Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Romanthekid condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Romanthekid, aggiungilo agli amici adesso.

Romanthekid

ha scritto una recensione su Kingdom Hearts

Cover Kingdom Hearts per PS2

Final Fantasy incontra Disney

Il Kingdom Hearts originale lo giocai nel 2008. Avevo da pochi mesi la Xbox 360 ma vedendo questo gioco in offerta al gamestop a poco meno di 4 euro mi sono detto "Tanto vale provarlo, prima o poi". Detto fatto, tornato a casa ho ricollegato la PS2 e schiaffato dentro il gioco e bum, magia, mi è piaciuto fin dalle prime battute. Fino ad allora non avevo dato molto peso alla saga, nonostante gli amici me ne parlassero bene, ma effettivamente rimasi sorpreso dalla bontà del titolo.

Il gioco era molto colorato e divertente, e il senso di progressione e potenziamento del protagonista erano sviluppati in maniera ottima. Andando avanti con il gioco vedevamo Sora diventare più pratico con il Keyblade, con i movimenti e con le varie combo. Purtroppo per quanto i controlli migliorassero con il progredire del gioco e dell'aumento di livello le varie sezioni platform del gioco rimanevano un supplizio.

La storia parte con premesse semplici, per poi evolversi in qualcosa di più complesso verso la seconda metà dell'avventura, non abbandonando mai totalmente la sua natura fanciullesca. Rispetto ai seguiti questo rimane il gioco con una trama più coesa, prima dei mind fuck che arriveranno da Chain Of Memories in su.

Giocare oggi la versione PS2 è sconsigliato, in quanto è la versione meno completa e invecchiata peggio. Tanto vale avere una PS3 o una PS4 e godersi il final mix, che aggiunge molte cose in più, a partire da una telecamera controllabile che ci permetterà di mantenere le varie madonne all'interno del nostro corpo.

Musiche ottime, molte provenienti dai classici Disney, grafica colorate e ispirata che non stona con i personaggi creati dalla casa del topo e una longevità che ci prenderà una ventina di ore come minimo, almeno alla prima run. Una scommessa vinta da parte di Squaresoft.

8

Voto assegnato da Romanthekid
Media utenti: 9.1

Romanthekid

Lo sto giocando a Normale e il gioco fino ad un certo punto garantisce una buona sfida, ma figa poi il delirio. L’aumento di difficoltà da Vexen in su è una roba impressionante. Le boss fight con i membri dell’organizzazione sono le più squilibrate possibili. Su GBA la cosa era gestita molto meglio.

Romanthekid

Quasi finito il primo. Gioco sempre bello, anche se un po’ invecchiato. Tuttavia le sezioni platform fanno cagare oggi come allora.

Finito questo, per la prima volta nella vita proverò Chain of Memories nella sua versione Remake. Sono molto curioso, visto che l’originale lo giocai Game Boy Advance.

Non ci sono interventi da mostrare.