Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Metal Gear Solid: Peace Walker HD Edition

Sviluppato da Kojima Productions e prodotto da Konami, Metal Gear Solid: Peace Walker HD Edition è un gioco d'azione e avventura uscito il 26 settembre 2012 per PlayStation 3 · Pegi 18+

·
8.6

Recensioni

12 utenti

daxter79
Cover Metal Gear Solid: Peace Walker HD Edition per PS3

Sto rifacendo tutta la saga in ordine cronologico,questa versione hd per ps3 non l'avevo mai fatta!Bellissimo ed emozionante come sempre,finalmente con dei controlli da "home"!Rigiocare questa saga in ordine temporale me lo fa apprezzare ancora di piu'!Le cutscenes realizzate in vignette semi animate sono bellissime e hanno stile da vendere,come solo kojima sa fare.Perla videoludica.

9

Voto assegnato da daxter79
Media utenti: 8.6

AerodinamicoKiller

Reputo il frangente in cui viene riprodotta questa canzone, in Peace Walker, come il miglior momento videoludico a cui abbia mai assistito.

MGS Peace Walker OST - Heavens Divide (BEST QUALITY)

FINALLY!! The FULL uninterrupted MP3 version of Heavens Divide is here!!!!! Enjoy the EPICNESS of Donna Burkes amazing song and get hyped for what is going to be the greatest PSP g..

The 3gna
Cover Metal Gear Solid: Peace Walker HD Edition per PS3

Metal Gear Solid Peace Walker(Ps3/Psp) Recensione by The 3gna

anche se Kojima ha concluso la serie con mgs4, Konami aveva intenzione di spremere ancora un po la serie per ottenere più verdoni, cosa che sfortunatamente stanno facendo ancora *cough*Metal Gear Survive*cough*. Ma dato che solid snake e la sua storia erano andati era tempo per il suo predecesseore: naked snake comunemente noto come Big boss. Forse non era tanto intenzione di Konami dare più dettagli riguardo la sua storia di naked dato che portable ops è il gioco che ha iniziato questo aspetto di approfondire il viaggio criminale di Big boss che lo ha portato a diventare l'antagonista dei giochi per msx ed è inoltre quello che ha introdotto lo stile di gameplay di peace walker e mgsv. Si potevano anche evitare questi capitoli a mio parere , in effetti Kojima poteva fare una cosa simile alla trasformazione di Bruce Wayne in Batman dove sappiamo le ragioni per cui Bruce vuole fermare la malavita (i suoi genitori uccisi da un ladro) ma che non si sa come ha fatto ha diventare il badass noto come Batman. Ma allo stesso tempo ci piace non saperlo perché ci piace immaginare l'addestramento che ha avuto in questi anni: in un certo senso meno sappiamo meglio è. Ma poi è venuto un regista di nome Cristopher Nolan con un film di nome Batman Begins e la divisione di Warner Bros dedicata all'animazione ci ha dato Batman la maschera del fantasma che hanno riempito questo spazio temporale vuoto ed entrambi i prodotti cinematografici hanno soddisfatto l'audience. E in certo senso lo stesso discorso può essere detto per questa formula che mischia gestionale e metal gear: nessuno aveva chiesto di approfondire la storia di big boss ma dietro questi ultimi capitoli c'è molto impegno e molto talento dietro che alla fine l'esecuzione è quello che importa e l'esecuzione qui in peace walker non è per niente male.
-Storia(sinossi)
Nel 1974 dopo gli eventi di portable ops e quelli che sono avvenuti nel 1972 che vengono spiegati durante mgs4, Naked Snake o Big Boss ha deciso di prendere la sua strada per creare un mondo secondo la sua interpretazione della visione del mondo della sua mentore The Boss: una nazione dove ogni soldato è libero senza nessuna ideologia, governo o altre storie siano in mezzo alla strada in modo creare il mondo libero che The boss aveva sognato. Per creare il fantomatico Outer Heaven che apparirà nei giochi per Msx, Snake parte fondando MSF (Militaires sans frontieres) insieme al suo braccio destro ha Kazuhira Miller (master miller da metal gear 2 e metal gear solid) che ha conosciuto sul campo di battaglia in Colombia. L'impresa però non parte benissimo infatti il gruppo parte solo una decina-dozzina di soldati e solo qualche incarico del piffero. Tutto cambia quando Miller entra in contatto con i primi veri clienti che hanno bisogno dei servizi di MSF: un professore che in realtà è una spia del KGB di nome Galvez e la sua studente migliore di nome Paz. L'incarico di Galvez consiste nell'investigare in certi punti dell'America centrale dove un esercito pagato dalla CIA sta facendo strane cose tra cui trasporti non esattamente legali. Oltre a questo Paz e una sua amica scomparsa hanno fatto una registrazione dove al suo interno si sente la voce di The Boss e questo mette in difficoltà Snake dato che riapre una ferita che egli pensava che fosse totalmente guarita. Big Boss e Miller accettano l'incarico e riescono a ottenere in anticipo parte della ricompensa del completamento di esso che è una piattaforma in mezzo al mare da espandere dove faranno crescere MSF. Dopo aver conosciuto vari personaggi tra cui dei rivoluzionari di nome Chico e Amanda e il padre di Otacon, Huey Emmerich, e dopo aver fatto varie investigazioni, Snake scopre che le strane attività che si stavano svolgendo giravano a un progetto che avrebbe dato vita a una macchina dotata di intelligenza artificiale capace di lanciare testate nucleari senza esitazione in caso un'altra nazione attaccasse: il Peace Walker, con la mentalità della sua AI basata su quella di The Boss. Il capo di questo progetto è Hot Coldman, uno degli ex-capi della Cia che ha intenzione di riavere il posto che aveva a Washington. Snake dovrà fare il possibile per espandere MSF, impedire di un olocausto nucleare e combattere i fantasmi del suo passato.
-Storia(opinione)
Dopo le lunghe Cutscenes di Mgs4 e le tante cose che buttava in faccia al giocatore, gli sviluppatori ritornano con un stile di storia più tradizionale di bene contro male con qualche messaggio e personaggio che stanno in piedi. E penso che in questo gioco la formula funziona abbastanza bene anche se ha qualche problema in mezzo. Per iniziare con le buone e me piace il viaggio interno che sta affrontando Snake dove deve affrontare la scomparsa del Boss. Il tema di essere capaci di rialzarci e superare una fase buia della propria vita è qualcosa dove molte persone si possono relazionare e apprezzo il fatto che sia il centro di tutta la narrativa. Penso inoltre che Snake o Big Boss sia scritto molto meglio rispetto a Mgs3: adesso è più simile a un vero capo, una maestro di vita dove da lezioni e sa cosa significa essere un vero soldato e che in fondo in fondo anche se le sue intenzioni non sono le migliori (o anche le più giuste e corrette) le fa comunque senza cattive intenzioni. Mi piacciono anche i personaggi secondari che non sono tanto male.

Ma qui iniziano i primi problemi per me. I personaggi secondari sono buoni ma non appaiono molto nella storia principale perché il suo centro rimane su Snake e su quello che sta affrontando dentro come ho detto prima. Ma le interazioni tra Snake e il cast di supporto non sono in cutscenes ma in cassette audio. E le conversazioni non sono male ma rallentano un po la storia perché alcune risposte a quesiti come Kaz e Snake si sono incontrati si trovano nel loro interno e allora bisogna fermarsi e ascoltare senza avere immagini che possono aiutare la narrativa. Inoltre il fatto che la maggior parte delle interazioni tra Snake e i personaggi secondari sono via audio e no audio e video rende la presenza di alcuni di essi veramente inutile e a parte il primo incontro con Snake e altre piccole caratteristiche non fanno proprio nulla. Per esempio, a cosa cazzo è servita Cécile? Per chi non lo sapesse è una tipa che incontriamo prima di entrare nel laboratorio dove si sta sviluppando l'AI principale di Peace Walker (perché il robottone ne ha due di AI). Dopo averla trovata da delle informazioni (abbastanza inutili tra l'altro) riguardanti Strangelove, la scienziata che sta sviluppando l'AI e poi…..basta, non fa più nulla e le sue conversazioni su cassetta riguardano uccelli e la sua casa a Parigi dato essenzialmente nessun contributo alla trama. E poi c'è Hot Coldman che non è niente di speciale, è il tipico cattivo unidimensionale come Volgin che vuole solo il potere e niente di che. Inoltre il gioco usa qualche volta dei flashback dell'ultima battaglia si Mgs3 e anche se possono risultare un po emotivi per i novellini per chi invece ha giocato Snake Eater non risultano particolarmente potenti come dovrebbero in teoria essere.

Ma in tutta onestà anche con i suoi problemi Peace Walker riesce ad essere una godibile narrativa. Il focus sta dove dovrebbe essere cioè nella ricerca di Big Boss e della sua pace interiore. Penso che il gioco si focalizzi un po troppo lì oscurando dello sviluppo di personaggi secondari che viene dato solo nelle audio cassette ma non penso che il danno sia così grande da rendere la narrativa inutile, noiosa o una frustrante perdita di tempo. Ha i suoi punti deboli specialmente alla fine ma in generale sono grato di aver accompagnato Big Boss in quest'avventura.

-GAMEPLAY e il resto

Come ho detto prima qui si ritorna allo stile portable ops ma a differenza di quel gioco la base non è più Mgs3 ma il suo successore Mgs4 insieme ad alcuni miglioramenti sia di gameplay tradizionale sia di gestionale. Ritornano l'abbassamento, la possibilità di sorprendere i soldati da dietro con la pistola, interrogarli, prenderli in ostaggio oppure c'è il CQC che può sistemare i problemi e questa volta è potenziato in modo che dopo averne fatto uno ad un soldato se ne può far un altro ad un nemico accanto alla posizione dove si è fatta la mossa. Suppongo che per limitazioni della console (psp) sai stata tolta la possibilità di strisciare dato che al suo posto c'è il fingersi morti come in Mgs4 ma poi ancora il level design non è mai costruito per permettere quella manovra quindi non ho nessun problema. Il ricco arsenale di Mgs4 ritorna ma a causa della natura gestionale le armi devono essere create dall'unità tecnica e solo quando si raggiungono determinati requisiti riguardanti i livelli di tutte le unità. Inoltre a differenza di Mgs4 non si possono portare più di 2 armi (3 nel caso della tuta di combattimento) e il resto consiste in armi secondarie come granate o fumogeni. Ma per dar credito a questo sistema ha almeno diviso gli oggetti dalle armi dando ad ognuno di essi i propri menù rendendo le cose più semplici. Parlando del gestionale, per rendere MSF grandi e anche per avanzare nel gioco bisogna prendere del personale e assegnarlo alle varie unità della base: l'unità tecnica crea armi e oggetti, quella di combattimento serve per svolgere battaglie intorno al globo per aumentare i parametri della di alcuni soldati, quella di spionaggio serve per fornire le scorte durante la missione in caso si richiedono e la squadra medica serve per creare medicinali, razioni ed altri alimenti e per guarire i soldati feriti. Le ultime due unità non sono utilissime ma quella di combattimento e quella della parte tecnica sono quelle che hanno un maggior peso. La prima come ho detto si manda a far combattere delle sorta di simulatori chiamati battaglie esterne insieme ai veicoli che si ottengono dai mini boss (ve le spiego dopo) mentre quella tecnica crea piattaforme per espandere la base e creare nuove armi e il tutto pagando in gmp che si ottengono reclutando o facendo altre particolari azioni. Per reclutare gente si fa un come in portable ops dove si prende la gente e poi si rapisce. Ma a differenza di quel gioco dove si portano persone lentamente verso il camion, qui c'è il sistema fulton che permette di recuperarli con un pallone nella maniera più cartoonesca possibile. Dopo aver completato quasi tutta la serie principale posso dire che peace walker ha probabilmente il miglior ritmo della serie. Come in portable ops ci sono missioni secondarie e principali. Le missioni principali sono trattate come una campagna classica di metal gear però divisa in più sezioni, ma ci sono poi missioni secondarie dove si fanno attività particolari in determinate aree precedentemente visitate che sono simili a quello che si fa nella campagna principale. Questa divisione permette a quelli che hanno amato i precedenti ad affrontare una campagna di metal gear classica giocando soltanto alle missioni principali ma per chi vorrebbe avere più momenti con il gameplay può prendersi una pausa e giocare a qualche missione secondaria. MgsV fa una cosa simile ma penso che peace walker sia più bilanciato in fatto di ritmo anche se MgsV riesce a venire secondo con il 3.

Certo non tutte le missioni secondarie non sono tutte simili alle sezioni stealth di quelle principali. Infatti la maggior parte di esse sono battaglie contro veicoli e queste sono le parti che detesto più del gioco. I boss sono fastidiosissimi. Non mi riferisco ai boss normali che sono tutti dei robottoni enormi e stra fighi da affrontare. Io parlo dei mini boss, i carri armati e gli elicotteri da battaglia sono una tortura. Ci sono due modi per fare queste battaglie: si fanno fuori o si reclutano i soldati che fanno da guardia ai veicoli oppure si abbatte il veicolo in sé. Se si finisce la battaglia nel prima maniera è possibile recuperare il veicolo per usarlo nelle missioni esterne. Il problema è che far fuori tutti i soldati richiede molta attenzione e molta pazienza insieme a una potente dose di paranoia perché il veicolo potrebbe vedere il giocatore e questa sensazione è particolarmente presente nelle battaglie contro gli elicotteri dato che quei cosi possono vedere facilmente il giocatore. Un’altra cosa che mi da fastidio è che alcune battaglie sono altamente buggate: se si viene scoperti in alcuni casi se si fanno fuori i soldati il capitano che guida il veicolo uscirà e se si fa fuori pure lui si entra in possesso del veicolo stesso, ma certe volte anche quando morivano i soldati il tipo non usciva fuori e aspettavo un’eternità e non usciva nulla da quel veicolo. Forse non è per via di un bug ma forse era proprio l’intenzione dei programmatori in sé ma in una maniera o nell’altra queste battaglie non mi sono mai piaciute e vedere che le potevo affrontare in un modo che certe volte funziona e in altre no, mi fa veramente girare le scatole. E parlando di giri dopo aver completato la prima storia principale, si dovrà subito affrontare la seconda che consisterà nell’episodio 5. Questo episodio è stracolmo di grinding, bisogna fare delle pallosissime missioni principali dove bisogna fare la stessa identica cosa più volte e per sbloccare il vero boss finale bisogna completare missioni secondarie per aumentare lo sviluppo di un numero specifico di piattaforme della mother base e quindi riaffrontare quei fastidiosi veicoli da battaglia e costruire il proprio metal gear rifacendo le battaglie boss principali.

In una nota positiva la grafica non è male per la psp ma non è convertita benissimo nella ps3. Il frame rate rimane a una solido 60fps ma si può vedere benissimo che questo era un gioco su portatile. But still, è sempre bello da vedere e da ascoltare anche con una decente soundtrack che accompagna il tutto.

-CONCLUSIONI
Mgs Peace Walker non offre moltissime innovazioni al core gameplay durante le missioni ma non mi sembra una scusa sufficiente per considerarlo un brutto gioco o un brutto metal gear: il gestionale è semplice ma coinvolgente, la storia è scritta in modo decente, le boss fight principali sono memorabili e il ritmo di gioco insieme alle sezioni di gameplay salvano l’intero pacchetto. Ha i suoi punti deboli ma non sono abbastanza per abbattere la mia base di MSF e il tempo che ho speso nel costruirla.

Detto ciò io do a Metal Gear Solid Peace Walker...

8.5/10

8.5

Voto assegnato da The 3gna
Media utenti: 8.6

Xalcus
Cover Metal Gear Solid: Peace Walker HD Edition per PS3

Ricreduto. Mi è piaciuto molto. Il finale, quello vero, è davvero bellissimo. C'ho messo molto a digerire la struttura a missioni, ma l'ho digerirta, anche se non nego che in certi punti è stato un po' snervante non essendo abituato a questo nuovo sistema di gioco.
Comunque, chiuso un capitolo se ne apre uno nuovo, il GZ!

8.3

Voto assegnato da Xalcus
Media utenti: 8.6

Cionsa

Bene, direi che è arrivato il momento di giocarlo, per poter finalmente continuare la serie. sisi

Robert Trent

In Dark Souls, Fallout o qualsiasi altro gioco dove capita una compenetrazione poligonale:
>In 100 kapitoli nn sn riusciti ad aggiustare sta ks, gnegnegne 1!1!

Gli ostaggi dentro gli edifici che quando usi il Fulton trapassano i piani, tetti, stratosfera:
> E 1 Kojjjimata !1! Nn e 1 difetto del giuoko !1

Vabbeh, c'è qualcosa che non va nella gente.
Questa è più o meno la reazione del giocatore medio di fronte ad una "problematica" simile.

PS: Comunque mi sta piacendo molto più l'impostazione a missioni di Peace Walker rispetto a quella lineare di MGS3.

JimmyNovacaineTGC

Ci sto giocando, è bello sisi anche se lo trovo un pochino lento ahsisi

Non ci sono interventi da mostrare.