Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Romanthekid condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Romanthekid, aggiungilo agli amici adesso.

Romanthekid

ha scritto una recensione su Dragon Ball Z: Kakarot

Cover Dragon Ball Z: Kakarot per PS4

Dragon Ball: Skyrim?

Purtroppo nel corso degli anni ho perso la passione per Dragon Ball. Spesso capita che dopo un'intera generazione passata a giocare i giochi di Dragon Ball, a leggere i manga di Dragon Ball e a guardare gli anime di Dragon Ball diciamo che ne avevo un po' la borsa piena. Tuttavia molto è cambiato con l'annunzio di Kakarot. Un RPG di Dragon Ball? Potrebbe venirne fuori una figata. Beh, così non è stato. Chiariamoci, il gioco è ben più che sufficiente, e intrattiene bene per quasi tutta la sua durata, ma seppur la formula nuova si adatti bene al gioco e alla serie, ci sono molti, forse troppi dubbi.

Della trama neanche parlerò, la conosciamo tutti, vero? Bene, perché Dragon Ball Z: Kakarot segue quasi fedelmente tutta la vicenda della serie dalla saga dei Sayan fino a alla saga di Majin Buu. Alcune parti sono state omesse, altre invece aggiunte (la scuola guida, per esempio), tuttavia a livello generale la copertura è pressoché totale, specialmente in relazione ai macroeventi della serie.

Lato gameplay siamo sempre a livelli di combattimento piuttosto semplicistici e la parte ruolistica è un mero pretesto per dire che si tratta di un RPG, ma è veramente poca roba. Quello che invece mi interessava maggiormente è la parte open world, e qua casca l'asino. Il gioco non è open world. Ci sono macroaree, alcune più grosse altre meno, molto limitate. Speravate di volare in cielo fino a dove occhio umano può vedere? Scordatevelo, appena raggiunta una certa soglia si va nell'HUB della mappa del mondo. Speravate di volare sul tempio di Dio? Nisba, ci si arriva tramite dei praticissimi caricamenti. Non stiamo certo parlando di un budget alla GTA o alla Skyrim, ma al giorno d'oggi quello che si offre in area di Open World è veramente ben di più rispetto al compitino che Kakarot offre.

Naturalmente la mappa è piena di missioni secondarie, extra da sbloccare, attività da fare (tipo la pesca o le gare di guida) e ovviamente le sfere da trovare. Divertenti il giusto, per le poche ore in cui non vi verranno a noia.

Graficamente il gioco è bello e colorato, e rispetta i criteri della serie. Tutti i personaggi son ben dettagliati e le mappe e le città rispecchiano fedelmente i canoni a cui l'anime o il manga ci ha abituato. Anche le musiche provenienti dalla serie sono una bella chicca.

Tutto sommato un buon prodotto, senza infamia e senza lode. Si distingue bene dai precedenti capitoli e si vede che c'era voglia di cambiare e variare la formula. Con un po' di coraggio e soldi in più poteva esser molto migliore di quel buon che invece è.

7.5

Voto assegnato da Romanthekid
Media utenti: 8.3 · Recensioni della critica: 7.5

Romanthekid

ha scritto una recensione su Far Cry 3: Blood Dragon

Cover Far Cry 3: Blood Dragon per Xbox 360

E ora di recensire questo gioco del cazzo!

Far Cry 3: Blood Dragon. Dopo una vita ci ho potuto giocare in santa pace, completandolo al 100%, e l'unica cosa che posso dire di questa espansione stand alone è che gli sviluppatori hanno fatto centro. L'atmosfera, la recitazione, la musica... questo gioco traspira testosterone da tutti i pori. Fin dalle prime battute, e dal divertentissimo tutorial (citazione necessaria) che Blood Dragon si presente in tutta la sua magnificenza.

La storia è quanto di più action anni '80 e '90 si possa chiedere. Interpretiamo un super uber mega cazzuto soldato cibernetico Mark IV di nome Rex Colt (doppiato da Michael Biehn, che non ha bisogno di presentazioni si spera). Nel corso di una missione scopre che il suo ex colonnello, Sloan, è passato dalla parte del male cercando di distruggere il mondo come lo conosciamo, in quanto si è sentito tradito dal suo governo. Per farcelo capire uccide il commilitone e amico di Rex, Spider... Inutile dire che si tratterà di un MADORNALE ERRORE!

Da li in poi ci si apre la struttura classica di Far Cry made by Ubisoft, con campi da conquistare, collezionabili da trovare, missioni primarie e secondarie da completare, animali da cacciare e abilità da sbloccare. Vista la mole minore del gioco, dopotutto si tratta di una espansione stand alone a prezzo budget, le attività sono molto più esigue rispetto ai giochi principali, ma bastano e avanzano per tenerci impegnati 15 ore o giù di li. Altra piccola differenza nel mondo di gioco sono i Blood Dragon, che danno nome a questo gioco. Si tratta di draghi-dinosauri al neon super incazzosi che se presi per il verso sbagliato ci apriranno il culo senza pietà e senza ritegno. La parte divertente e che uccidendo i nemici potremo raccogliere i cyber cuori degli stessi, di cui i Blood Dragon vanno ghiotti, e questo ci permetterà di usarli per mandarli contro i nostri nemici.

Graficamente il gioco è costruito col motore di Far Cry 3, forse non è al passo con i tempi, ma compensa con lo stile e soprattutto con una soundtrack veramente magnifica. Visto il prezzo contenuto, l'ottimo equilibrio di gioco e l'originalità dello stesso ancora oggi, direi che questa espansione è una delle migliori opere della serie, se non per molti versi la migliore.

9

Voto assegnato da Romanthekid
Media utenti: 8.6 · Recensioni della critica: 8.1

Romanthekid

spoiler Mi piace come hanno aggiustato il finale. Molto più toccante, più agrodolce e sopratutto più coerente con Mafia II. Bello rivedere anche Vito e Joe.

Non ci sono interventi da mostrare 😔