Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Immagine di sfondo Premi sull'immagine e trascinala per spostarla
Calcio

IFAB cambia falli di mano e VAR: l'IFAB (International Football Association Board), ovvero l'organo che stabilisce le regole del calcio, ha pubblicato alcune modifiche del regolamento che entreranno in vigore a partire dalla prossima stagione. Una delle novità è che gli arbitri verranno richiamati al VAR più spesso perché l'Ifab li esorterà a controllare tutte le azioni soggettive. L'audio delle conversazioni con la sala degli assistenti al video non verrà fatto ascoltare, e per il fallo di mano si stabilirà che se la palla colpisce la spalla non ci sarà alcun intervento dell'arbitro, ma se colpisce il gomito verso il basso invece sì. Nel caso in cui l'attaccante tocchi involontariamente la palla con la mano, verrà penalizzato solo se la giocata si concretizza subito con un gol o se l'attaccante o la sua squadra ne sono favoriti (per esempio se passa poco tempo dal tocco di mano). Per determinare chiaramente quando è fallo di mano, il limite del braccio è nel punto inferiore dell'ascella. Sull'esecuzione dei calci di rigore, se il portiere si muove prima al momento della battuta ma la palla non entra in porta o colpisce il palo o la traversa, il tiro non verrà ripetuto (è la regola usata finora), a meno che l'infrazione del portiere non abbia chiaramente influenzato il tiratore. Eventuali cartellini gialli sventolati durante la partita (compresi i supplementari) non saranno presi in considerazione nella lotteria dei rigori. Se un giocatore prende un giallo durante i 120' e uno nella lotteria dei rigori, non verrà espulso. Nel caso in cui il portiere e il tiratore vìolino contemporaneamente le regole, sarà penalizzato il tiratore. Altra cosa stabilita dall'IFAB è che se un giocatore non rispetta la distanza obbligatoria di 4 metri quando il pallone è a terra verrà ammonito.

Calcio

Milan, Saelemaekers andrà via: lo strano esperimento dei rossoneri con il giovane dell'Anderlecht non andrà avanti. Il 20enne tornerà in Belgio, senza aver lasciato il segno: la proprietà rossonera è sempre più intenzionata a non esercitare l'opzione di riscatto da 4 milioni di euro pattuita con l'Anderlecht a gennaio. Il prestito sarà probabilmente prolungato oltre il 30 giugno come da linee guida FIFA per permettere a Saelemaekers di completare la stagione con il Diavolo, poi il giocatore tornerà in patria per decidere il suo futuro. Un'operazione nulla dal punto di vista tecnico, con piccole perdite dal punto di vista economico: con la rinuncia al riscatto, andranno in fumo i circa 3 milioni di euro che Elliott ha dovuto investire per il prestito oneroso.

Calcio

Ronaldinho, la cauzione pagata..da Messi: secondo i media sudamericani, in particolare TNT Sports, i soldi sarebbero arrivati da un conto di Barcellona. Non è detto che però siano soldi di Dinho, la cui condizione finanziaria già in passato si era vociferato che non fosse particolarmente solida. La stessa fonte, infatti, ipotizza che a versare la cauzione possa essere stato Lionel Messi, per aiutare l’amico ed ex compagno in evidenti difficoltà.

Calcio

ha pubblicato un'immagine nell'album Foto

Kevin De Bruyne, Jordan Henderson, Trent Alexander-Arnold e altri giocatori di Premier uniti contro il Coronavirus: "Nell’ultima settimana noi, in quanto gruppo di calciatori di Premier League, abbiamo spesso parlato con l’idea di creare un fondo di contributi che possa essere usato per distribuire soldi dove è più necessario in questa crisi Covid-19, per aiutare chi sta lottando per noi, con il NHS in prima fila, così come per aiutare chiunque ne abbia bisogno. Questo è un periodo critico per il nostro paese e per il nostro sistema sanitario, e noi siamo determinati ad aiutare in tutti i modi possibili. Possiamo confermare che, dopo estese conversazioni tra un grande numero di giocatori da tutti i club di Premier League, abbiamo lanciato una nostra iniziativa collettiva, e abbiamo collaborato con il NHSCT (un’associazione di charity per il NHS) per aiutarli a generare e distribuire fondi in maniera veloce ed efficace dove servono di più. I contributi che questa iniziativa genererà aiuteranno a garantire fondi per supportare il fronte in un gran numero di modi, tra cui aiuti per prevenire il benessere dello staff del sistema sanitario, dei volontari e dei pazienti affetti da COVID-19, così come per aiutare loro nel lavoro di supporto a diverse aree critiche dove c’è bisogno sia ora che nel lungo periodo. #PlayersTogether è il nostro modo di collaborare per creare un’iniziativa volontaria, separata da ogni discorso con club o leghe, che possa aiutare a ottenere i fondi necessari a chi ne ha bisogno ora. Per cercare di fare la differenza, come tanti altri nel Paese. Le nostre preghiere e i nostri pensieri vanno a tutti coloro colpiti da questa crisi. Insieme, ne usciremo fuori".

Non ci sono interventi da mostrare 😔