Ace
Cover State of Decay: Year One Survival Edition per Xbox One

Quando lo presi mi aspettavo molto di più ma alla lunga questo survival in terza persona a tema zombie risulta monotono e ripetitivo inoltre seppur sia un gioco della scorsa generazione su One soffre di cali di framerate che minano l'esperienza di gioco.

John Watson
Cover State of Decay: Year One Survival Edition per Xbox One

Siete appassionati di serie televisive americane e film a tema apocalittico e zombi, se la risposta è affermativa allora State of Decay - Year One Survival Edition è il videogioco che fa per voi. State of Decay inizia con due persone che desiderano trascorrere una giornata di pesca tranquilla, ma gli eventi non vanno nella direzione giusta e presto i due si ritroveranno circondati da un mare di zombi. Gli sviluppatori non spiegano ne l’origine e ne il motivo dell’epidemia di zombi. Senza la possibilità di comunicare con il mondo esterno, il compito del videogiocatore è molto semplice, ma allo stesso tempo complicato, deve assolutamente sopravvivere e trovare un modo per fuggire dalla città. Logicamente durante la nostra impresa non saremmo soli, ma ci saranno altri sopravvissuti pronti a sostenerci. Il titolo non lega il videogiocatore nell’interpretazione di un unico personaggi, ma una volta raggiunto un livello di fiducia sufficiente nei confronti di un altro sopravvissuto, è possibile cambiare personaggio giocabile. Nel caso in cui il nostro sopravissuto venisse soprafatto dagli zombi, questo non resuscita e saremo immediatamente sostituiti con un nuovo superstite. Per evitare di perdere tutte le risorse raccolte in precedenza, il nuovo superstite può raccogliere i vecchi materiali raccolti dal sopravvissuto deceduto. Come sopravvivere all’interno della città ? Per riuscire a sopravvivere bisogna gestire adeguatamente le poche risorse disponibili all’interno del gioco, parlo di armi, munizioni e medicinali, le risorse possono essere recuperate all’interno dei diversi edifici, negli zaini dei sopravvissuti scomparsi o nei portabagagli delle auto abbandonate. Durante la ricerca delle risorse, bisogna fare assolutamente attenzione per evitare di attirare le orde di nemici. Il giocatore sarà chiamato a gestire una prioria comunità di sopravvissuti, deve mantenere sempre a un livello stabile le tre risorse fondamentali, munizioni, medicinali e materiali per la costruzione. I materiali saranno necessari per la costruzione di nuovi edifici o il miglioramento di quelli esistenti all’interno della base, che andranno a potenziare l’abilita degli altri individui all’interno della base. Nel gioco la gestione dei sopravvissuti residenti all’interno della base non è da sottovalutare, dovremo evitare la nascita di malumori che possono compromettere la convivenza all’interno della comunità, aiutare i sopravvissuti in difficoltà e molto altro. Il mondo di gioco cambia ogni giorno e muta a seconda delle nostre azioni, ogni giorno alla nostra comunità sarà attribuito un ascendente, quest’ultimo contribuisce nella possibilità costruire nuovi edifici all’interno della base, inviare comandi agli altri sopravvissuti e contattare via radio i nostri alleati. I singoli zombi non saranno una minaccia all’interno del gioco, lo saranno solo se sono riuniti in orde, ovvero un gruppo numeroso di nemici, esistono anche altre varietà di zombi da combattere con abilità e caratteristiche uniche. Le armi a disposizione sono numerose e suddivise in armi bianche e armi da fuoco, bisogna sempre ricordarsi di gestire le munizioni recuperate e riparare le armi danneggiate, anche le automobili a disposizione possono essere usate come arma per asfaltare gli zombi ( è possibile utilizzare anche lo sportello dall’auto ). Questa edizione rimasterizzata, contiene le due espansioni Breakdown e Lifeline, entrambe possono essere selezionate subito nel menu del gioco. Breakdown è una copia del campagna principale, ma senza una storia narrata, il fine è sempre sopravvivere. Lifeline offre una nuova storia incentrata su un gruppo di militari che devono sopravvivere all’interno di un contesto urbano. Il videogioco è stato rimasterizzato a 1080p e 30 Fps, tuttavia non è essente dai bug e i cali del framerate. I difetti da segnalare sono una ripetitività negli incarichi standard che possono essere riassunti nella raccolta di risorse, in compiti di assistenza ai propri coinquilini sopravvissuti e nella disinfestazione degli edifici occupati dagli zombi; nei problemi tecnici citati in precedenza. Anche se a livello tecnico State of Decay non brilla, il videogioco offre un nuovo modo di vivere l’esperienza ludica del genere survival, distaccandosi dal solito mira e spara, puntando soprattutto a trasmettere l’importanza della comunità e nel rimanere uniti, unica speranza per sopravvivere. Consiglio assolutamente l’acquisto per tutti gli amanti del genere e invito chiunque a provare questo titolo innovativo e unico.

8

Voto assegnato da John Watson
Media utenti: 7.7 · Recensioni della critica: 7.9

Non ci sono interventi da mostrare.