Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

FedeLic condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere FedeLic, aggiungilo agli amici adesso.

FedeLic

Resident Evil 8 Village

Questa è stata la più grande delusione del 2021 nonostante, lo dico già da ora, sia di fatto un buon gioco.
La delusione deriva solo da una cosa, questo RE non rappresenta il suo genere: il survival Horror; ne tanto meno sembra essere il degno successore di Resident Evil 7.

Se RE7 nel 2017, dopo alcuni capitoli deludenti, era riuscito a ridare un po di lustro alla serie, cambiando e evolvendo rispetto ai predecessori. Questo, invece, sembra avere ottime idee che non trovano la giusta applicazione. Resident Evil 8 si propone come survival horror, peccato che non faccia paura e che tanto meno sia un survival.
Per la prima ora da l'impressione di esserlo, mantiene alta la tua attenzione, ma appena entri nel vivo del gioco crolla la magia.
Non ci sono fasi in cui il gioco punti in maniera netta sullo spaventare davvero il giocatore, se non in una sola sezione di gioco, seppur piccola, l'unica che fa davvero paura e che ti fa rivivere almeno
un po quello che era RE7. L'interà atmosfera del gioco non sembra essere asservita a tale scopo, anche perché per la maggior parte del tempo giocherete alla luce del sole.
Non credo che sia questo il modo di fare un gioco, si presuppone, Horror. Fa male, perché non solo è il seguito di RE7 ma anche perché nello stesso gioco, come ho già detto, c'è una sezione davvero terrificante, ciò significa che è stata una scelta renderlo cosi poco horror; cosa che, appunto, non ho gradito.

Il secondo punto è la parte Survival della sfida che viene proposta al giocatore. Sinceramente, mi sento di doverlo bocciare anche qui e un po mi dispiace, ma non ho quasi mai sentito la vera necessità di gestire l'inventario, anzi, se non in quei pochi casi in cui ho dovuto rimettere a posto gli oggetti, non ho quasi mai avuto problemi di sorta dovuti alla gestione di munizioni, erbe, armi, ecc...
Di munizioni poi, ce ne sono anche troppe e questa abbondanza vi fa sentire sicuri, vi fa procedere anche con una certa spavalderia durante tutta l'avventura. Soprattutto dopo un tot di ore, dal momento in cui capirete come vanno abbattuti alcuni nemici, e con quanti colpi vanno giù, non avrete problemi ad arrivare anche al centinaio di colpi di pistola nell'inventario.

Insomma, è un buon videogioco, ci passi bene una decina di ore, ma non è assolutamente un survival horror per me, solo un buon gioco Action, e ripeto, la delusione è grande soprattutto per ciò che è stato RE7

FedeLic

Il 2021 è quasi finito e mi sono ritrovato a fare il resoconto dei videogiochi che ho giocato quest'anno. Non sono tanti come lo scorso anno, infatti ho creato una Top 10 ed una Flop che però contiene di fatto un singolo titolo, essendo l'unico che mi ha davvero deluso nell'arco del 2021.

Ci tengo a precisare che il tutto è puramente soggettivo e non voglio dare pareri universali, ma solo quelle che sono le mie impressioni.

Di seguito la Top 10, per la Flop ci sarà un post dedicato per parlare del titolo in questione.

1) Forza Horizon 5
2) Returnal
3) Doom Eternal

4) Kena bridges of spirits
5) Resident Evil 7
6) Spider Man Miles Morales
7) Hellblade Senua's Sacrifice
8) Ratchet and Clank Rift Apart
9) The Medium
10) Need for Speed Underground

Per chi avrà la pazienza di leggere qualche riga di approfondimento, ecco i motivi che mi hanno portato a stilare questa classifica cosi come la vedete. Fatemi sapere cosa ne pensate di questi videogiochi, e le vostre Top 2021

10 - NFS Underground

Qui, lo ammetto, ha giocato un fattore importante la nostalgia.
Underground è stato il mio primo NFS, da piccolo lo adoravo, ma non sono mai riuscito a finirlo, quest'anno ho deciso di riprendere a giocare a quei giochi che mi hanno segnato in un certo senso, e dargli (ma soprattutto darmi) una seconda possibilità, e riuscire quindi a finirli.

Superato lo scoglio della difficoltà, ho (ri)trovato lo stesso gioco divertente che giocavo ormai più di 15 anni fa, una soundtrack che accompagna l'avventura in modo ottimo, un gameplay classico, e con delle meccaniche di modifica delle auto che ci permettono di personalizzare la nostra vettura.

Non potevo non assegnare un posto ad un gioco che oltre ad essere divertente, ha dato inizio alla mia passione per la Serie.

9) The Medium

Un gioco che speravo sarebbe stato una piacevole sorpresa Horror, che si è rivelato essere niente in più di un'interessante storia e con una colonna sonora d'impatto (buon comparto audio in generale), non lascia il segno nel Gameplay, che nonostante la meccanica tanto pubblicizzata dello split screen non ha saputo trasmettermi niente, al contrario della Storia, che è il vero motivo per cui si trova in questa classifica, e in questa posizione.

8) Ratchet and Clank Rift Apart

Qui c'è poco da dire: Grafica d'impatto, gameplay solito di un R&C con l'aggiunta dei Portali, e una storia carina, che però non lascia poi molto. Questo è l'esatto contrario di The Medium, tutto gameplay, tra l'altro molto divertente, non molto impegnativo a difficoltà normale.

7) Hellblade Senua's Sacrifice

Una piccola sorpresa, ecco cos'è stato Hellblade, se dovessi riassumerlo in poche parole. Ancora mi esce il sorriso se ripenso a questo gioco, seppur l'ho trovato leggermente ingiusto, poco bilanciato, verso le fasi finali dell'avventura. Qui però c'è tutto, gameplay e storia sono entrambi interessanti e ben costruiti, il combattimento è anch'esso molto soddisfacente. Non vedo l'ora che esca il seguito.

6) Spider Man Miles Morales

Nuova storia, "Nuovo personaggio", Nuove abilità di combattimento. Sarà anche un DLC di Marvel Spider Man, ma anche preso singolarmente regala soddisfazioni. Le abilità di movimento e il combattimento, grazie all'agilità del protagonista, è qualcosa di impressionante seppur inferiore rispetto al fratello maggiore a cui si ispira. Non dura molto, e questo può spingere alla rigiocabilità e/o al completismo, infatti come ho fatto per lo Spider Man del 2018, ho deciso di completarlo fino al 100%

5) Resident Evil 7

Questo videogioco è stato un pezzo molto importante di quest'anno videoludico, per un motivo in particolare: Ha segnato la speranza di una ripresa per questa serie che da troppo tempo non tirava fuori un capitolo degno del suo genere di riferimento, il survival Horror. RE 7 riesce finalmente nell'intento di creare ansia nel giocatore, riesce a farti avanzare con passo incerto tra gli ambienti di gioco, perché senti il pericolo tutto intorno a te, non ti senti mai veramente al sicuro. Mi sono goduto finalmente, dopo tanto tempo, una buona esperienza Horror.

4) Kena bridges of spirits

Kena mi ha colpito dal primo momento in cui l'ho visto, una sorte di amore a prima vista. Ovviamente è stato soltanto per la grafica che mi ha catturato, ma una volta provato le mie impressioni sul gioco si sono concretizzate in positivo, e sono solo migliorate, anche se sono state bilanciate da alcuni difetti che il gioco ha tirato fuori nel corso delle ore che ho impiegato a finirlo. Nonostante tutto, l'ho trovato un gioco più che ottimo, ha una longevità consona a ciò che offre, con un sistema di combattimento soddisfacente arricchito da diverse armi e abilità, che vengono scoperte durante tutta la durata dell'avventura. Ho trovato che anche qui ci fossero delle sezioni poco bilanciate e meccaniche di gioco più tendenti alla punizione insensata che al puro divertimento.

Riserverò un post a parte per il podio.

Non ci sono interventi da mostrare 😔