Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover A Plague Tale: Innocence

Sviluppato da Asobo Studio e prodotto da Focus Home Interactive, A Plague Tale: Innocence è un gioco d'azione e avventura uscito il 14 maggio 2019 per PlayStation 4.

A Plague Tale: Innocence racconta la lugubre storia di due fratelli e della loro lotta per la sopravvivenza nel periodo più buio della storia. Ti farà intraprendere un viaggio emotivo nella Francia del XIV sec., combinando avventura, azione e stealth con una storia coinvolgente. Unisciti alla giovane Amicia e al suo fratellino Hugo, affronta con loro la brutalità di un mondo devastato in cui apprenderanno il proprio ruolo nello svelare un oscuro segreto. In fuga dai soldati dell'Inquisizione, circondati da inarrestabili sciami di ratti rappresentanti la Peste Nera, Amicia e Hugo impareranno a conoscersi e a fidarsi l'uno dell'altro mentre lottano contro ogni probabilità per la propria vita.

- Una storia originale e straordinaria, che narra del viaggio della giovane nobile Amicia de Rune e del suo adorabile e intelligente fratello Hugo.
- Sopravvivi a un enorme ed enigmatico pericolo in un mondo brutale e spietato. Con la Peste Nera sono apparsi sciami mortali di ratti, che divorano, senza distinzione, tutto quello che trovano sul proprio cammino.
- Un mix continuo di avventura e stealth, profondamente radicato in oscuri misteri medievali.

8.7

Recensioni

2 utenti

Recensioni

8.7

Media dei voti
2 recensioni degli utenti

BT2187

ha scritto una recensione su A Plague Tale: Innocence

Cover A Plague Tale: Innocence per PS4

Topini e toponi

Grafica : 9.5
Gameplay :8
Sonoro: 8

Che titolo, non è un tripla A ma ci si avvicina e tanto, complimenti ad Asobo per questa fiaba oscura, da giocare a tutti i costi!

trillo81

ha scritto una recensione su A Plague Tale: Innocence

Cover A Plague Tale: Innocence per PS4

Una potente fiaba dark, tra peste, guerra e Inquisizione.

Il viaggio di Amicia e Hugo attraverso il sud-ovest della Francia è di quelli che non si dimenticano. Tecnicamente maestoso, scritto benissimo, con un gameplay stealth sì basilare ma pieno di trovate originali e sempre vario. La sorpresa dell'anno, qua la mia recensione completa per Pixel Flood: https://bit.ly/2Jm90Pf

Heartless08

ha scritto una recensione su A Plague Tale: Innocence

Cover A Plague Tale: Innocence per PC

Ok ... finito .... ok .... un attimo per riprendermi.

GIOCONE DELL ANNO.
incredibile come una casa penso sconosciuta abbia tirato fuori questa piccola perla videoludica con pochi fondi.
Per correttezza metto tutto sotto Spoiler
in questo gioco c'è tutto quello che deve esserci, Trama non banale ma sopratutto qualcosa di NUOVO ( ci stanno i ratti raga .. i fottuti RATTI )
Gameplay davvero bello anche se penso dovevano secondo me migliorare alcune cose, ma cmq MOLTO BELLO, Personaggi questo è il pezzo forte secondo me, in questo gioco i personaggi sono UNO + CARISMATICO dell'altro.
Oltre che vedere si SENTE proprio ogni singolo sentimento, gioia, tristezza, disperazione, paura, vendetta, ma sopratutto Amore.
Amicia ... wow .... che dire è entrata di prepotenza nella mia top 5 delle best Waifu.
il piccolo Hugo, per quanto possa essere un bambino di 5 anni nn hanno fatto l'errore di farlo come nel resto dei giochi dove ci sono bimbi di 5 anni, ovver LAGNOSO e SPACCA BALLE.
Rega potrei sta ore per descrivere sto gioco ma siccome recensisco di merda credo che mi fermo qua.
Ma fatevelo dire..... se non lo pigliate ve state a perde qualcosa di davvero davvero Bello e fatto col Cuore.
PIJIATELO STOLTI.

9.5

Voto assegnato da Heartless08
Media utenti: 9.3 · Recensioni della critica: 8.3

CyberDanny

ha scritto una recensione su A Plague Tale: Innocence

Cover A Plague Tale: Innocence per PC

Imparare dai grandi e creare personalità ed emozione.

Il mondo Indi sta avendo un momento di particolare fulgore, stanno venendo presentate certe perle di fronte a cui rimanere insensibili risulterebbe ottuso.
A Plague Tale è la summa di un percorso di ispirazione sublime.
Chi lavora nelle "arte" sa (io da grafico ne so qualcosa) che non si inventa nulla, ci si ispira ad altrui lavori e si reinterpreta con abilità e sensibilità personale.
Questo PTI, si ispira ai capolavori del media (e non solo) e assembla un esperienza speciale, con una sua personalità e carattere tanto decisi quanto delicati e introspettivi.
Andiamo per gradi, la narrazione per esempio, è un percorso di crescita e di disillusione, dal benessere alla tragedia in un altalenarsi di eventi che solo la vita fuori dalle comode mura domestiche può regalare. I due protagonisti sono l'apprensiva Amicia personaggio giocante e il curioso e ingenuo Hugo di cui dovrai prenderti cura per quasi tutte le sezioni del gioco....ricorda qualcosa? si dai ve lo dico io Last of Us.
Il racconto di amore paterno e figliale di sapore iniziatico dell capitolo introduttivo? God of war e anche un po Horizon.
Le amicizie e il percorso verso la fine, con la "banda" di amici coetanei che cooperano meglio dei grandi pe runo scopo comune? beh qui l'ispirazione è ancora più grande...I Goonies.
La stessa cosa la si può dire del Gameplay che tra banchi di lavoro e relativo scavenging per le risorse , supporto semovibili atti a raggiungere sezioni inaccessibili e gunplay prende si
a piene mani dai sopracitati, ma, qui arriva il bello, lo fa con un gusto una capacità uniche, accompagnato dalla storia bella e terribile come solo la vita e chi sa narrarla possono esprimere.
Sono presenti anche semplici ma molto ben implementati enigmi ambientali ed un uso intelligente dei comprimari. Poi tra nuove skill quasi ogni capitolo e potenziamenti vari è ben stratificato anch'esso.
L'abilità del team è stata proprio questa creare un racconto così ben presentato che trascende le solite trite e ritrite "storielle" da videogame, un racconto storico, emotivo, alchemico(nel senso di una trasformazione interiore e non solo di mescolanza di ingredienti), di cooperazione che si siede e ti impone di di essere vissuto e compreso.
L'abilità narrativa cammina appaiata a quella visiva, l'engine è sfruttato sapientemente, la varietà e la ricchezza delle ambientazioni (il castello, il borgo, la caverna solo per citarne alcuni) hanno un'impatto visivo ed emotivo penetrante. Ci si puo chiedere ma perchè io sia così colpito?
Perché cazzo il team è fatto di 45, dico quarantacinque persone, non schiere infinite di modellatori, animatori, world builder etc.
Ma a ldi la della capacità tecnica ciò che colpisce e che cazzo lasciatemelo dire, quello che io cerco in un videogame single player, come in un film è si il divertimento, ma sopra ogni cosa essere partecipe e coprotagonista del protagonista (scusate il gioco di parole) vivendone emozioni, paure e pensieri la grande capacità che ha l'arte e sopra ogni cosa quella videoludica è di farti vivere in modo più attivo un cammino un esperienza per trovare assonanze e condivisioni e catarsi con il tuo di cammino.
Potrei andare avanti ancora, ma per farlo vi dovrei citare tante cose rischiando spoiler e non è questo il mio intento. Quello che mi preme esprimere è dirvi "accattat'vill", prendetevi un giorno intero e "bevetelo" tutto tutto d'un fiato, io ho fatto così (anche grazie al fatto che in questo periodo non ho molto da fare) non ve ne pentirete, ma mi raccomando "OCCHIO alle strizzate d'occhio" e aperti di mente e di cuore, questa perla insegna game design e narrazione.

9

Voto assegnato da CyberDanny
Media utenti: 9.3 · Recensioni della critica: 8.3

Non ci sono interventi da mostrare.