Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Pazu condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Pazu, aggiungilo agli amici adesso.

Pazu

ha scritto una recensione su Drakengard 3

Cover Drakengard 3 per PS3

Drakengard 3 non è un titolo per tutti. Lo sa il suo autore, tale Yoko Taro, famoso per aver inserito in tutti i titoli da lui curati elementi volutamente sgradevoli, scioccanti e spesso tanto controversi da essere stati sottoposti alla pesante tagliola della censura occidentale. Lo sa anche Square Enix, casa da sempre nota per le saghe ruolistiche più vendute in assoluto, Final Fantasy e Dragon Quest, che è corsa subito ai ripari, all’annuncio dell’uscita occidentale del terzo episodio di Drakengard, destinandolo al solo mercato digital delivery. Non dubitate però, in America la distribuzione del titolo è stata altrettanto infelice: venduto in versione retail solamente tramite Square Enix Store, Drakengard 3 non vedrà mai la grande distribuzione toccata da titoli gioco-forza più attinenti ai gusti del grande pubblico di oggi: il conturbante Osè, ma anche le innumerevoli iperboli ludiche delle gloriose gesta dei nostri valorosi soldati al fronte, quelle centinaia di fps che tutti gli anni invadono i negozi con i loro contenuti adulti rinnovando, di uscita in uscita, il piglio maturo con cui affrontano tematiche importanti come la guerra, il genocidio, la lotta per il potere e tutto ciò che da sempre alimenta la letteratura a sfondo antropologico-militare.

In tutto questo, esce Drakengard 3.

Ma cos’è Drakengard 3? Cosa rappresenta nella sua pura e semplice forma di dati binari? – ben 13 GB da spararsi nell’hdd PS3, per gli amanti delle misure – Facciamo un passo indietro.

Continua qui: http://www.games969.com/recensioni/drake …

Pazu

ha scritto una recensione su Rain

Cover Rain per PS3

Io leggo critiche a Rain e non so cosa pensare.
Io vedo un titolo delicato, unico per molti versi, che non ha paura di essere onesto in un panorama videoludico dominato da titoli AAA dall'estetica filo-hollywoodiana. Molti della stampa specializzata, invece, l'hanno trovato debole, incespicante e poco ispirato. Voglio dire a quelli del settore là sopra che sebbene Assassin's Creed o un Heavy Rain possano vantare valori di produzione sicuramente importanti, io, personalmente, preferisco regalarmi un volume de "Il Piccolo Principe" . "Il Codice Da Vinci" lo lascio a voi e a chi lo sa apprezzare.

Non ci sono interventi da mostrare.